CPW non è più l’arbitro finale della reintroduzione del lupo dopo che il tribunale ha riassegnato le specie come in via di estinzione

Colorado Parks and Wildlife ha rilasciato questa foto del primo lupo grigio nato e con un collare in Colorado giovedì 12 febbraio 10, 2022.
Eric Odell / Parchi e fauna selvatica del Colorado

Una sentenza di un tribunale federale di febbraio che ha reinserito i lupi grigi come specie in via di estinzione in gran parte degli Stati Uniti potrebbe complicare lo sforzo di reintroduzione del lupo in Colorado.

Il servizio per la pesca e la fauna selvatica degli Stati Uniti ha indicato la sua ultima intenzione di rimuovere i lupi dalla lista nel maggio 2019. Gli elettori del Colorado hanno quindi approvato la reintroduzione del lupo nel novembre 2020 e la rimozione definitiva è stata pubblicata subito dopo. Colorado Parks and Wildlife ha assunto l’autorità di gestione dei lupi nel gennaio del 2021.

Ma tre cause intentate in quel momento nel distretto settentrionale della California hanno contestato la rimozione dei lupi dalla lista e, il 12 febbraio. 10, un giudice ha annullato la regola dell’agenzia e ha riportato i lupi allo status quo che esisteva prima della sentenza.



“In sostanza, (la sentenza) affermava che il Fish and Wildlife Service ha violato l’Endangered Species Act quando ha rimosso i lupi e, per porre rimedio a tale violazione, la regola di rimozione dall’elenco doveva essere lasciata libera e rimandata”, ha affermato Lisa Reynolds, un’assistente procuratore generale dello stato, alla Colorado Parks and Wildlife Commission la scorsa settimana.

Il personale di Colorado Parks and Wildlife mantiene la sorveglianza sul lupo grigio M2101 dopo che è stato tranquillizzato e dotato di un collare GPS. L’M2101 è stato avvistato nel centro-nord del Colorado mentre viaggiava con il lupo grigio M1084 dello Snake River Pack del Wyoming.
Cortesia/Parchi e fauna del Colorado

In Colorado, la sentenza significa che i funzionari statali non sono più gli arbitri finali della reintroduzione. Invece, il Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti dovrà essere “copilota” con lo stato durante il processo e richiederà revisioni ambientali federali prima che un piano possa essere implementato.



Significa anche che le normative sul nonnismo di emergenza – metodi approvati che consentono agli allevatori di spaventare i lupi lontano dal bestiame – approvate il mese scorso devono essere riviste.

Tuttavia, Reid DeWalt, vicedirettore di CPW per le risorse acquatiche, terrestri e naturali, ha affermato che tutto ciò può ancora rientrare nella sequenza temporale approvata dagli elettori che afferma che i lupi devono essere reintrodotti entro la fine di dicembre 2023.

“Dobbiamo lavorare a stretto contatto con il Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti ora”, ha affermato DeWalt. “Sarà un grande sollevamento da tutte le nostre parti”.

Il servizio ha tentato di rimuovere i lupi dall’inizio degli anni 2000, ma ogni volta non ha avuto successo. La sentenza di febbraio non è stata inaspettata e la Reynolds ha indicato che non pensava che avrebbero presentato ricorso.

L’argomento del delisting era duplice. In primo luogo, per designare una specie in via di estinzione, deve essere una specie, una sottospecie o una popolazione distinta, e i funzionari federali della fauna selvatica hanno affermato che i lupi non sono nessuno di questi. Reynolds ha detto che ha sempre pensato che questa discussione fosse “troppo carina per metà”.

L’altro argomento è stato quando si esaminano le popolazioni in tutto il paese, ci sono lupi più che sufficienti nelle regioni delle Montagne Rocciose settentrionali e dei Grandi Laghi per garantire una popolazione sostenibile, e quindi la specie si è ripresa.

“La corte ha respinto tutte queste cose”, ha detto Reynolds.

I lupi in tutto il paese non sono necessariamente colpiti allo stesso modo dalla sentenza. I lupi in Minnesota sono stati considerati solo minacciati, il che significa che è probabile che diventino in pericolo nel prossimo futuro e torneranno a quello stato.

Negli stati delle Montagne Rocciose settentrionali del Montana, Idaho, Wyoming e nelle parti orientali dell’Oregon e di Washington, i lupi sono stati rimossi dalla lista con un atto del congresso. Questi lupi non erano elencati prima della rimozione originale e non sono ancora considerati in pericolo di estinzione ora.

La sentenza non ha alcun impatto nemmeno sui lupi messicani nel New Mexico e in Arizona. Quegli stati hanno quella che viene chiamata una sentenza 10 (j) ai sensi dell’Endangered Species Act che designa quei lupi una “popolazione sperimentale”, che offre alle agenzie una maggiore flessibilità quando cercano di ristabilirli.

Per conferire allo stato l’autorità di reintrodurre i lupi, DeWalt ha affermato che le agenzie stanno lavorando per istituire una sentenza 10 (j) in Colorado, che sarà necessaria per mettere “zampe per terra”.

Per ottenere questa sentenza, DeWalt ha affermato che la proposta dovrebbe essere sottoposta a un processo di revisione del National Environmental Policy Act, che può essere costoso e lungo.

Potrebbe costare tra $ 500.000 e $ 1 milione – pagato da CPW – e anche una tempistica accelerata prevede che potrebbe essere approvato entro dicembre. 15, 2023, appena 16 giorni prima che i lupi debbano essere reintrodotti per legge.

Ma DeWalt ha detto che sente di sapere abbastanza su come sarà il piano dello stato per iniziare questo processo ora, anche se una bozza di quel piano non sarà presentata alla Commissione CPW fino a dicembre. La speranza è di assumere un appaltatore per il processo NEPA entro maggio.

Il cambiamento in chi governa i lupi ha un impatto anche sui regolamenti di emergenza che la commissione CPW ha approvato nella sua riunione di gennaio. Una lettera del direttore regionale Matt Hogan del Fish and Wildlife Service statunitense, inviata a CPW all’inizio di questo mese, affermava che molti dei metodi di nonnismo approvati sono accettabili per loro.

Tuttavia, la lettera non elenca l’uso di progetti non letali come i proiettili di gomma come metodi di nonnismo accettabili come faceva il regolamento di CPW, sebbene si noti che l’elenco non era esaustivo.

“Dovremo esaminare la regola approvata e se rimane in vigore”, ha detto DeWalt.

Leave a Comment