Le azioni statunitensi in calo quando i mercati invertono i guadagni di venerdì

Le azioni statunitensi si stavano muovendo al ribasso lunedì mattina presto dopo che i guadagni della scorsa settimana hanno messo il mercato in territorio positivo per marzo.

Ticker Sicurezza Scorso Modificare Modificare%
Io: DJI MEDIA DOW JONES 34754.93 +274.17 + 0,80%
SP500 S&P 500 4463.12 +51.45 + 1,17%
I: COMP INDICE COMPOSITO NASDAQ 13893.837331 +279.06 + 2,05%

L’indice S&P 500 di Wall Street è salito dell’1,2% venerdì dopo che i mercati sembravano accogliere favorevolmente il tentativo della Federal Reserve di combattere l’aumento dell’inflazione alzando il suo tasso di interesse chiave.

I guadagni di venerdì sono stati il ​​più grande guadagno settimanale di Wall Street in 16 mesi.

RUSSIA, CRISI IN UCRAINA COLPIRANNO L’ECONOMIA GLOBALE: INDAGINE NABE

Gli investitori hanno assistito agli sforzi per mediare una soluzione all’attacco della Russia, che ha spinto al rialzo i prezzi del petrolio e ha aumentato l’incertezza sulle prospettive economiche globali.

Venerdì, l’S&P è salito a 4.463,12, aggiungendo una serie di due giorni di guadagni del 2%. Il Dow è avanzato dello 0,8% a 34.754,93 e il composito Nasdaq ha aggiunto il 2% a 13.893,84. I tre indici hanno avuto la loro migliore settimana da novembre 2020.

Le azioni statunitensi si stavano muovendo al ribasso lunedì mattina presto dopo che i guadagni della scorsa settimana hanno messo il mercato in territorio positivo per marzo. (Courtney Crow / Borsa di New York tramite AP / AP Images)

L’attacco della Russia ha aumentato il disagio degli investitori per il ritiro da parte della Fed e di altre banche centrali dello stimolo che ha spinto al rialzo i prezzi delle azioni e l’inasprimento dei freni cinesi agli affari e ai viaggi in risposta alle epidemie di coronavirus.

La scorsa settimana, il presidente della Fed Jerome Powell ha espresso fiducia che l’economia sia abbastanza forte da resistere ai tassi di interesse più elevati.

Domenica, il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha affermato che Ucraina e Russia sono vicine a un accordo su “questioni fondamentali” dopo aver viaggiato in entrambi i paesi per incontrare i suoi omologhi.

LA RUSSIA APRIRE IL MERCATO AZIONARIO QUESTA SETTIMANA: L’IMPATTO SARÀ ‘INTERNO’, NON GLOBALE

Cavusoglu ha affermato in cambio della sua neutralità, l’Ucraina vuole che Turchia, Germania e i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite agiscano come garanti.

Anche lunedì, Disney Co. ha chiuso il suo parco a tema di Shanghai mentre la città ha cercato di controllare la sua più grande riacutizzazione del coronavirus in due anni. Il centro commerciale meridionale di Shenzhen ha consentito la riapertura di negozi e uffici dopo una chiusura di una settimana.

La scorsa settimana, il presidente della Fed Jerome Powell ha espresso fiducia che l’economia sia abbastanza forte da resistere ai tassi di interesse più elevati. (Foto AP / Richard Drew / Associated Press)

Il numero di casi in Cina nella sua ultima ondata di infezione è basso rispetto ad altri grandi paesi, ma le autorità stanno applicando una strategia di “tolleranza zero” che ha sospeso l’accesso ad alcune grandi città.

Lunedì i mercati azionari asiatici hanno registrato una tendenza al ribasso mentre gli investitori hanno assistito agli sforzi per negoziare la fine della guerra della Russia contro l’Ucraina.

I prezzi del petrolio hanno guadagnato più di $ 3 al barile.

Shanghai, Hong Kong, Seoul e Sydney si sono ritirate. I mercati giapponesi sono stati chiusi per ferie.

“Sembra che ci sia una probabilità del 50-50 di continuare con la ripresa dei sentimenti del mercato”, ha affermato Tan Boon Heng di Mizuho Bank in un rapporto.

Lo Shanghai Composite Index ha perso meno dello 0,1% a 3.248,87 e l’Hang Seng di Hong Kong ha perso meno dello 0,3% a 21.344,09.

Il Kospi di Seoul ha perso lo 0,6% a 2.688,95 e l’S & P-ASX 200 di Sydney è sceso meno dello 0,1% a 7.291,80.

L’indiano Sensex ha aperto in ribasso dello 0,4% a 57.621,80. Nuova Zelanda e Singapore hanno guadagnato mentre Giacarta e Bangkok si sono ritirate.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO CLICCANDO QUI

Nei mercati energetici, il benchmark del greggio statunitense è salito di $ 3,42 a $ 106,51 al barile nel commercio elettronico sul New York Mercantile Exchange. Il greggio Brent, la base dei prezzi per il commercio internazionale di petrolio, ha guadagnato $ 3,38 a $ 111,31 al barile a Londra.

Il dollaro è salito a 119,25 yen dai 119,13 yen di venerdì. L’euro è arretrato a $ 1,1042 da $ 1,1047.

Leave a Comment