Microsoft rilascia DirectStorage: “una nuova era di tempi di caricamento rapidi e mondi dettagliati nei giochi per PC”

18 mesi fa, Microsoft ha rivelato che uno dei più importanti progressi della sua nuova console Xbox Series X sarebbe arrivato su PC: la capacità di trasmettere enormi quantità di dati da un velocissimo disco a stato solido NVMe alla tua GPU, invece di fare affidamento su la tua fastidiosa CPU per decomprimerla prima. La cosiddetta “API DirectStorage” permetterebbe ai giochi di caricare mondi più dettagliati e di caricarli più rapidamente di prima.

Ora, Microsoft afferma che l’API DirectStorage è arrivata. A partire da oggi, i giochi Windows possono essere forniti con DirectStorage. Questa versione pubblica dell’SDK inizia una nuova era di tempi di caricamento rapidi e mondi dettagliati nei giochi per PC, consentendo agli sviluppatori di utilizzare in modo più completo la velocità dei dispositivi di archiviazione più recenti “, si legge nel post sul blog dell’azienda.

Come funziona DirectStorage, in poche parole.
Immagine: Microsoft:

Altre buone notizie: funzionerà con Windows 10, non solo con Windows 11, anche se Microsoft afferma che 11 è “il nostro percorso consigliato per i giochi”.

Prima di correre alla ricerca di un gioco per sfruttare finalmente al meglio la veloce unità stick NVMe 4.0 e la scheda madre compatibile, tuttavia, dovresti sapere che i giochi non sono ancora disponibili. Mentre gli sviluppatori sono stati in grado di visualizzare in anteprima la tecnologia da luglio, oggi solo una pistola di partenza per molti che potrebbero scavare. In effetti, il vero punto di partenza potrebbe non arrivare fino al 23 marzo alla Game Developers Conference, quando AMD e lo sviluppatore Luminous Productions spiegheranno come hanno portato DirectStorage a Abbandonato:, uno dei primi giochi vetrina per la tecnologia. Sarà l’11 ottobre prima che tu possa provare: Abbandonato:a proposito, dal momento che quel gioco: è stato ritardato solo la scorsa settimana:.

Potresti anche avere dei comprensibili dubbi sul fatto che gli sviluppatori trarranno davvero il massimo vantaggio dall’archiviazione NVMe molto rapidamente, considerando che molti giocatori di PC non sono ancora passati ai veloci SSD NVMe e perché i giochi che hanno parlato di SSD come Cricchetto e Clank: Spaccatura: su PS5 si è scoperto che sfruttavano un po’ meno le proprie capacità. (Diamine, lo Steam Deck significa che alcuni sviluppatori di giochi avranno ancora bisogno di scegliere come target schede microSD UHS-I che potrebbero leggere a meno di 100 MB / sec, anziché i 4.000-7.000 MB / sec di un SSD PCIe 4.0 NVMe.)

Tuttavia, se i giochi Windows possono teoricamente sfruttare gli stessi trucchi SSD di PS5 e Xbox Series X, significa che c’è un pezzo in meno del PC che trascina verso il basso il potenziale dei giochi di nuova generazione e siamo ansiosi che questo potenziale in gran parte non realizzato possa essere finalmente adempiuto.

Ecco l’ultimo trailer di gioco per: Abbandonato:poiché potrebbe funzionare su una PS5 Sony, ma anche su un PC Windows e Xbox Series X utilizzando tecniche SSD veloci:

Ti piace vedere la marea che sale alzare tutte le barche.

Leave a Comment