Questo astronauta ha appena battuto il record della NASA per il volo spaziale continuo più lungo

L’astronauta della NASA Mark Vande Hei ha battuto il record per il volo spaziale umano più lungo negli Stati Uniti, titolo che l’ex astronauta Scott Kelly detiene dal 2016.

Martedì segna 341 giorni consecutivi nello spazio per Vande Hei, superando il record di 340 giorni di Kelly a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Ma il risultato arriva tra le relazioni instabili tra Stati Uniti e Russia nello spazio. La Russia ha smesso di vendere motori a razzo agli Stati Uniti, a seguito delle sanzioni imposte dal presidente Biden in risposta all’invasione russa dell’Ucraina.

Kelly ha avuto un battibecco su Twitter con il massimo funzionario spaziale russo, Dmitry Rogozin, che ha fatto commenti incendiari sulla caduta della ISS sulla Terra senza l’aiuto della Russia. Anche il CEO di SpaceX Elon Musk e l’astronomo Jonathan McDowell hanno combattuto con Rogozin online.

Tuttavia, i funzionari della NASA sostengono che le operazioni sulla ISS non sono influenzate dalle ricadute dell’invasione russa dell’Ucraina. Vande Hei è ancora pronta a tornare sano e salvo sulla Terra a bordo di un’astronave russa Soyuz il 30 marzo.

“Nulla è cambiato nelle ultime tre settimane”, ha detto lunedì Joel Montalbano, responsabile del programma ISS della NASA, in una conferenza stampa sulla passeggiata spaziale.

“Posso dirtelo con certezza, Mark tornerà a casa con quella Soyuz. Siamo in comunicazione con i nostri colleghi russi. Non c’è niente da fare”.

Quando atterrerà in Kazakistan, l’astronauta avrà trascorso 355 giorni nello spazio.

“Non credo che sia davvero il mio record, penso che sarebbe quello dell’intera squadra”, ha detto Vande Hei a Insider ad agosto. “È solo un altro passo avanti per l’umanità. Inoltre, non mi aspetto che sia un record che durerà a lungo, perché facciamo sempre cose più grandi e migliori”.

Vande Hei, un ex colonnello dell’esercito del New Jersey e del Minnesota, non doveva rimanere nello spazio per così tanto tempo. Quando si è lanciato sulla ISS su un’astronave russa Soyuz il 9 aprile 2021, stava pianificando un turno standard di sei mesi di passeggiate spaziali, esperimenti scientifici e manutenzione della stazione.

Ma Vande Hei e il suo compagno di equipaggio, il cosmonauta russo Pyotr Dubrov, sapevano che avrebbero potuto fare un doppio turno, prolungando la loro permanenza a un anno intero. L’agenzia spaziale russa Roscosmos stava lanciando un regista e un’attrice sulla ISS per una settimana di riprese cinematografiche. L’agenzia alla fine ha chiesto a Vande Hei e Dubrov di restituire alla troupe il posto sull’astronave sulla Terra. Il duo astronauta-cosmonauta avrebbe fatto l’autostop sulla prossima nave Soyuz.

Dubrov avrà anche trascorso 355 giorni nello spazio. Ma questo non è un record per la Russia. Il cosmonauta Valery Polyakov detiene il titolo di volo spaziale umano continuo più lungo, dopo aver trascorso 438 giorni sulla stazione spaziale Mir Mir a metà degli anni ’90.

I commenti di Rogozin hanno lasciato “la famiglia di Vande Hei” molto preoccupata “

Sebbene Roscosmos e la NASA continuino a collaborare sulla ISS, Rogozin ha preso di mira la stazione nelle sue invettive su Twitter. Il 24 febbraio lui ha sostenuto la ISS perderebbe l’orbita e inizierebbe una caduta incontrollata sulla Terra se la Russia ritirasse le sue astronavi, che regolarmente accendono i motori per spingere la ISS più in alto, una manovra chiamata “reboost”, dopo che la stazione perde quota.

La prossima settimana, Orologio della NASA ha riferito che un media statale russo ha pubblicato un video di Roscosmos su Telegram, incluso il filmato modificato della ISS per far sembrare che i cosmonauti si stessero lasciando indietro Vande Hei. Insider non ha verificato in modo indipendente che il video provenisse da Roscosmos.

La madre di Vande Hei, Mary, ha detto La posta quotidiana domenica che Rogozin stava facendo “una terribile minaccia”.

“Quando l’ho sentito per la prima volta, ho pianto molto. È molto preoccupante. Stiamo solo pregando molto”, ha detto al Postaaggiungendo: “È davvero un peccato che sia stato politicizzato in questo modo. È un vero shock”.

La moglie di Vande Hei, Julie, è “molto preoccupata”, ha aggiunto.

“Queste minacce sono solo una persona che parla e sebbene sia il capo dell’agenzia spaziale russa, tutte le altre persone all’interno dell’agenzia spaziale sembrano molto collaborative”, ha detto il padre di Vande Hei, Tom. Postaaggiungendo: “Nostro figlio non si spaventa facilmente”.

Le astronavi Soyuz non sono più gli unici veicoli in grado di trasportare esseri umani sulla ISS. Dal 2020, la NASA utilizza le astronavi SpaceX Crew Dragon per traghettare gli astronauti da e verso la stazione.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Business Insider.

Altro da Business Insider:

.

Leave a Comment