Abbiamo chiesto a uno scienziato del clima i modi migliori per aiutare il pianeta

PEDESTIAN.TV ha collaborato con Bank Australia per aiutarti ad allineare le tue operazioni bancarie ai tuoi valori.

Conosciamo le statistiche. I giovani di tutto il mondo, e qui in Australia, si preoccupano del cambiamento climatico. Ci affrettiamo in strada per le proteste, ci prendiamo cura di riciclare e cerchiamo di evitare la plastica dove possiamo. Ma siamo diventati un po’ compiacenti nelle nostre azioni?

Ricorda il soffocamento che Craig Reucassel‘S Guerra ai rifiuti aveva su di noi come nazione? L’episodio in cui ha dimostrato come 50.000 tazzine di caffè da asporto – la quantità che il nostro Paese ha consumato in 30 minuti – hanno riempito un tram, mobilitando ogni uomo e il suo cane a salire su tazze riutilizzabili. Quella piccola azione è stata adottata rapidamente al punto che una tazza verde franco pastello sembrava l’accessorio più caldo del 2017.

Lo ammetto, mi sento come se avessi mantenuto alcune buone pratiche, ma non ne ho adottato molte nuove negli ultimi anni. E se anche tu senti che è passato un po’ di tempo dall’ultima volta che sei stato scosso da nuove abitudini, allora questo articolo è per te. Abbiamo parlato con Il dottor Simon Bradshawricercatore sulla scienza del clima e gli impatti presso il Climate Council, su cosa possiamo fare per intensificare il modo in cui aiutiamo il pianeta.

Capire la situazione

Cominciando dall’inizio. Per capire come possiamo aiutare, dobbiamo capire come viene fatto il danno.

P.TV: In che modo i combustibili fossili sono legati alla crisi climatica?

Dr Bradshaw: Bruciando combustibili fossili, stiamo sconvolgendo il delicato equilibrio che ha permesso alle società umane di prosperare. Più specificamente, stiamo alterando rapidamente il ciclo del carbonio, uno dei processi chiave che consentono la vita sulla terra. Il carbonio circola costantemente attraverso l’atmosfera, l’oceano, le rocce e gli organismi viventi. Bruciando enormi quantità di carbone, petrolio e gas – che sono depositi ricchi di carbonio di materia organica decomposta che si sono accumulati nel corso di milioni di anni – stiamo rilasciando un’intera quantità di carbonio nell’atmosfera in una volta, sotto forma di anidride carbonica .

Quanto sta contribuendo l’Australia alla crisi climatica globale?

Purtroppo, il contributo dell’Australia è molto maggiore di quanto molti credano e ciò che la nostra popolazione relativamente piccola suggerirebbe. L’Australia ha solo lo 0,3% della popolazione mondiale, ma è direttamente responsabile di circa l’1,3% delle emissioni globali. Questo perché le nostre emissioni pro capite sono molto elevate rispetto alla maggior parte del resto del mondo.

Inoltre, questo è prima di prendere in considerazione le enormi industrie di esportazione di combustibili fossili dell’Australia. Se si considerano le emissioni delle grandi quantità di carbone e gas che le miniere australiane bruciano all’estero, il nostro vero contributo alla crisi climatica globale diventa di gran lunga maggiore.

Ma non dimentichiamoci: essere uno dei principali contributori della crisi significa anche poter svolgere un ruolo importante nelle sue soluzioni. L’Australia ha tutto ciò di cui ha bisogno per spostare il proprio uso di energia oltre i combustibili fossili verso le energie rinnovabili, sostituendo allo stesso tempo le sue esportazioni di combustibili fossili con esportazioni pulite. In questo modo possiamo avere un grande impatto positivo sull’azione per il clima a livello globale.

Cosa possiamo fare?

Ok, quindi abbiamo usato i nostri sacchetti verdi da Woolies, abbandonando la carne il lunedì e riciclando la nostra plastica morbida, ma entriamo nelle cose più grandi. Non importa quanti soldi abbiamo, dove li mettiamo importa. E fa la differenza.

Come possiamo basarci sulle nostre abitudini di base per aiutare meglio il pianeta?

Molte delle nostre scelte di vita hanno un impatto sul clima: da cosa ricaviamo la nostra energia, cosa mangiamo, come ci muoviamo. Forse ancora più importante, il modo in cui usiamo le nostre voci e il modo in cui investiamo i nostri soldi può alla fine avere un impatto ancora maggiore.

Una delle cose più importanti che possiamo fare è educare noi stessi su ciò che è in gioco e su cosa dobbiamo fare per uscire da questo pasticcio. Il cambiamento climatico riguarda tutti noi, ma i suoi impatti non sono avvertiti allo stesso modo. Le Prime Nazioni, i giovani, le comunità rurali e molti altri gruppi specifici subiscono un impatto sproporzionato quando il mondo si scalda. Molte di queste comunità sono anche in prima linea nelle soluzioni di guida. Quindi leggere la scienza, oltre ad ascoltare storie ed esperienze vissute di comunità in prima linea, dal Pacifico all’Australia centrale, è un ottimo modo per comprendere la realtà della crisi climatica e cosa possiamo fare tutti per trovare soluzioni.

Una volta che abbiamo una comprensione di base di come i cambiamenti climatici influiscono su tutte le nostre vite e delle cose che tutti possiamo fare per aiutare a trovare soluzioni, siamo anche in una buona posizione per avere conversazioni con gli altri e incoraggiarli a intraprendere azioni positive.

Quali sono alcune delle cose più impattanti che gli individui possono fare per ridurre i combustibili fossili?

In verità, dobbiamo concentrarci sia sulle nostre azioni individuali sia su ciò che possiamo fare per influenzare le aziende e i decisori. Entrambi sono importanti.

Essere consapevoli di ciò che mangiamo (in particolare concentrandoci sul cibo sostenibile, locale e a base vegetale) e utilizzare i trasporti pubblici o camminare o andare in bicicletta può ridurre il nostro consumo personale di combustibili fossili. Inoltre, queste scelte possono anche migliorare notevolmente la nostra qualità della vita.

Passare a una banca, un fornitore di mutui e un super fondo che sta investendo nel nostro futuro di energia rinnovabile e si è impegnato a non investire denaro nei combustibili fossili, è una delle cose più efficaci che possiamo fare come individui per aiutare a guidare un’azione più forte sui cambiamenti climatici .

Guardando avanti

Dobbiamo metterci insieme per il futuro. Il dottor Bradshaw dice che c’è una semplice verità che l’azione porta alla speranza.

Cosa vorresti che gli australiani facessero in futuro?

L’Australia ha così tanto potenziale da guidare quando si tratta di affrontare il cambiamento climatico. Siamo uno dei paesi più soleggiati e ventosi del pianeta. Abbiamo il potenziale non solo per trasformare la nostra stessa economia, ma anche per aiutare a guidare l’azione ben oltre le nostre coste, sia che si tratti di fornire energia rinnovabile al mondo o di sostenere i nostri vicini mentre lavorano per adattarsi all’innalzamento dei mari e ad altri impatti dei cambiamenti climatici. Ma in questo momento i nostri leader nazionali stanno trascinando i tacchi e minimizzando sia le minacce che le opportunità.

La crisi climatica è la sfida decisiva dei nostri tempi. Mi piacerebbe vedere l’Australia davvero all’altezza della sfida, a tutti i livelli di governo, in tutta la comunità imprenditoriale e dal basso. Abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno. I veri leader – i nostri giovani, le Prime Nazioni e molte comunità locali – ci stanno già mostrando come si fa. È tempo che tutti noi seguiamo il loro esempio”.

Quindi, una cosa che tutti possiamo fare oggi nella lotta urgente contro il cambiamento climatico è capire dove stanno andando i nostri soldi. Se al momento abbiamo soldi con banche, fornitori di mutui e super fondi che investono in combustibili fossili, stiamo finanziando la parte sbagliata della lotta. Spostare quei soldi può fare una grande differenza.

Se sei pronto a fare un cambiamento ora, scopri di più sulla promessa di denaro pulito di Bank Australia, qui.

Immagine: non guardare in alto

Leave a Comment