L’aggiornamento mostra che relatlimab + nivolumab rallenta il melanoma avanzato


Per i pazienti con melanoma metastatico o non resecabile precedentemente non trattato, la combinazione di relatlimab + nivolumab continua a dimostrare un beneficio di sopravvivenza libera da progressione (PFS) rispetto a nivolumab da solo, secondo i risultati aggiornati dello studio presentati il ​​14 marzo come parte dell’American Society for Clinical Oncology Plenary Serie.

Georgina V. Long, MD, Ph.D., del Melanoma Institute Australia presso l’Università di Sydney, e colleghi hanno assegnato in modo casuale pazienti con melanoma metastatico o non resecabile precedentemente non trattato a ricevere relatlimab + nivolumab o nivolumab da solo, somministrato per via endovenosa ogni quattro settimane (rispettivamente 355 e 359 pazienti). I pazienti sono stati seguiti per una mediana di 19,3 mesi.

I ricercatori hanno scoperto che la PFS mediana aggiornata era rispettivamente di 10,2 e 4,6 mesi con relatlimab + nivolumab e nivolumab da solo (hazard ratio, 0,78; intervallo di confidenza al 95%, da 0,6 a 0,9). La sopravvivenza globale mediana non è stata raggiunta con relatlimab + nivolumab ed è stata di 34,1 mesi con nivolumab da solo (hazard ratio, 0,80; intervallo di confidenza al 95%, da 0,6 a 1,0; p = 0,0593). I tassi di sopravvivenza globale erano 77,0 e 71,6 per cento a 12 mesi e 63,7 e 58,3 per cento a 24 mesi, rispettivamente per relatlimab + nivolumab e nivolumab da solo. I tassi di risposta complessivi confermati sono stati rispettivamente del 43,1 e del 32,6 per cento. Più eventi avversi correlati al trattamento di grado 3/4 si sono verificati nei pazienti trattati con relatlimab + nivolumab rispetto a nivolumab da solo (21,1 contro 11,1%).

“Questi risultati forniscono ulteriori prove del beneficio di due inibitori del checkpoint rispetto a uno solo e supportano la combinazione di nivolumab e relatlimab, che aveva un profilo di sicurezza gestibile, come potenziale nuova opzione di trattamento per i pazienti con melanoma avanzato”, ha affermato Long in una nota .

Diversi autori hanno rivelato legami finanziari con aziende biofarmaceutiche, tra cui Bristol Myers Squibb, che produce relatlimab e ha finanziato lo studio.


Nivolumab combo tratta il carcinoma a cellule squamose esofagee avanzato


Maggiori informazioni:
Comunicato stampa

Maggiori informazioni

Copyright © 2021 Giornata della Salute. Tutti i diritti riservati.

Citazione: L’aggiornamento mostra che relatlimab + nivolumab rallenta il melanoma avanzato (2022, 21 marzo) recuperato il 21 marzo 2022 da https://medicalxpress.com/news/2022-03-relatlimab-nivolumab-advanced-melanoma.html

Questo documento è soggetto a copyright. Al di fuori di qualsiasi correttezza commerciale a fini di studio o ricerca privati, nessuna parte può essere riprodotta senza il permesso scritto. Il contenuto è fornito a solo scopo informativo.

Leave a Comment