Nuovi soldi per gli incroci della fauna selvatica aiuteranno gli animali in via di estinzione: NPR

Un leone di montagna fotografato con una fotocamera con sensore di movimento nelle montagne del Verdugo che domina le luci della città di Los Angeles. Nuovi soldi per gli attraversamenti della fauna selvatica aiuteranno gli animali il cui habitat è stato tagliato dalle strade.

Servizio del Parco Nazionale


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Servizio del Parco Nazionale


Un leone di montagna fotografato con una fotocamera con sensore di movimento nelle montagne del Verdugo che domina le luci della città di Los Angeles. Nuovi soldi per gli attraversamenti della fauna selvatica aiuteranno gli animali il cui habitat è stato tagliato dalle strade.

Servizio del Parco Nazionale

Appena fuori Los Angeles, in una delle parti del pianeta più modificate dall’uomo, un raro ecosistema costiero viene pizzicato contro la costa del Pacifico. La catena montuosa ospita una delle più alte concentrazioni di specie minacciate e in via di estinzione nel paese.

E alcuni stanno soffocando.

Per la maggior parte del secolo scorso, le montagne di Santa Monica sono state effettivamente tagliate fuori dal mondo più ampio, circondate dall’acqua di mare e dall’espansione incontrollata. L’autostrada 101, scavata lungo le pendici settentrionali della catena montuosa, “è diventata questo muro impenetrabile per la fauna selvatica”, ha affermato Beth Pratt, direttore esecutivo regionale della California per la National Wildlife Federation. “E sia le piante che gli animali hanno bisogno di movimento per essere resilienti e sopravvivere”.

Questa primavera, le squadre di costruzione della California meridionale dovrebbero trovare una soluzione: un ponte lungo 200 piedi, completo di deflettori di luce, silenziatori e alberelli di salice allevati in vivaio. L’attraversamento della fauna selvatica sarà il più grande e costoso del suo genere, si estenderà su dieci corsie di traffico ringhioso e ricollegherà un paesaggio reciso.


Secondo Beth Pratt, direttore esecutivo regionale della California per la National Wildlife Federation, l’autostrada 101, scavata lungo le colline settentrionali delle montagne di Santa Monica, “è diventata questo muro impenetrabile per la fauna selvatica”. L’immagine a destra illustra un ponte lungo 200 piedi che gli equipaggi inizieranno a costruire tra circa un mese.

Nate Rott / NPR; National Wildlife Federation e Living Habitat

“Vedrai questa trasformazione ecologica”, ha detto Pratt, che ha trascorso l’ultimo decennio a raccogliere fondi per il progetto. “E quella parte sarà su una delle autostrade più trafficate del mondo – questa, per me, è solo una dichiarazione di speranza per ciò che è possibile”.

“Possiamo riscattare un’autostrada”.

È stato dimostrato che gli incroci della fauna selvatica, come quello pianificato al Liberty Canyon ad Agoura Hills, aiutano le specie a navigare in un mondo frammentato. Ci sono circa un migliaio di strutture di questo tipo negli Stati Uniti, secondo i sostenitori del crossing. Ponti, sottopassaggi, canali sotterranei e gallerie.

Nel Wyoming, i cavalcavia stanno aiutando a mantenere una rotta migratoria di 6.000 anni per il pronghorn.

E nello Utah, i cavalcavia consentono a grandi mammiferi come le alci di spostarsi attraverso le principali autostrade.

traversata dello Utah

I sottopassaggi e i canali sotterranei in Florida consentono a lontre e alligatori di spostarsi tra gli habitat.

Alligatore

piccoli mammiferi

Presto potrebbero essercene di più. Per la prima volta in assoluto, il Congresso ha effettuato un investimento importante negli attraversamenti della fauna selvatica, stanziando 350 milioni nel pacchetto infrastrutturale bipartisan recentemente approvato per un programma pilota di attraversamento della fauna selvatica che aiuterà a finanziare progetti in tutti i 50 stati.

“A differenza di tanti problemi che dobbiamo affrontare oggi, in realtà ci sono queste soluzioni per rendere le strade più sicure per le persone e la fauna selvatica”, ha affermato Renee Callahan, direttore esecutivo di ARC Solutions, un gruppo che ricerca e promuove gli incroci. “E potremmo costruirli domani.”

Milioni di chilometri di strade stanno aiutando a portare gli animali all’estinzione

Fino a 1 milione di specie sono a rischio di estinzione – molte nel giro di decenni – a causa delle attività umane. Il cambiamento climatico, lo sviluppo, l’inquinamento, la deforestazione, la pesca eccessiva e la caccia sono tutti fattori che guidano la crisi.

Le strade sono una parte importante di questo.

Si stima che fino a 1 milione di animali vengano uccisi sulle strade degli Stati Uniti ogni giorno. E non sono solo scoiattoli e cervi. Un rapporto del Dipartimento dei trasporti ha identificato 21 specie in via di estinzione o minacciate a livello federale che sono direttamente messe in pericolo dalle nostre strade, tra cui la tartaruga del deserto e la pantera della Florida.

Basta guardare una mappa stradale degli Stati Uniti. La massa continentale è attraversata e divisa in due, frammentata come un parabrezza fratturato, da oltre 4 milioni di miglia di strade.

puma di strada

Appunti

Un leone di montagna cammina sotto l’autostrada 405 in California. Un secondo leone di montagna è stato ucciso poco dopo in autostrada.

“Non c’è molta terra che non sia influenzata in qualche modo dalle strade e dal traffico”, ha affermato Marcel Huijser, un ecologista stradale presso il Western Transportation Institute della Montana State University.

Per molte specie e persone, l’impatto è letteralmente diretto. Ma le strade possono anche uccidere in modi più subdoli, degradando l’habitat su entrambi i lati del loro percorso e bloccando il movimento.

Lungo la Highway 101, nel sud della California, quest’ultima sta portando all’estinzione.

L’anno scorso, i ricercatori dei leoni di montagna hanno iniziato a notare qualcosa di preoccupante nei grandi felini che stavano studiando sulle montagne di Santa Monica. I leoni di montagna sono stati visti sulle telecamere di gioco e di persona con la coda attorcigliata. Altri stavano sperimentando qualcosa chiamato criptorchidismo, in cui uno o entrambi i loro testicoli non cadevano durante la pubertà.

Audra Huffmeyer, ricercatrice dell’Università della California, Los Angeles, è andata oltre, completando l’analisi post mortem per cinque maschi deceduti. “Tutti e cinque gli individui che abbiamo campionato mostravano quella che chiamiamo teratospermia, che è una forma di fertilità ridotta”, ha detto.

I risultati sono stati i primi segni riproduttivi documentati di consanguineità nei puma a lungo isolati della zona. I leoni di montagna, sequestrati nella catena montuosa lunga 40 miglia, si stavano accoppiando con parenti stretti. Lo erano da tempo.

Dittico Cougar

Appunti

Le strade frammentano l’habitat dei leoni di montagna delle montagne di Santa Monica, colpendoli in modo sia diretto che indiretto.

Gli scienziati che studiano i leoni di montagna che vivono nelle montagne di Santa Monica hanno visto segni di bassa diversità genetica, comprese le code attorcigliate.

Servizio del Parco Nazionale


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Servizio del Parco Nazionale


Gli scienziati che studiano i leoni di montagna che vivono nelle montagne di Santa Monica hanno visto segni di bassa diversità genetica, comprese le code attorcigliate.

Servizio del Parco Nazionale

Non è stata una sorpresa. I ricercatori avevano osservato i leoni di montagna dal collare avvicinarsi all’autostrada 101, intenti ad attraversare dalle montagne di Santa Monica a più habitat nelle montagne di Santa Susana a nord, solo per fermarsi e voltarsi, spaventati dalla cacofonia della strada.

“Sappiamo che c’era una bassa diversità genetica”, ha detto Seth Riley, un ecologista della fauna selvatica con il National Park Service. “Voglio dire, sapevamo anche prima di iniziare gli studi che quella sorta di possibilità. Ma speravamo di non arrivare al punto in cui stiamo iniziando a vedere queste manifestazioni fisiche”.

“Sicuramente aumenta l’urgenza di fare qualcosa al riguardo.”

L’attraversamento della fauna selvatica al Liberty Canyon dovrebbe aiutare. È stato progettato per fornire ai leoni di montagna e ad altre specie un’invitante valvola di sfogo, collegando le popolazioni isolate delle montagne di Santa Monica con il mondo più ampio.

Si stima che fino a 1 milione di animali vengano uccisi sulle strade degli Stati Uniti ogni giorno, rendere sicuri incroci importanti per la sopravvivenza di diverse specie.

FDOT


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

FDOT

È stato dimostrato che gli attraversamenti della fauna selvatica e le infrastrutture associate come le recinzioni stradali riducono del 97% le collisioni tra animali e veicoli. Possono aiutare a prevenire i 30.000 feriti lungo la strada e i 200 decessi che si verificano ogni anno quando i conducenti colpiscono la fauna selvatica.

Western Transportation Institute presso la Montana State University per gentile concessione di ARC Solutions


nascondi didascalia

attiva/disattiva didascalia

Western Transportation Institute presso la Montana State University per gentile concessione di ARC Solutions

Gli incroci della fauna selvatica possono anche essere più sicuri per gli esseri umani e risparmiare denaro

Un sondaggio condotto dal Western Transportation Institute e da ARC Solutions su quasi 500 lavoratori dei trasporti statali e federali ha rilevato che la sfida più grande per realizzare più attraversamenti della fauna selvatica è il finanziamento.

Gli incroci con la fauna selvatica sono costosi. La traversata al Liberty Canyon dovrebbe costare 87 milioni di dollari.

Ma fino al recente investimento del Congresso, non hanno ottenuto gli stessi finanziamenti dedicati di altri problemi infrastrutturali come ponti in rovina e buche, ha affermato Huijser della Montana State University.

Le agenzie di trasporto negli Stati Uniti tendono a dare la priorità ai progetti che affrontano immediatamente la sicurezza umana. Ma Huijser ha detto che c’è un argomento economico convincente per costruire di più. “Il problema è pensare che sia più costoso pagare per questi [wildlife] progetti è che presuppone che non ci sia alcun costo per non fare nulla “, ha detto.

Pantere

Uno studio del 2008 del Dipartimento dei trasporti ha rilevato che le collisioni tra animali e veicoli costano agli americani 8 miliardi di dollari ogni anno in danni alla proprietà e costi sanitari associati. In dollari di oggi, ha detto Callahan, è più vicino a 10 miliardi.

“In pratica è come prendere quei soldi e dargli fuoco ogni anno”, ha detto Callahan.

È stato dimostrato che gli attraversamenti della fauna selvatica e le infrastrutture associate come le recinzioni stradali riducono del 97% le collisioni tra animali e veicoli. Possono aiutare a prevenire i 30.000 feriti lungo la strada e i 200 decessi che si verificano ogni anno quando i conducenti colpiscono la fauna selvatica.

I sostenitori della fauna selvatica come Pratt credono che il recente investimento del Congresso negli incroci della fauna selvatica sia un segno che i responsabili delle decisioni stanno iniziando a riconoscere questi vantaggi. La sua speranza è che i soldi per le strutture orientate alla fauna selvatica siano incorporati nei futuri budget delle infrastrutture fin dall’inizio.

“Così tanti dei problemi ambientali su cui lavoriamo, come il cambiamento climatico, sono difficili da risolvere. Non esiste una soluzione magica”, ha detto, osservando le cime assolate delle montagne di Santa Monica da Agoura Hills. “Ce n’è uno magico qui.”

“Questo è un problema che possiamo effettivamente risolvere abbastanza facilmente. Ci vogliono solo soldi”.

Leave a Comment