Pfizer chiede alla FDA di autorizzare il secondo richiamo di Covid per le persone di età pari o superiore a 65 anni

Pfizer e BioNTech hanno annunciato martedì di aver chiesto alle autorità di regolamentazione statunitensi di autorizzare un secondo richiamo del vaccino Covid-19 per le persone di età pari o superiore a 65 anni.

Se la Food and Drug Administration concede l’autorizzazione, il colpo aggiuntivo andrebbe a un gruppo di persone che sono tra quelle a più alto rischio di malattie gravi e morte per Covid.

Per una copertura completa della pandemia di coronavirus

Pfizer ha citato dati provenienti da Israele che hanno mostrato che le infezioni da Covid erano 2 volte inferiori e i tassi di malattie gravi erano 4 volte inferiori tra gli individui che hanno ricevuto una seconda dose di richiamo del vaccino, rispetto a quelli che hanno ricevuto solo un’iniezione di richiamo.

Il secondo richiamo è stato somministrato almeno quattro mesi dopo il richiamo iniziale, ha detto Pfizer.

L’azienda includeva anche dati provenienti da Israele sugli operatori sanitari che erano stati vaccinati e potenziati con il vaccino.

Questi dati hanno mostrato che i partecipanti hanno visto i titoli degli anticorpi neutralizzanti aumentare da sette a otto volte poche settimane dopo la dose di richiamo aggiuntiva.

La FDA ha autorizzato i colpi di richiamo per tutti i 12 anni e più su base di emergenza.

Numerosi studi hanno dimostrato che la protezione dalla dose iniziale di richiamo inizia a diminuire dopo diversi mesi, in particolare contro la variante omicron del coronavirus.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha dichiarato venerdì che la società era vicina a presentare i dati alla FDA su una quarta dose del suo vaccino dopo che i suoi scienziati hanno scoperto che la protezione dal primo richiamo ha iniziato a diminuire dopo tre o quattro mesi.

I Centers for Disease Control and Prevention raccomandano a tutti dai 12 anni in su di ricevere un richiamo cinque mesi dopo la seconda dose di vaccino Pfizer o Moderna o due mesi dopo aver ricevuto il vaccino Johnson & Johnson monodose.

Secondo i dati del CDC, più del 66% degli americani di età pari o superiore a 65 anni che hanno diritto a un richiamo ne ha ricevuto uno.

Se il booster Pfizer aggiuntivo è autorizzato, non è chiaro se ogni persona idonea che desidera un secondo booster sarà in grado di ottenerne uno: il governo degli Stati Uniti attualmente ha solo dosi sufficienti per le persone immunocompromesse per cercare un quarto vaccino, ha detto martedì un alto funzionario dell’amministrazione.

Gli esperti di salute hanno affermato che probabilmente saranno necessari ulteriori iniezioni, anche se non è ancora chiaro quando e con quale frequenza.

Gli esperti inoltre non sanno ancora se ogni persona avrà bisogno di una dose aggiuntiva, ma ha senso che gli anziani si facciano prima le vaccinazioni, ha affermato il dott. Anna Durbin, ricercatrice di vaccini presso la Johns Hopkins University.

“Perché sappiamo già che il loro sistema immunitario non funziona altrettanto bene e che sono a maggior rischio di malattie gravi”, ha detto.

Seguire NBC SALUTE su Twitter & Facebook.

Leave a Comment