Azioni stabili dopo l’aumento della Fed, il turno della BoE successivo

Un uomo che indossa una maschera protettiva, in mezzo all’epidemia di coronavirus (COVID-19), passa davanti a una lavagna elettronica che mostra gli indici azionari di vari paesi, tra cui l’indice Russian Trading System (RTS), che è vuoto, al di fuori di un broker a Tokyo, in Giappone, a marzo 10, 2022. REUTERS / Kim Kyung-Hoon

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

LONDRA / TOKYO, 17 marzo (Reuters) – Giovedì i mercati azionari europei hanno consolidato i forti guadagni realizzati in Asia, dopo che la Cina ha segnalato un maggiore sostegno alla sua economia in crisi e la Federal Reserve ha portato avanti il ​​primo rialzo dei tassi di interesse statunitensi in più di tre anni .

I commercianti sono rimasti colpiti dalla devastante guerra in Ucraina, ma con le speranze di un possibile accordo di pace deboli ma vive stavano anche guardando per vedere se la Banca d’Inghilterra alzerà nuovamente i tassi di interesse del Regno Unito anche in seguito. Per saperne di più

L’EuroSTOXX 600 (.STOXX) è sceso dello 0,1% dopo un rialzo iniziale. I precedenti balzi del 3,5% sia del Nikkei di Tokyo (.N225) che dei titoli dei mercati emergenti (.MSCIEF) hanno significato che il principale indice mondiale dell’MSCI (.MIWD00000PUS) era ancora in rialzo e di oltre il 6% negli ultimi tre giorni, anche se dopo un torrido iniziare l’anno.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Il continuo bombardamento dell’Ucraina da parte della Russia, devastato dalle sanzioni, ha fatto sì che i mercati delle materie prime continuassero a girare selvaggiamente con i prezzi del petrolio di nuovo sopra il livello simbolico di $ 100. Il Cremlino si è scagliato contro il presidente degli Stati Uniti Joe Biden definendo il presidente russo Vladimir Putin un criminale di guerra, ma ha detto che stava mettendo “energia colossale” nei colloqui di pace. Per saperne di più

I mercati dei metalli hanno affrontato più dramma dopo che il commercio di nichel ha dovuto essere nuovamente interrotto mercoledì al London Metal Exchange.

“La reazione sia di stamattina che durante la notte conferma che i mercati pensano che la Fed sia in linea o davanti alla curva e stia facendo la cosa giusta”, ha affermato Robert Alster, Chief Investment Officer di Close Brothers Asset Management, aumentando i tassi di interesse.

Ha aggiunto che sarebbe anche “la cosa giusta” per la Banca d’Inghilterra aumentare i tassi in seguito per il terzo incontro consecutivo, tornando al livello pre-pandemia dello 0,75%.

La BoE il mese scorso ha previsto che l’inflazione raggiungerà un picco intorno al 7,25% ad aprile – quasi quattro volte il suo obiettivo del 2% – ma tale previsione è stata superata dai cambiamenti sismici nei mercati energetici europei a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

“Il punto cruciale è che ci aspettiamo tutti che l’inflazione inizi a scendere dopo Pasqua”, ha aggiunto Alster. “Ma se ciò non accade, probabilmente tutti abbiamo bisogno di un ripristino”.

I guadagni del mercato azionario hanno seguito un’impennata del 2,2% sull’S&P 500 (.SPX) di Wall Street durante la notte.

I mercati obbligazionari nel frattempo stavano iniziando a stabilizzarsi dopo che i rendimenti dei Treasury erano aumentati ai massimi di quasi tre anni in seguito al segnale della Fed che prevedeva anche di aumentare il tasso ad ogni riunione per il resto di quest’anno per frenare in modo aggressivo l’inflazione. Per saperne di più

I titoli del Tesoro a dieci anni sono stati gli ultimi al 2,12%, mentre il rendimento del Bund a 10 anni di riferimento della Germania è scivolato indietro di 2 punti base a 0,382% dopo aver iniziato la giornata in rialzo, estendendo i guadagni della sessione precedente allo 0,408%, il massimo da novembre 2018 DE10YT = RR .

Il sentimento più ottimista degli ultimi giorni significa che ci sono “meno scuse per le banche centrali per ritardare l’inasprimento delle politiche”, hanno affermato gli strateghi dei tassi di ING in una nota ai clienti.

Aumento dell’inflazione nel Regno Unito

L’ASIA SI AUMENTA

Il dollaro, tuttavia, è rimasto indietro nei mercati valutari. L’indice del dollaro, che lo replica rispetto ad altre sei principali valute, è stato leggermente più debole a 98.476 dopo essere sceso dello 0,5% mercoledì.

Il punto in cui il dollaro ha mostrato una certa forza è stato contro la valuta giapponese, attestandosi a 118,82 yen, non troppo lontano dal massimo da oltre sei anni di 119,13 raggiunto durante la notte in mezzo a un divario di politica monetaria in aumento.

La Banca del Giappone è ampiamente vista mantenere il suo vasto programma di stimolo in atto venerdì mentre l’economia continua a farfugliare. Per saperne di più

Nel frattempo, le preoccupazioni per un forte rallentamento in Cina, che sta combattendo una diffusione dell’epidemia di COVID-19 con misure ultra restrittive, sono state attenuate dopo che il suo vicepremier Liu He mercoledì ha segnalato che erano in arrivo ulteriori stimoli.

L’indice Hang Seng di Hong Kong è salito di oltre il 5% durante la notte, aggiungendo un balzo del 9% mercoledì. I settori colpiti, tra cui la tecnologia e l’immobiliare, sono aumentati vertiginosamente, con Country Garden Services Holdings (6098.HK) e Country Garden Holdings (2007.HK) in rialzo rispettivamente del 28% e del 26% circa.

Il colosso online Alibaba (9988.HK) è balzato del 9%, le blue chips cinesi (.CSI300) hanno guadagnato il 2,3%, estendendo il rimbalzo del 4,3% del giorno precedente, mentre anche il Giappone ha registrato guadagni enormi, con il Nikkei (.N225) che è balzato del 3,5% e ha toccato un picco di due settimane.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazione di Marc Jones; Montaggio di Toby Chopra

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment