I gruppi sanguigni australiani stanno diventando più positivi e questo potrebbe cambiare il modo in cui vengono eseguite alcune trasfusioni di emergenza

Più della popolazione australiana ha un gruppo sanguigno positivo oggi rispetto alla metà degli anni ’90, secondo nuovi dati.

Un trio di ricercatori della Croce Rossa australiana Lifeblood ha analizzato i gruppi sanguigni di oltre un milione di persone in tutto il paese e ha scoperto che anche i tassi di un paio di gruppi sanguigni tradizionalmente rari sono aumentati di alcuni punti percentuali.

I risultati dell’audit del gruppo sanguigno sono stati pubblicati sul Medical Journal of Australia.

Rena Hirani, che ha guidato lo studio, afferma che le informazioni sul cambiamento dei gruppi sanguigni della nazione non solo danno alle organizzazioni di donazione di sangue un’idea migliore di ciò che possono raccogliere dalla comunità, ma possono anche influenzare il modo in cui vengono eseguite le trasfusioni di sangue di emergenza lungo il percorso .

“Ora possiamo iniziare a fare dei progetti per il futuro [such as] programmi di sensibilizzazione a varie comunità diverse per diversificare la rappresentazione culturale dei nostri donatori di sangue”, ha affermato il dottor Hirani.

“Se l’Australia continua… a diventare più positiva, allora penso che potremmo forse guardare a come il sangue positivo potrebbe diventare il tipo universale che usiamo in alcune emergenze”.

Cosa c’è dietro questo cambiamento di gruppo sanguigno?

Come il colore degli occhi, il tuo gruppo sanguigno è ereditato e si riferisce alla presenza o all’assenza di determinate molecole, chiamate antigeni, sparse sulla superficie dei globuli rossi.

Quando vediamo i gruppi sanguigni scritti come, diciamo, “O positivo” o “AB negativo”, questo fornisce informazioni su due diversi sistemi di gruppi sanguigni.

.

Leave a Comment