Zampe bruciate, orsi affamati: la corsa per aiutare gli animali feriti dagli incendi | Animali selvatici

TIl cucciolo d’orso emaciato stava camminando lungo una strada di montagna attraverso la Sierra Nevada bruciata quando i vigili del fuoco lo hanno individuato. Le sue zampe sembravano bruciate e sembrava solo. C’era poco che i vigili del fuoco potessero fare, ma chiamare il Wildlife Disaster Network.

Il gruppo di veterinari volontari in caso di catastrofi cura gli animali feriti dai devastanti incendi in California. La rete, e altri gruppi simili, quest’anno sono più occupati che mai, poiché gli incendi dilaniano lo stato a un ritmo sorprendente.

“Il cucciolo era sottopeso e sembrava malnutrito. Aveva segni di ustioni su tutte e quattro le zampe. Abbiamo tirato fuori una trappola ed è caduto proprio lì “, ha detto il dottor Eric Johnson, un veterinario del Wildlife Disaster Network che ha risposto alla chiamata dei vigili del fuoco. “Abbiamo lavato e ripulito le sue ustioni e abbiamo stabilito che aveva buone possibilità di sopravvivenza con la riabilitazione e le cure mediche”.

Un cucciolo d’orso ferito nell’incendio di Dixie. Fotografia: Chelsea Stein Engberg / Per gentile concessione di Gold Country Wildlife Rescue

La rete è una partnership tra la scuola veterinaria della UC Davis e il dipartimento della pesca e della fauna selvatica della California. Di solito riceve chiamate dai primi soccorritori situati nelle zone incendiate, quindi richiede l’autorizzazione ai funzionari per cercare la fauna selvatica ferita. Una volta catturati, gli animali vengono trasportati in strutture di soccorso per animali dove a volte trascorrono mesi a ricevere cure e riprendersi dalle ferite riportate.

La semplice localizzazione degli animali, tuttavia, è spesso un compito estenuante e che richiede tempo.

“Alcuni di questi giorni comportano un’escursione da 10 a 15 ore attraverso la cenere fino alla vita nella zona rossa”, ha detto Johnson. “A volte possiamo passare un’intera giornata a cercare un animale e non trovarlo”.

I volontari del gruppo hanno trascorso circa 12 ore lavorando sul fuoco dell’antilope di quasi 65.000 acri (26.000 ettari) nella contea di Siskiyou, dove hanno contato gli animali morti e feriti e hanno cercato la fauna selvatica che avrebbero potuto aiutare.

I veterinari mettono bende per la pelle di tilapia sulle zampe bruciate di una lince rossa.
I veterinari mettono bende per la pelle di tilapia sulle zampe bruciate di una lince rossa. Fotografia: Chelsea Stein Engberg / Per gentile concessione di Gold Country Wildlife Rescue

Pochi giorni dopo Johnson e altri con la Wildlife Disaster Network andarono a trovare il cucciolo d’orso, ferito nell’incendio di Dixie di 700.000 acri (283.000 ettari). Usando un binocolo, lo hanno individuato su un albero a circa mezzo miglio da dove i vigili del fuoco lo avevano inizialmente visto vicino a Taylorsville.

“È un enorme sollievo per noi quando troviamo effettivamente gli animali”, ha detto Johnson. “La comunità e i primi soccorritori si attaccano davvero a questi animali. La fauna fa parte della comunità”.

Quest’anno la California ha già visto 6.600 incendi che complessivamente hanno bruciato quasi 1,5 milioni di acri (607.000 ettari), distrutto 1.852 strutture e ferito un numero incalcolabile di animali.

Gold Country Wildlife Rescue, un’organizzazione no-profit che riabilita e libera la fauna selvatica ferita, sta curando più animali salvati dalle zone di incendi insieme a uccelli, scoiattoli e volpi che non sono stati feriti negli incendi. Si prende cura di due cuccioli di orso, incluso l’orfano dell’incendio di Dixie e una lince rossa ferita nell’incendio di lava.

Il dottor Jamie Peyton si prende cura di un cucciolo d'orso ferito nell'incendio dell'antilope.
Il dottor Jamie Peyton si prende cura di un cucciolo d’orso ferito nell’incendio dell’antilope. Fotografia: per gentile concessione di Gold Country Wildlife Rescue

In genere, il salvataggio vede più feriti da incendi in autunno, ma questa estate è stata straordinariamente impegnata, ha affermato Sallysue Stein, fondatrice e direttrice esecutiva del gruppo. “A volte sono così critici che devi somministrare loro alcuni giorni con liquidi e antibiotici”, ha detto Stein. “Daremo loro qualche giorno per vedere se possono rimbalzare e rigenerarsi”.

Gli animali salvati ricevono trattamenti come campi elettromagnetici pulsati e terapie laser fredde, agopuntura, una crema per ustioni appositamente formulata e bende per la pelle di tilapia, che secondo Stein hanno aiutato alcuni animali gravemente feriti a riprendersi abbastanza da essere rilasciati in natura.

Durante l’incendio del campo del 2018, il salvataggio ha preso una lince rossa con ustioni di quinto grado alle zampe che sembravano insopportabili, ha detto Stein, ma con la cura del dottor Jamie Peyton con il Wildlife Disaster Network e l’uso di bende per la pelle di tilapia, l’animale ha creato una piena guarigione.

“La prima volta che l’abbiamo visto è stato di venerdì e abbiamo messo la pelle di pesce e lunedì… non si vedeva nessun osso. C’era del tessuto su tutte le ferite “, ha detto Stein. “Era incredibile.”

Una lince rossa si riprende al Gold Country Wildlife Rescue.
Una lince rossa si riprende al Gold Country Wildlife Rescue. Fotografia: Chelsea Stein Engberg / Per gentile concessione di Gold Country Wildlife Rescue

Ci sono migliaia di animali feriti che hanno bisogno di aiuto, ha detto Stein. È difficile vedere gli animali soffrire, ha aggiunto, ma il salvataggio e i veterinari sono ricompensati vedendoli riprendersi e tornare in natura.

“Mettiamo da parte la nostra tristezza e ci concentriamo su ciò che possiamo fare per aiutare quell’animale. È una sfida”, ha detto. “Le linci rosse sono animali molto attivi che vogliono strapparti la faccia. Mentre ci stiamo lavorando, sono sedati. È un privilegio stare vicino agli animali. Il tempo e la cura riposta in questi animali per riportarli allo stato brado è incredibile da vedere”.

Il cucciolo d’orso orfano dell’incendio di Dixie che è stato ammesso al Gold Country Wildlife Rescue sta ricevendo fluidi IV e i veterinari stanno curando le sue ustioni di secondo e terzo grado con miele di manuka di grado medico. Sono ottimisti sulla sua guarigione. Non ha avuto molto appetito, dice il salvataggio, ma gli piace il melone.

Leave a Comment