Una nuova data di lancio per Axiom, la missione privata della ISS, chiude una frenetica settimana di notizie per lo spazio

Una compagnia privata invierà per la prima volta una missione sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Almeno, alla fine lo farà.

Venerdì, la società dietro il progetto ha annunciato un altro ritardo. La startup Axiom Space e il partner di lancio SpaceX “stanno ora puntando non prima del 3 aprile” per lanciare la missione. Il lancio era inizialmente previsto per lo scorso ottobre.

Secondo l’annuncio, la società afferma di aver bisogno di più tempo “per completare l’elaborazione finale del veicolo spaziale prima della missione”, secondo la dichiarazione.

Interessantel’annuncio è arrivato proprio quando il nuovo (e gigantesco) razzo SLS della NASA, che l’agenzia spera alimenterà le missioni sulla Luna e su Marte, ha fatto il suo straordinario debutto sul trampolino di lancio.

Anche questa settimana: Venerdì, la NASA ha annunciato una data di lancio per il 19 aprile 2022 per la missione SpaceX Crew-4 sulla ISS. La missione porterà tre astronauti della NASA e un astronauta dell’ESA a bordo di una nuova capsula SpaceX Crew Dragon, che sarà lanciata da un razzo Falcon 9. La data di lancio di Crew-4 era stata fissata per il 15 aprile.

Chi può dimenticare che è stato solo due giorni fa quando il fondatore di SpaceX Elon Musk ha raddoppiato una previsione del 2029 per inviare umani su Marte.

Axiom Mission 1 farà la storia della ISS

La missione trasporterà un equipaggio di quattro persone in un viaggio di 10 giorni verso la ISS e ritorno. Gli astronauti decolleranno dal Kennedy Space Center della NASA in Florida. Faranno il viaggio a bordo di una navicella spaziale SpaceX Crew Dragon, che sarà spinta nello spazio su un razzo Falcon 9 Block 5.

La navicella trascorrerà otto giorni a bordo della ISS, che orbita attorno alla Terra a circa 250 miglia sopra la superficie del pianeta. La NASA addebita una tariffa di $ 35.000 a persona al giorno per occupare la ISS. L’equipaggio non sarà il primo privato cittadino a fare una passeggiata spaziale; tale distinzione andrà ai membri del programma Polaris, che verrà lanciato a novembre 2022.

Al termine della fase della missione, torneranno sulla Terra a bordo della Crew Dragon e si schiantano nell’Oceano Atlantico.

Astronauti e miliardari

La missione è una combinazione di astronauti professionisti e facoltosi entusiasti dello spazio. L’astronauta ispano-americano e allume della NASA Michael López-Alegría guiderà la missione e il pilota di caccia israeliano Eytan Stibbe fungerà da pilota.

Anche l’investitore immobiliare americano Larry Connor e il dirigente d’azienda canadese Mark Pathy faranno il viaggio.

La compagnia afferma che i due passeggeri miliardari – che hanno pagato ciascuno 55 milioni di dollari per unirsi all’equipaggio – non faranno il turista.

La missione “non è al 100% una vacanza per questi ragazzi”, ha detto López-Alegría alla rete commerciale via cavo CNBC. Dice che trascorreranno la missione “lavorando su programmi di volo” e “collaborando con varie istituzioni, ospedali e altri enti di ricerca, oltre a [doing] sensibilizzazione mentre sono lassù”.

Inizialmente l’attore Tom Cruise doveva unirsi alla troupe per girare le scene del primo film mai girato nello spazio. L’allora amministratore della NASA Jim Bridenstine sperava che il film avrebbe “ispirato una nuova generazione di ingegneri e scienziati”. Cruise dovrebbe fare il viaggio – e girare il film – in una missione successiva.

Il primo passo di un piano più grande

Questa missione sulla ISS è solo il primo di molti ambiziosi obiettivi della startup, fondata dall’ex program manager della NASA per la ISS e da un ingegnere-imprenditore che ha lavorato a stretto contatto con l’agenzia. In definitiva, l’azienda spera di costruire la prima stazione spaziale di proprietà privata. Ha raccolto ben oltre 150 milioni di dollari in investimenti privati ​​per trasformare quell’ambizione in realtà.

Se l’impresa avrà successo, la nuova stazione spaziale potrebbe essere un hub per la scienza, la ricerca e lo sviluppo, il turismo e la produzione che richiedono una bassa gravità.

López-Alegría afferma che questa missione è un passo fondamentale successivo.

Questo è davvero rivoluzionario e penso che sia molto importante che la missione abbia successo e sia sicura perché stiamo davvero aprendo la strada affinché molte cose accadano dopo di noi “, dice.

.

Leave a Comment