Preoccupazioni dopo il picco del coronavirus riscontrato nei sistemi fognari statunitensi

LONG ISLAND (WABC) – Ci sono preoccupazioni per un potenziale aumento dei casi di COVID-19 poiché il CDC segnala un aumento dei livelli di coronavirus rilevati nei sistemi fognari degli Stati Uniti.

Quasi il 40% dei siti di campionamento delle acque reflue ha riportato almeno un certo aumento negli ultimi 15 giorni, più del doppio rispetto a un mese fa.

“L’abbiamo seguito da vicino, ovviamente”, ha detto il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki. “Attualmente abbiamo circa 35.000 casi in questo paese. Ci aspettiamo qualche fluttuazione, soprattutto a questo livello relativamente basso, e, certamente, che aumenterà”.

Gli esperti affermano che i dati sulle acque reflue non possono stimare il numero di casi in una comunità, ma il monitoraggio può servire come segnale di avvertimento precoce di una maggiore trasmissione, spesso rilevando un aumento dell’infezione giorni prima del conteggio dei casi positivi.

LE NOTIZIE PIÙ IMPORTANTI Sospetto arrestato per le sparatorie di 5 senzatetto a New York, DC

Nella contea di Nassau a Long Island, i livelli di COVID sono di nuovo in aumento presso l’impianto di trattamento delle acque reflue di Cedar Creek a Wantagh e presso l’impianto di trattamento delle acque di Bay Park a East Rockaway.

Anche se le risposte sono nelle acque reflue, è ancora difficile per gli scienziati individuare esattamente cosa significhino. Un’altra ondata di COVID? O un piccolo aumento del COVID con poche conseguenze mediche?

Dott. David Larsen della Syracuse University sta testando le acque reflue nello stato di New York.

“Ciò significa che c’è un aumento del virus”, ha detto. “Il fatto che ciò significhi un aumento dei ricoveri dipende dai livelli di immunità nella popolazione”.

Gli esperti suggeriscono inoltre che gli Stati Uniti potrebbero seguire l’Europa nel vedere un aumento importante dei casi della sottovariante omicron nota come BA.2, o “omicron stealth”.

Nel Regno Unito, BA.2 rappresenta ora oltre il 50% dei casi. Negli Stati Uniti, quel numero è solo del 10% circa.

Ma con BA.2 che si diffonde più velocemente di omicron, è probabile che quella percentuale aumenti.

“Probabilmente siamo circa tre o quattro settimane indietro rispetto al Regno Unito”, l’ex commissario della FDA, il dott. disse Scott Gottlieb. “Quindi, mentre il Regno Unito sta assistendo a un aumento delle infezioni in questo momento, ci addentreremo ulteriormente nella nostra primavera prima di iniziare a vederlo accadere qui”.

Gli avvertimenti arrivano pochi giorni dopo che il Congresso ha sottratto $ 15 miliardi di finanziamenti COVID da un conto di spesa.

La Casa Bianca afferma che, di conseguenza, la capacità di test potrebbe diminuire in modo significativo nelle prossime settimane e le forniture di farmaci correlati al COVID potrebbero esaurirsi.

LEGGI ANCHE Video catturato: una donna dice che un ladro ha perforato un’auto per rubare la benzina

In Cina, la variante BA.2 è già dietro la peggiore epidemia di COVID in due anni, con 51 milioni di persone ora in blocco.

La produzione in un importante hub tecnologico è stata chiusa, suscitando il timore di ulteriori ritardi nella catena di approvvigionamento globale.

“La Cina ha una popolazione molto vulnerabile a questa nuova variante e non ha impiegato vaccini efficaci contro questa particolare variante”, ha affermato l’ex commissario della FDA, il dott. disse Scott Gottlieb.

I funzionari della Casa Bianca affermano che gli Stati Uniti sono meno a rischio della Cina a causa dei vaccini mRNA, che la Cina non ha utilizzato.

PIÙ COPERTURA CORONAVIRUS COVID-19

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie sul coronavirus

Invia una domanda sul COVID

Copyright © 2022 WABC-TV. Tutti i diritti riservati.

.

Leave a Comment