Gli scienziati ritengono che potrebbe esserci un “anti-universo” accanto al nostro, dove il tempo scorre all’indietro

Una teoria folle suggerisce che potrebbe esserci un “anti-universo” che corre indietro nel tempo prima del Big Bang.

Il concetto, spiegato in un documento accettato per la pubblicazione sulla rivista Annali di fisica, Suggerisce che la ragione di questo universo è perché ci sono simmetrie fondamentali in natura, come carica, parità e tempo. Questa simmetria fondamentale è nota come simmetria CPT.

Le interazioni fisiche generalmente obbediscono a queste simmetrie, ma i fisici non hanno mai osservato simultaneamente una violazione di queste leggi della natura. I ricercatori ipotizzano che mentre questa simmetria si applica alle interazioni, potrebbe anche applicarsi all’intero universo.

In quanto tale, per preservare questa simmetria, potrebbe esserci un cosmo speculare per bilanciare il nostro.

Le conseguenze per questo universo esistente potrebbero spiegare la materia oscura. Attualmente sono noti tre tipi di neutrini: neutrini elettronici, neutrini muonici e neutrini tau, che ruotano tutti nella stessa direzione verso sinistra. I fisici si sono chiesti se potessero esserci neutrini che ruotano a destra, ma non li hanno mai rilevati.

Un universo inverso richiederebbe l’esistenza di uno di questi nuovi tipi di neutrini, ma non sarebbe rilevato negli esperimenti di fisica e potrebbe interagire con l’universo solo attraverso la gravità, in modo simile alla materia oscura.

Se fosse vero, il numero di neutrini che ruotano a destra nel nostro universo sarebbe sufficiente per spiegare i fisici della materia oscura che i fisici della materia oscura hanno rilevato, riferisce Live Science.

Anche se non saremmo mai in grado di accedere a questo universo, perché esiste prima del Big Bang, gli scienziati possono verificare l’ipotesi. Predicono che i tre tipi di neutrini conosciuti sarebbero anche le loro stesse antiparticelle (in contrasto con gli elettroni, ad esempio, le cui antiparticelle sono i positroni). Questa classificazione è nota come particelle di Majorana; attualmente, gli scienziati non sanno se i neutrini abbiano questa caratteristica.

Inoltre, uno di questi nuovi tipi di neutrini dovrebbe essere privo di massa – e se i fisici fossero mai in grado di misurare in modo definitivo la massa di queste particelle subatomiche e scoprire che non ne hanno, rafforzerebbe questa teoria.

Infine in questo modello non si è verificata l’inflazione, l’espansione naturale dell’universo. I fisici ritengono che l’inflazione abbia avuto un tale effetto sullo spazio-tempo che le onde gravitazionali hanno inondato l’universo, ma in questo universo alternativo non dovrebbero esistere onde. Durante gli esperimenti, se le onde gravitazionali primordiali non vengono trovate, ciò potrebbe rivelare che un modello di universo a specchio CPT è accurato.

Leave a Comment