Sito della diga di Bonneville sul fiume Columbia aggiunto all’elenco di Superfund

Il Corpo degli ingegneri dell’esercito americano per anni ha scaricato rifiuti tossici sull’isola e nel fiume, contaminando il pesce catturato e mangiato dall’uomo.

SPOKANE, Wash. – Giovedì l’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti ha aggiunto l’isola di Bradford e le acque circostanti del fiume Columbia all’elenco Superfund dei siti di rifiuti tossici, avviando il processo per l’eventuale bonifica dell’area.

Il Corpo degli ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti, che opera vicino alla diga di Bonneville, per anni ha scaricato rifiuti tossici sull’isola, situata a 40 miglia (63 chilometri) a est di Portland, nell’Oregon, e in una parte del fiume. Quei rifiuti contaminavano il pesce catturato e mangiato dagli esseri umani.

La disabitata Bradford Island fa parte del complesso federale della diga di Bonneville sul fiume Columbia, che divide Washington e l’Oregon.

CORRELATI: Il pacchetto di trasporto dello Stato di Washington include $ 1 miliardo per il nuovo ponte I-5

“Questo è un giorno pieno di speranza per le comunità lungo il fiume Columbia”, ha affermato l’amministratore dell’EPA Michael Regan nell’annunciare la decisione.

Il senatore degli Stati Uniti Jeff Merkley, D-Ore., Ha detto che il sito è stato contaminato per decenni da PCB cancerogeni.

“Musica per le mie orecchie”, ha detto Merkley della decisione dell’EPA di iniziare quello che dovrebbe essere un lungo processo di pulizia. “Facciamolo”.

Washington Gov. Jay Inslee e il governatore dell’Oregon. Anche Kate Brown, entrambe democratiche, ha elogiato la decisione dell’amministrazione Biden.

“Apprezziamo la leadership del presidente”, ha detto Inslee.

Rep. USA Earl Blumenauer, D-Ore., Ha detto di aver lavorato per ottenere una decisione di pulizia per più di due decenni e temeva che il lavoro avrebbe richiesto altrettanto tempo.

“Dopo 26 anni è chiaro che non possiamo permetterci di rilassarci”, ha detto.

Gerald Lewis, un consigliere tribale della nazione Yakama, ha affermato che lo stile di vita tradizionale della tribù è stato degradato dall’inquinamento dei pesci che è una parte importante della loro dieta.

“Il nostro obiettivo è un pesce pulito, sano e sicuro da mangiare”, ha affermato.

“Questa è una grande vittoria per le persone che fanno affidamento su una Columbia pulita”, ha affermato Lauren Goldberg, direttore legale del gruppo ambientale Columbia Riverkeeper. “Con un elenco Superfund, possiamo finalmente affrontare il problema dell’inquinamento”.

CORRELATI: Il gruppo di conservazione fa causa al Corpo degli ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti per aver inquinato il fiume, uccidendo il salmone

Il Corpo degli ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti ha utilizzato l’isola come discarica per 40 anni e ha smaltito le apparecchiature elettriche nel fiume Columbia, provocando la contaminazione da bifenili policlorurati tossici o PCB.

La nazione Yakama e gli stati dell’Oregon e di Washington negli ultimi anni hanno chiesto all’EPA di assumere il controllo della pulizia in stallo.

La decisione dell’agenzia di aggiungere Bradford Island all’elenco Superfund, riservato ai siti più contaminati della nazione, porterà a ulteriori finanziamenti e ridurrà le minacce alla salute pubblica e all’ambiente, ha affermato Goldberg.

L’isola di Bradford e le acque circostanti sono zone di pesca per più tribù di nativi americani, nonostante gli avvisi avvertono le persone di non mangiare il pesce trovato in quella parte del fiume come la spigola e lo storione.

I pesci catturati vicino all’isola contengono i livelli più alti di PCB nel nord-ovest degli Stati Uniti, hanno affermato i funzionari.

L’Oregon Health Authority e il Washington Department of Health hanno emesso avvisi sui pesci avvertendo le persone di non mangiare pesce pescato vicino all’isola di Bradford, ma ciò non ha impedito alle persone di catturare e consumare il pesce.

Leave a Comment