Il lago Powell precipita oltre un livello che i gestori dell’acqua cercavano di proteggere

I livelli dell’acqua nel lago Powell, colpito dalla siccità, sono scesi al di sotto di un’altitudine che i gestori dell’acqua avevano combattuto per proteggere, oltrepassando un cuscinetto destinato a proteggere la produzione di energia idroelettrica.

Per la prima volta da quando l’acqua è salita dietro la diga del Glen Canyon negli anni ’60, la superficie del lago è scesa al di sotto dell’altitudine di 3.525 martedì, ha detto mercoledì mattina l’US Bureau of Reclamation. La diga può ancora produrre elettricità fino a quota 3.490, ma l’acqua più bassa riduce la pressione e la capacità della centrale e ulteriori cali potrebbero danneggiare le turbine.

Il nuovo minimo riflette il continuo lavoro sporco della peggiore siccità della regione in 1.200 anni, uno che si è approfondito in una mega siccità, secondo gli scienziati. L’elevata domanda d’acqua sia da parte di una popolazione regionale in crescita sia gli effetti del riscaldamento climatico promettono di continuare a sfidare i gestori dell’acqua a sostenere il secondo conto di risparmio più grande del fiume Colorado.

Leave a Comment