Le migliori foto dei premi Wildlife Photographer of the Year

I vincitori di quest’anno ci portano in giro per il mondo per vedere la fauna selvatica nei loro habitat naturali e talvolta artificiali. Un elefante che intrattiene la folla, pesci che si preparano per un bacio, ragni che si arrampicano sui muri: le foto della competizione annuale di quest’anno ispirano stupore e comprensione, gioia e riconoscimento.

Il concorso Wildlife Photographer of the Year è sviluppato e prodotto dal Natural History Museum di Londra. Ogni anno seleziona un gruppo di vincitori tra centinaia di voci e da lì seleziona un’immagine per vincere il Grand Title.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

ADAM OSWELL / Fotografo di fauna selvatica dell’anno

Quell’onore è andato al fotografo Laurent Ballasta, la cui immagine vincitrice “Creation” ha catturato le cernie che si accoppiavano sotto la luna piena nella Polinesia francese.

“Questa stagione degli amori è fugace, dura solo un’ora sotto la luna piena e con una marea calante. Decine di migliaia di cernie mimetizzate si radunano in un’area. L’acqua diventa un vigoroso caleidoscopio di corpi macchiati di marrone e bianco all’interno di una nuvola lattiginosa di uova . e spermatozoi”, si legge sul sito web del concorso.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Gil Wizen / Fotografo della fauna selvatica dell’anno

Le cernie sono attualmente elencate come “vulnerabili” nella Lista rossa dell’Unione internazionale per la conservazione della natura tra i pescatori che prendono di mira i siti di deposizione delle uova.

Rosamund “Roz” Kidman Cox, presidente della giuria, ha dichiarato in una dichiarazione che l’immagine di Ballasta “funziona su così tanti livelli: è sorprendente, energica e intrigante e ha una bellezza ultraterrena. Cattura anche un momento magico – un vero creazione esplosiva della vita – lasciando la coda dell’esodo di uova sospesa per un momento come un punto interrogativo simbolico”.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Alexander Mustard / Fotografo della fauna selvatica dell’anno

Nella dichiarazione, Doug Gurr, direttore del Museo di Storia Naturale di Londra, ha celebrato la rivelazione dell’immagine di un “mondo sottomarino nascosto, un momento fugace di affascinante comportamento animale a cui pochissimi hanno assistito”.

“In quello che potrebbe essere un anno cruciale per il pianeta, con discussioni vitali che si svolgono alla COP 15 (la Convenzione delle Nazioni Unite sulla diversità biologica) e alla COP 26 (la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici), ‘Creation’ di Laurent Ballesta è un avvincente promemoria di ciò che Rischiamo di perdere se non affrontiamo l’impatto dell’umanità sul nostro pianeta “, ha detto Gurr.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Immagini vincitrici del concorso Wildlife Photographer of the Year del Museo di Storia Naturale.

Heikki Kurkela / Fotografo di fauna selvatica dell’anno

Leave a Comment