Il resort Disney di Shanghai è stato chiuso a causa di infezioni locali da COVID record giornaliere

I membri del personale che indossano maschere facciali si trovano fuori dal parco a tema Shanghai Disneyland mentre riapre dopo una chiusura a causa dell’epidemia di coronavirus (COVID-19), allo Shanghai Disney Resort a Shanghai, Cina, 11 maggio 2020. REUTERS / Aly Song

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

  • Registra un aumento giornaliero del capitale commerciale
  • Resort Disney chiuso fino a nuovo avviso
  • La politica del “sdoganamento dinamico” porta chiusure scolastiche, test

SHANGHAI, 21 marzo (Reuters) – L’hub finanziario cinese di Shanghai ha riportato lunedì un’impennata giornaliera record di infezioni locali da COVID-19 mentre le autorità si sono affrettate a testare i residenti e tenere a freno la variante Omicron, mentre chiudevano il suo resort Disney (DIS.N) fino a quando ulteriore avviso.

Fino alle ultime settimane relativamente indenne dal coronavirus, Shanghai ha riportato 24 nuovi casi di COVID trasmessi a livello nazionale con sintomi confermati per domenica e 734 infezioni asintomatiche locali, secondo i dati ufficiali mostrati lunedì.

È il quarto giorno consecutivo che le infezioni asintomatiche locali di Shanghai sono aumentate.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Sebbene il conteggio delle infezioni sia esiguo per gli standard globali, Shanghai ha rapidamente seguito le politiche di “autorizzazione dinamica” della Cina, chiudendo le scuole e testando i complessi residenziali nel tentativo di limitare la diffusione del virus.

“Quando si tratta dell’intera situazione di controllo e prevenzione delle epidemie che stiamo affrontando, è molto complessa e seria, ed è anche un test molto importante per noi”, ha detto il funzionario sanitario della città Wu Jinglei in una conferenza stampa.

Shanghai manterrà la “autorizzazione dinamica”, ha aggiunto Wu, dicendo di sperare in un continuo sostegno pubblico alla politica.

La città ha anche chiuso lo Shanghai Disney Resort da lunedì fino a nuovo avviso. Per saperne di più

Ma c’erano segni di frustrazione per l’approccio ad hoc della città, distretto per distretto.

“Hong Kong, Shanghai e Shenzhen hanno avuto tre diversi modelli di risposta alle epidemie”, ha affermato un utente della rete cinese Weibo simile a Twitter.

“Hong Kong è la peggiore, ma sarà la prima ad aprirsi”, ha detto lo scrittore, di nome zangyn, in un post ampiamente condiviso. “Shenzhen è la più efficace e Shanghai potrebbe essere la più faticosa e persino la più miserabile”.

La gravità delle risposte alle epidemie da parte dei complessi e dei distretti residenziali di Shanghai è variata, con alcuni che hanno optato per blocchi fino a due settimane. Alcune persone in altri distretti isolati hanno detto che non era stato detto loro per quanto tempo avrebbero dovuto rimanere a casa.

Anche i comitati dei residenti che aiutano a organizzare i programmi di test hanno incontrato difficoltà. Un composto ha distribuito token per sventare i tentativi degli estranei di fare test gratuiti.

Comprese le infezioni di Shanghai, domenica la Cina continentale ha riportato un totale di 1.947 nuovi casi trasmessi localmente con sintomi confermati, secondo i dati della National Health Commission (NHC), rispetto ai 1.656 del giorno prima.

La principale città siderurgica di Tangshan, con solo 12 infezioni locali da marzo. 19, consente solo ai veicoli essenziali di circolare su strade inferiori alle superstrade, mentre le persone con bisogni speciali che devono utilizzare i veicoli devono chiedere l’approvazione.

L’hub di produzione meridionale di Shenzhen ha consentito la ripresa delle attività lavorative e produttive, nonché dei servizi di autobus e metropolitana nella maggior parte delle aree, dopo che il numero di casi locali giornalieri è diminuito dopo tre round di test in tutta la città.

Tuttavia, in alcuni punti rimangono stretti cordoli.

I residenti di Shenzhen devono ancora mostrare i test negativi per poter utilizzare i mezzi pubblici da lunedì al 27 marzo, periodo in cui i servizi interni non essenziali rimarranno chiusi, ha affermato il governo della città.

I candidati al vaccino per prendere di mira Omicron in modo specifico, o tra le varianti preoccupanti, sono in studi prima delle sperimentazioni cliniche, ha affermato sabato un funzionario sanitario nazionale, senza identificare le aziende coinvolte.

I nuovi casi asintomatici locali della Cina, che non classifica come casi confermati, sono stati 2.384, rispetto ai 2.177 del giorno prima. Il bilancio delle vittime è rimasto invariato a 4.638, senza nuovi decessi.

Entro domenica, la Cina continentale aveva segnalato 132.226 casi con sintomi confermati, sia tra la gente del posto che tra gli arrivi dall’esterno.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reporting di David Stanway, Roxanne Liu, Stella Qiu, Yifan Wang, Brenda Goh, Engen Tham e la redazione di Shanghai; Montaggio di Clarence Fernandez

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment