Wildlife tracker pubblica una guida sul campo al comportamento dei mammiferi terrestri di NE

Kathy Dean ha trascorso la sua vita legata alla vita all’aria aperta. Nei suoi primi anni, attraverso avventure come arrampicata su roccia, alpinismo e viaggi nella natura selvaggia, Dean si è sempre trovata a godersi e sentirsi rinvigorita dal mondo naturale. Continua a onorare quell’amore, anche se negli ultimi 20 anni ha cambiato ritmo.

“È stata un’evoluzione per me, rallentare e prestare maggiore attenzione al paesaggio in cui mi sto muovendo”, ha detto Dean. “Questo ha approfondito la mia comprensione del mondo naturale e mi nutre profondamente”.

Questo capitolo della vita di Dean è stato dedicato all’esplorazione basata sulla natura del monitoraggio della fauna selvatica e dell’educazione all’aria aperta. Oltre due anni e mezzo fa, l’idea di creare una sua guida sul campo è nata da questo periodo orientato ai dettagli insieme alla fauna selvatica. Quando la pandemia di coronavirus ha causato arresti anomali l’anno scorso, è stata finalmente in grado di impegnarsi a completarla.

La guida, chiamata “Guida sul campo abbreviata al comportamento dei mammiferi: regione del New England”, è stata completata a giugno e include 30 diverse specie di mammiferi terrestri del New England, dal toporagno nordico dalla coda corta all’alce. Ogni descrizione animale include attività, habitat, comunicazione, cibo, anatomia e sensi, allevamento, gestazione e nascita, dispersione dei piccoli e varie.

“Era qualcosa che desideravo esistesse, qualcosa che fosse portatile e di facile accesso, che potevo svolgere sul campo con me e aprirmi quando avevo domande sul comportamento degli animali”, ha detto Dean.

Mentre continuava a scrivere, quella che una volta era una risorsa destinata all’uso personale è diventata uno strumento che ha capito potrebbe essere utilizzato da altri: studenti, cacciatori, altri inseguitori e naturalisti erano alcuni dei gruppi che ha nominato, tra gli altri appassionati di conservazione e fauna selvatica.

Quando insegna, ha aggiunto, le domande sorgono sia da se stessa che dai suoi studenti e una guida sul campo su misura per ciò che specificamente stanno vivendo potrebbe essere una risorsa utile per accedere alle informazioni che non necessariamente porta con sé in ogni momento.

Dean possiede una certificazione di tracciabilità e segnaletica CyberTracker di livello III per la regione del New England – un programma di formazione e certificazione di monitoraggio della fauna selvatica e ecologia di livello professionale – e offre i propri programmi educativi di gruppo e personalizzati basati sulla natura. Dean vive nel Massachusetts occidentale dal 1982 e si collega a un livello profondo con la terra, la flora e la fauna della zona.

Il monitoraggio del suo lavoro, ha spiegato Dean, implica prestare attenzione al paesaggio intorno a lei, notare i disturbi e indagare su cosa potrebbe averli causati. Dalle evidenti tracce di volpi nella neve, a un orso poco appariscente che segna su un albero, ogni pezzo del paesaggio ha un significato nel contesto di un determinato habitat.

“Gran parte del tempo che la maggior parte di noi trascorre nella natura, non siamo consapevoli del fatto che condividiamo quel paesaggio con molti altri animali non umani, perché sono discreti”, ha detto Dean. “Sono un investigatore – amo cercare il loro segno e poi quando lo trovo, cercare di capire cosa stesse facendo quell’animale”.

La natura offre a Dean una forma di conforto che non trova da nessun’altra parte, e il suo monitoraggio del lavoro non fa che aumentare il suo apprezzamento per la sua esistenza. Avere l’opportunità di capire di più su come vivono questi animali “migliora e approfondisce” il suo rispetto per loro, e le ricorda costantemente la natura condivisa, umana e animale, del pianeta.

“È davvero difficile esprimere a parole la sensazione di pace che deriva dall’apprezzamento per i succhi della natura e le interrelazioni che esistono nel mondo naturale”, ha riflettuto Dean.

“C’è qualcosa di molto rassicurante in questo, specialmente ora con tutti i grandi cambiamenti climatici che il nostro pianeta sta attraversando, è come un’ancora per me”, ha continuato.

La preoccupazione per il cambiamento climatico aleggia sull’amore e sul rispetto di Dean per il mondo naturale. Spera che la sua guida sul campo contribuisca in qualche modo al desiderio delle persone di proteggere più terre selvagge, sia attraverso la conservazione che la designazione di conservazione, perché gli stessi mammiferi terrestri di cui segue e di cui scrive si basano su quell’area in continua contrazione.

“Gli animali, in particolare i mammiferi terrestri, hanno bisogno di tracce contigue di natura selvaggia per sopravvivere”, ha detto Dean. “Se i loro habitat vengono frammentati, frantumati e rimpiccioliti, sta esercitando molta pressione su di loro e non prospereranno o sopravviveranno”.

Lo stesso desiderio di proteggere la terra che Dean nutre, desidera crescere tra i suoi lettori. Incoraggiando le persone a imparare dalle loro esperienze personali di essere dentro e, in definitiva, volendo proteggere e rispettare la natura, spera che più individui possano investire in contributi tangibili per rallentare il cambiamento climatico.

“La mia speranza è che le persone si sentano ispirate dal mondo naturale e che vogliano trascorrere più tempo nella natura, rallentando e prestando attenzione a ciò che è là fuori”.

Visita il sito Web di Dean all’indirizzo www.trottingfoxprograms.com per saperne di più e ottenere la tua copia della “Guida sul campo abbreviata al comportamento dei mammiferi: regione del New England”.

.

Leave a Comment