La comunità piange il riabilitatore della fauna selvatica di Catskills

Amata moglie, madre, riabilitatrice della fauna selvatica, educatrice. Questi sono tutti i modi in cui Barbara “Missy” Runyan, morta improvvisamente la scorsa settimana, è stata descritta dai suoi amici e dalla sua famiglia. I funerali sono previsti per il conservatore Catskills martedì 18 ottobre 12 a Windham.

“La sua conoscenza è eccezionale. È una perdita terribile “, ha affermato Rachel Ford, riabilitatrice di fauna selvatica autorizzata e volontaria presso il Centro FFF negli ultimi quattro anni. “Lei è una donna straordinaria e lo sarà sempre”.

Ford ha affermato che il team di volontari del centro è “concentrato ora sulla realizzazione della sua eredità ed è quello che vorrebbe: non prendersi mai un giorno libero e assicurarsi che questi animali ricevano le cure e le cure di cui hanno bisogno e meritano. Il telefono non smette mai di squillare. C’è sempre una fauna selvatica che ha bisogno di aiuto”.

La causa della morte di Runyan è sconosciuta, secondo quanto riportato da ABC News 10. In un segmento televisivo su News 10, un’altra collega riabilitatrice della fauna selvatica Maria Del Castilho ha definito il centro fondato da Runyan nel 2002 “la sua eredità e il lavoro della sua vita” e ha detto ” non c’era un animale a cui lei avesse mai detto di no, “notando che migliaia di animali erano passati per il centro nel corso degli anni.

‘Lascia che il selvaggio sia selvaggio’

Il marito di Runyan, Dave, continuerà a gestire il centro, ha detto Castilho, insieme ai suoi volontari e ai riabilitatori autorizzati, inclusa lei stessa.

Una campagna GoFundMe è stata creata dal figlio di Runyan, Michael Runyan, per continuare l’eredità di Missy Runyan attraverso la riabilitazione in corso della fauna selvatica.

“Ha fatto di tutto per assicurarsi che tutte le creature piumate e pelose avessero la possibilità di vivere la propria vita a cui appartenevano… in natura”, si legge nella pagina della raccolta fondi. Il GofundMe aveva raccolto $ 14.560 a partire da lunedì sera, eliminando il suo obiettivo di $ 5.000.

Finora più di 150 persone e organizzazioni hanno donato, incluso il Catskill Animal Sanctuary, che ha scritto che avrebbero pensato a lei quando “camminano attraverso i boschi, sentono lo strillo di un gufo o sorridono ai giovani cerbiatti che pascolano l’erba tenera su Parco del Santuario.”

Animali vivi, con sede a Middletown, chiamato Runyan un “supereroe” che era un “living, enciclopedia di conoscenze sulla fauna selvatica di respirare”, e ha aiutato molti nella Hudson Valley.

The Times Union: Hudson Valley quest’estate ha intervistato Runyan sui residenti che mettono a rischio i cervi cercando di nutrire o “aiutare” gli animali. Runyan ha detto all’epoca in cui aveva messo in campo QUASI 400 chiamate quell’estate da sola relative a Cerbiatti.

“La gente fantastica su tutte queste cose orribili che accadono nei boschi”, ha detto ad agosto. “Ma abbiamo i cervi, quindi devono sopravvivere. Fino all’incontro con gli umani che FANNO TUTTI I TESI E DANNO LORO PROBLEMI. “

Runyan ci ha detto la sua più grande speranza sarebbe per la gente a fidarsi che la natura è potente e sa come prendersi cura di sé.

“Lascia che la natura selvaggia sia selvaggia, ecco cosa rappresentava”, ha detto Ford.


Secondo un post di Facebook del FFF Center, Runyan ha salvato e rilasciato migliaia di animali nel corso della sua vita. Ha anche aperto la strada ai protocolli di trattamento della fauna selvatica, ha lanciato una campagna di difesa contro l’uso di proiettili ed esche di piombo e ha educato il pubblico sull’importanza di convivere rispettosamente con la fauna selvatica.

All’inizio di quest’anno ha riabilitato Freedom l’aquila calva, che è stata recuperata da un agente dello Stato di New York sulla New York State Thruway (I-87).

“Come amava dire Missy durante il rilascio dell’aquila, i nativi americani credevano che gli unici in grado di avvicinarsi abbastanza al cielo fossero le aquile”, si legge nel post di Facebook del FFF Center. “Ora è dall’altra parte che vola libera con le sue aquile.”

I servizi si terranno martedì 1 ottobre 12, dalle 17 alle 20 presso la Decker Funeral Home di Windham. Runyan lascia il marito, il figlio, il fratello, la cognata e le nipoti. Al posto dei fiori, la sua famiglia chiede donazioni per aiutare a mantenere viva la sua eredità e sostenere gli animali affidati alla cura del centro.

Nota: (la foto è per gentile concessione della campagna Keep Missy’s Dream Going GoFundMe.)



Leave a Comment