iPhone 14 con chip A15 Bionic? È tutta una questione di marketing:

Ogni anno, Apple annuncia un iPhone di nuova generazione. A volte viene fornito con un design nuovo di zecca, a volte no. Ma l’unica cosa che sappiamo per certo è che il nuovo iPhone sarà dotato di un nuovo chip, almeno fino ad ora è stato così. Voci recenti suggeriscono che alcuni modelli di iPhone 14 manterranno il chip A15 Bionic dei modelli di quest’anno. Ma perché Apple dovrebbe farlo?

Cosa dicono le voci:

Il noto analista Ming-Chi Kuo ha riferito questo mese che solo i modelli di fascia alta iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max avranno il nuovo chip “A16”, mentre i modelli di fascia media iPhone 14 e iPhone 14 Max (il il modello mini dovrebbe essere sostituito da un nuovo telefono da 6,7 ​​pollici) sarà dotato del chip A15 Bionic.

9to5Mac: ha confermato il rapporto di Kuo con fonti indipendenti, che suggeriscono anche che due dei quattro nuovi modelli di iPhone di quest’anno saranno alimentati dal chip A15 Bionic, mentre gli altri due avranno il chip Apple Silicon di prossima generazione. Tutti e due: Kuo: e: 9to5Mac: fonti suggeriscono anche che tutti i nuovi iPhone avranno 6 GB di RAM, mentre attualmente i modelli più economici sono dotati di 4 GB di RAM.

Quindi ecco come apparirà la linea di iPhone 14:

  • iPhone 14 da 6,1 pollici con chip A15:
  • iPhone 14 Max da 6,7 ​​pollici con chip A15:
  • iPhone 14 Pro da 6,1 pollici con chip A16:
  • iPhone 14 Pro da 6,7 ​​pollici con chip A16:

Ma Apple rilascerebbe un nuovo dispositivo di punta con un vecchio chip? Si scopre che l’azienda lo ha già fatto prima, e si tratta di marketing.

La strategia dietro i nomi dei chip di Apple:

Da quando l’iPhone 4 è stato introdotto nel 2010 con il primo chip personalizzato Apple chiamato “A4”, i nuovi chip successivi hanno sempre seguito la stessa nomenclatura. Abbiamo avuto A5, A6, A7 e l’elenco potrebbe continuare.

Tuttavia, nel 2012, Apple ha dovuto creare un chip ancora più potente per il nuovo iPad di terza generazione, che è stato il primo ad avere un display Retina ad alta risoluzione. Questo chip era basato interamente sul chip A5 di iPhone 4s e iPad 2, ma la nuova versione aveva una GPU quad-core mentre l’originale aveva una GPU dual-core.

Per differenziare il nuovo chip e farlo sembrare qualcosa di più potente, Apple lo ha chiamato A5X. Da allora, tutti i nuovi chip creati appositamente per l’iPad hanno avuto la “X” nel loro nome per indicare che sono più veloci grazie alla GPU più potente e più RAM. Questa strategia è stata utilizzata fino al 2018, quando Apple ha rilasciato l’iPad Pro di terza generazione con il chip A12X.

Nel 2020, invece di creare una versione più potente del chip A13 per il nuovo iPad Pro, Apple ha semplicemente riutilizzato lo stesso chip A12X dell’iPad Pro 2018, ma questa volta con un core GPU aggiuntivo abilitato. Quel cambiamento è stato sufficiente per Apple per rinominare il chip come “A12Z Bionic”.

La M1 e una nuova era per Apple Silicon:

Quando alla fine Apple ha deciso di migrare i Mac dai processori Intel al proprio silicio, ancora una volta aveva bisogno di un nome forte per sottolineare che questi chip sono ancora più potenti e diversi da qualsiasi cosa l’azienda avesse fatto prima, quindi hanno inventato il chip M1.

Tuttavia, all’interno, M1 è fondamentalmente quello che Apple avrebbe chiamato A14X in passato, poiché il chip che si trova all’interno degli ultimi iMac e MacBook Air è essenzialmente il chip A14 dell’iPhone 12 con più core CPU e GPU. Apple ha quindi creato varianti M1 Pro, M1 Max e M1 Ultra più potenti, tutte basate sullo stesso chip A14.

Il nome “M1” è diventato estremamente attraente, o pensi che avere un iPad Air con il chip M1 suoni più sorprendente di qualcosa con un chip A14X? Il punto è che Apple usa il marketing a suo favore per apportare anche le più piccole modifiche in qualcosa di più grande, e può farlo facilmente con i chip iPhone.

Quale chip ci sarà nell’iPhone 14?

Come ho notato di recente in un altro articolo, Apple ha attualmente due diverse versioni del chip A15 Bionic, sebbene non le pubblicizzino utilizzando nomi diversi. Il normale chip A15 Bionic utilizzato nei modelli iPhone 13 e iPad mini 6 ha una CPU a sei core e una GPU a cinque core con 4 GB di RAM. Tuttavia, i modelli di iPhone 13 Pro hanno un chip A15 Bionic avanzato con una GPU a sei core e 6 GB di RAM.

Questo core GPU aggiuntivo offre all’iPhone 13 Pro circa il 34% in più di potenza grafica rispetto all’iPhone 13, mentre i 6 GB di RAM assicurano che più app possano rimanere in background più a lungo.

Non sappiamo perché Apple utilizzerebbe il chip A15 nell’iPhone di prossima generazione. Ciò potrebbe essere correlato alla carenza di componenti o l’azienda si è semplicemente resa conto che la maggior parte dei consumatori medi non avrebbe nemmeno notato la differenza tra un chip A16 nuovo di zecca e l’attuale A15.

Tuttavia, quando diciamo che alcuni modelli di iPhone 14 avranno il chip A15, non significa che avrà lo stesso chip A15 dell’iPhone 13. Apple potrebbe utilizzare la versione di fascia alta del suo chip con una GPU migliore e 6 GB di RAM e chiamalo A15X, proprio come ha fatto con il chip A12Z nell’iPad Pro 2020.

Apple potrebbe persino chiamarlo chip A16 e creare un nuovo chip con un’architettura diversa chiamato A16 Pro, come ha fatto con i chip Mac. L’Apple Watch Series 7 ha la stessa CPU dell’Apple Watch Series 6, ma i chip si chiamano “Apple S6” e “Apple S7” a causa di piccole modifiche interne apportate al SoC.

Qualunque sia il chip all’interno dell’iPhone 14, il team di marketing di Apple ha sicuramente qualcosa in mente per farlo sembrare una cosa nuova di zecca.

FTC: Utilizziamo link di affiliazione automatici per guadagnare reddito. Di più.


Dai un’occhiata a 9to5Mac su YouTube per ulteriori notizie su Apple:

https://www.youtube.com/watch?v=QcoaXqC-890:

Leave a Comment