Il nuovo filatore di denaro cinese? Mentre la ISS va in pensione, Pechino renderà la sua stazione spaziale aperta alle attività commerciali

La Cina mira a completare la costruzione della sua stazione spaziale di Tiangong e renderla operativa entro la fine di quest’anno. Un nuovo rapporto afferma che Pechino spera di trasformarlo in un filatore di denaro, oltre a usarlo come fulcro di varie attività spaziali.

Secondo un alto funzionario del programma di volo spaziale umano, la Cina prevede di aprire la sua stazione spaziale a missioni e attività commerciali.

“Quando la nostra stazione spaziale sarà completata e funzionante, incoraggeremo attivamente il settore privato a impegnarsi nello spazio in vari modi”, ha detto di recente alla China Central Television Zhou Jianping, capo progettista del programma di volo spaziale umano cinese.

“Ci sono molte possibilità. Ci auguriamo che ci saranno attori spaziali commerciali competitivi ed efficienti in termini di costi che parteciperanno ad aree comprese le applicazioni spaziali e lo sviluppo delle risorse spaziali. Le prospettive sono buone “, ha detto Zhou.

L’anno scorso, le società di lancio cinesi hanno iniziato a citare la stazione spaziale di Tiangong come una potenziale opportunità di business. Ciò sembra essere in risposta alla richiesta di idee della China Manned Space Agency (CMSA) nel gennaio 2021 per metodi di trasporto merci a basso costo per la stazione spaziale.

Immagine del file: Saion spaziale cinese

Inoltre, è pertinente notare che la Cina intende utilizzare un primo stadio riutilizzabile nel suo veicolo di lancio dell’equipaggio di prossima generazione per le missioni sulla stazione spaziale e sulla luna. Il nuovo razzo è necessario per fornire un’opzione di lancio riutilizzabile per astronauti o merci verso la stazione spaziale di Tiangong, mentre una versione più grande consentirebbe alla Cina di inviare equipaggi sulla luna e nello spazio profondo.

Ciò consentirebbe potenzialmente una maggiore innovazione e concorrenza tra la comunità scientifica e le start-up cinesi.

L’annuncio è stata la prima indicazione che le imprese commerciali potrebbero essere autorizzate a partecipare al progetto della stazione spaziale nazionale. La mossa ricorda i precedenti progetti cargo commerciali della NASA.

Nel 2005, la NASA aveva formato una società di Commercial Cargo Project per incoraggiare l’industria a fornire l’accesso all’orbita terrestre bassa (LEO) e alla Stazione Spaziale Internazionale per supportare la sua visione dell’esplorazione spaziale.

Nel 2020, l’agenzia spaziale statunitense ha celebrato due decenni di astronauti che vivono a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. La NASA sta cercando società private per costruire e distribuire ulteriori habitat di volo libero in LEO man mano che il laboratorio di ricerca galleggiante invecchia.

Nel 2021, la NASA ha annunciato l’iniziativa Commercial LEO Destinations (CLD), con l’intenzione di concedere fino a $ 400 milioni in totale a quattro aziende nel quarto trimestre del 2021 per iniziare a sviluppare stazioni spaziali private.

ESA - Dov'è la Stazione Spaziale Internazionale?
Stazione Spaziale Internazionale (foto d’archivio / ESA)

L’agenzia spaziale americana spende circa 4 miliardi di dollari all’anno per gestire la ISS. Inoltre, la ricerca e la costruzione della ISS è costata un totale di 150 miliardi di dollari, con la NASA che ha pagato la maggior parte del conto. Anche Russia, Europa, Giappone e Canada hanno contribuito con fondi a questo progetto. La NASA ha rivelato l’anno scorso che si stima che il programma dell’equipaggio commerciale abbia fatto risparmiare all’agenzia tra $ 20 e $ 30 miliardi, ha riferito la CNBC.

La decisione della Cina di avviare operazioni commerciali su Tiangong è particolarmente significativa in quanto è destinata a diventare l’unica stazione spaziale dopo il ritiro della ISS nel 2030.

“Il coinvolgimento commerciale nello spazio è stato nella mente di tutti in patria e all’estero. Ciò dimostra la crescente importanza del settore spaziale per la scienza e lo sviluppo economico “, ha affermato Zhou.

Le crescenti ambizioni spaziali della Cina

La stazione spaziale di Tiangong sarà completata quest’anno. Sono previsti sei lanci per aggiungere due moduli scientifici al modulo centrale di Tianhe in orbita, oltre a due veicoli spaziali cargo e due missioni con equipaggio (Shenzhou 14 e 15).

La stazione di Tiangong dovrebbe durare almeno dieci anni in LEO. È probabile che anche gli astronauti di altri paesi visitino la stazione a tre moduli a forma di T.

La NASA ha anche cercato modi per monetizzare l’utilizzo della ISS negli ultimi anni. Nel dicembre 2021, l’agenzia ha annunciato la selezione di tre società, che avrebbero ricevuto oltre 400 milioni di dollari in fondi governativi per accelerare lo sviluppo di stazioni spaziali commerciali nell’ambito dei piani di transizione della ISS.

Gli Stati Uniti ei loro alleati erano recentemente fuggiti discutendo della possibilità di estendere l’uso della ISS oltre il 2030. L’invasione russa dell’Ucraina e le risposte occidentali ad essa, tuttavia, hanno spinto il presidente di Roscosmos a minacciare di ritirare Mosca dal progetto.

Immagine
Stazione Spaziale Internazionale (via Twitter)

La Cina sta anche invitando una maggiore cooperazione straniera nelle operazioni delle stazioni spaziali, secondo Zhou. “So che molti scienziati e ingegneri stanno esaminando da vicino opportunità per fare esperimenti nel laboratorio spaziale cinese. È una cosa grandiosa “, ha detto Zhou.

“CMSA ha affermato molte volte che siamo attivi nel promuovere l’apertura per il laboratorio spaziale cinese, ed è aperto a scienziati e ingegneri nazionali e internazionali”.

Si vocifera che l’attività commerciale sulla ISS, così come le società che costruiscono le proprie stazioni spaziali, possano confrontarsi con un nuovo avversario nell’imminente Tiangong cinese.

Jeff Manber, CEO della società spaziale privata Nanoracks, ha affermato che la sua azienda ha già perso affari a causa della Cina e della sua stazione spaziale durante una presentazione alla conferenza di ricerca e sviluppo della ISS il 4 agosto.

Tuttavia, non ha menzionato chiaramente chi fosse il cliente o cosa stessero pianificando. Nanoracks sta attualmente operando sulla ISS, svolgendo esperimenti e carichi utili esterni, oltre a utilizzare la stazione come piattaforma di lancio per piccoli satelliti.

Detto questo, c’è una forte concorrenza tra Cina e Stati Uniti fino al ritiro della ISS. E Pechino non si preoccupa delle sue ambizioni di spazio commerciale una volta che Tiangong sarà pienamente operativa.

Leave a Comment