Il Servizio Forestale rimuove i cavalli ‘selvaggi’ dagli alpini per proteggere le specie in via di estinzione

ALPINO, AZ (3TV / CBS 5) – I servizi forestali degli Stati Uniti raccoglieranno cavalli “selvaggi” nella foresta nazionale Apache-Sitgreaves nelle Alpi a partire dal 2 marzo. 21 La rimozione dei cavalli arriva dopo che il Center for Biological Diversity, un gruppo senza scopo di lucro con sede a Tucson, ha intentato una causa contro il servizio forestale per aver violato l’Endangered Species Act. Il gruppo afferma che il servizio forestale non riesce a controllare i danni degli animali selvatici ai prati e ai ruscelli, che sono l’habitat protetto a livello federale del New Mexico Jumping Mouse.

– Dall’inizio degli anni 2000, i cavalli selvatici hanno causato gravi danni all’habitat di specie in via di estinzione e in via di estinzione in un’area tra cui la rana leopardo Chiricahua, il serpente giarrettiera dalla testa stretta, i pesciolini cobitidi e la trota Apache e il topo saltatore dei prati del New Mexico – che è in via di estinzione. Ci sono effetti indiretti sugli habitat della lumaca primaverile Three Forks e del gufo maculato messicano. La raccolta di questi cavalli selvatici è un processo in corso e necessario per la gestione responsabile delle foreste per le foreste nazionali di Apache-Sitgreaves “, ha affermato Jeffrey Todd, portavoce della foresta nazionale di Apache-Sitgreaves (ASNF).

Il Centro per la diversità biologica afferma che il topo saltatore fa molto affidamento sull’erba alta e sui ruscelli nell’area alpina, che secondo loro il bestiame non autorizzato è dannoso.

“Qual è davvero il danno che stanno facendo i cavalli? Perché quando hai alci, cervi e bovini e usano tutti la stessa area, non puoi davvero dire che sono i cavalli a fare il danno “, ha detto Simone Netherlands, un sostenitore dei cavalli selvaggi dell’Arizona. Paesi Bassi afferma che lei e altri avvocati di cavalli sono stati informati due giorni fa della retata e vorrebbero avere più preavviso. “Pensiamo che sia davvero ora che abbiamo solo sette giorni per cercare di salvare questi cavalli. Non è abbastanza tempo perché il pubblico dia il proprio contributo”.

Il servizio forestale afferma di avere un contratto per l’adescamento passivo e la cattura di cavalli selvatici non autorizzati, che secondo loro è il processo meno pericoloso per raccoglierli. Robin Silver, che è con il Center for Biological Diversity, dice che vogliono che tutti i cavalli selvaggi escano da quell’habitat, ma i servizi forestali non sanno quando saranno raccolti tutti.

“L’ASNF parte con un massimo di 20 teste. Ci sono circa 400 capi di cavalli selvatici non autorizzati. Stiamo lavorando a stretto contatto con la comunità locale, la collaborazione di base, i soccorsi multipli di cavalli, i permessi e i sostenitori dei cavalli dell’Arizona per trovare soluzioni creative “, ha affermato Todd.

Silver dice che non vogliono in alcun modo danneggiare i cavalli e hanno passato gli ultimi tre anni cercando di convincere i soldati a cavallo per aiutarli a rimuovere i cavalli. I Paesi Bassi affermano di essere stati invitati alle aste pubbliche ma hanno difficoltà a superare le offerte “uccidi gli acquirenti”.

«Il fatto è che il servizio forestale li porterà all’asta di Holbrook; ora non possono garantire a quell’asta che non saranno acquistati da acquirenti assassini “, hanno affermato i Paesi Bassi. “Non c’è modo per loro di garantire che questi cavalli non finiranno su un piatto della cena all’estero”, ha affermato l’Olanda che il suo obiettivo principale è lavorare con il servizio forestale e i gruppi di conservazione per assicurarsi che i cavalli siano trattati umanamente e non inviati fuori per il macello. “Se ce ne sono davvero 400, sarebbe ragionevole lasciarne circa 200 e trattarli con un controllo umano della fertilità, in modo che la mandria non diventi troppo grande e non eserciti troppa pressione sull’ambiente”.

I Paesi Bassi hanno detto che lei e altri avvocati di cavalli si stanno dirigendo verso l’Alpine venerdì per discutere le opzioni con il servizio forestale.

“Vorremmo davvero che il servizio forestale posponesse questa azione di intrappolare questi cavalli selvaggi fino a quando non saranno in grado di garantire che questi cavalli selvaggi dell’Arizona non finiranno nel macello”, hanno affermato i Paesi Bassi. “Vogliamo solo che tutti i cavalli selvaggi dell’Arizona siano trattati umanamente, ed è letteralmente tutto ciò che chiediamo”.

.

Leave a Comment