Bob Odenkirk di Better Call Saul rivela che i medici gli hanno somministrato la rianimazione cardiopolmonare quando ha avuto un infarto

Bob Odenkirk ha rivelato in modo scioccante che i medici hanno dovuto eseguire la RCP su di lui quando lo aveva fatto un attacco di cuore sul set di Better Call Saul, dicendo che i suoi co-protagonisti hanno contribuito a salvargli la vita.

L’attore americano, 59 anni, si è ammalato durante le riprese dell’ultima serie della serie spin-off di Breaking Bad la scorsa estate, dicendo che l’infarto è stato causato dalla rottura di una placca che ha bloccato un’arteria.

Ha detto che i suoi co-protagonisti Rhea Seehorn e Patrick Fabian, con cui era sul palcoscenico in quel momento, hanno aiutato a salvargli la vita “gridando a squarciagola”, allertando il medico, che poi ha eseguito la RCP.

Pericoloso per la vita: Bob Odenkirk ha parlato di un attacco di cuore sul set di Better Call Saul, dicendo che i medici hanno dovuto eseguire la “RCP” su di lui

Parlando a Lorraine di martedì, ha detto: “Ho avuto un infarto, mi si è staccata una placca che ha bloccato l’arteria e loro [Patrick and Rhea] erano proprio lì, sono venuti, non sapevano cosa fare ma hanno urlato a squarciagola e poi è arrivato il medico ed ha eseguito la RCP. Grazie a Dio, molto fortunato, molto fortunato.’

L’attore di Breaking Bad, che è stato ricoverato in ospedale dopo l’infarto, ha detto che Rhea, 49 anni, e Patrick, 57 anni, stavano aspettando sul lato del set in quel momento a causa delle restrizioni di Covid-19.

Il mese scorso, Bob ha detto al New York Times che incredibilmente non aveva il polso quando ha avuto l’infarto, che lo ha visto “diventare grigio-bluastro” e ci sono volute tre scariche per riavviare il suo cuore.

Ha spiegato: “Sapevo dal 2018 di avere questa placca accumulata nel cuore. Sono andato da due cardiologo al Cedars-Sinai, ho fatto tinture, una risonanza magnetica e tutta quella roba, e i dottori non erano d’accordo.’

Shock: l'attore, 59 anni, si è ammalato durante le riprese dell'ultima serie della serie spin-off di Breaking Bad la scorsa estate, dicendo che l'infarto è stato causato dalla rottura di una placca che ha bloccato un'arteria

Shock: l’attore, 59 anni, si è ammalato durante le riprese dell’ultima serie della serie spin-off di Breaking Bad la scorsa estate, dicendo che l’infarto è stato causato dalla rottura di una placca che ha bloccato un’arteria

I due medici hanno dato opzioni diverse con Bob che alla fine ha scelto di aspettare di fare qualcosa al riguardo invece di iniziare i farmaci.

L’attore ha detto che tutto andava bene con il suo cuore fino a quando “uno di quei pezzi di targa si è rotto” quando era sul set.

Ha spiegato: “Stavamo girando una scena, giravamo tutto il giorno e fortunatamente non sono tornato alla mia roulotte.

‘Sono andato a giocare al gioco dei Cubs e ad andare in bici da allenamento [at a space where he and his co-stars regularly spent downtime], e sono appena caduto. Rea [Seehorn] ha detto che ho iniziato a diventare grigio-bluastro immediatamente.’

Bob ha detto che è stato successivamente trasportato al Presbyterian Hospital di Albuquerque e che “intorno alle 5 del mattino successivo sono passati a destra”. [at my wrist area] e fatto saltare in aria i palloncini e buttare giù quella placca e lasciare gli stent in due punti’.

Aiuto: Ha detto che i suoi co-protagonisti Rhea Seehorn e Patrick Fabian (entrambi nella foto all'estrema destra) hanno aiutato a salvargli la vita

Aiuto: Ha detto che i suoi co-protagonisti Rhea Seehorn e Patrick Fabian (entrambi nella foto all’estrema destra) hanno aiutato a salvargli la vita “gridando a squarciagola”. Nella foto anche: Bob e Michael Mando

Ad agosto, Bob ha fornito ai fan un aggiornamento sulla sua salute dopo il suo infarto di fine luglio sul set nel New Mexico.

‘Sto andando alla grande. Ho avuto la mia settimana personale “È una vita meravigliosa” di persone che hanno insistito sul fatto che rendessi il mondo leggermente migliore, ha esordito l’attore in un tweet.

Un mese dopo, la talentuosa star ha fatto sapere ai suoi follower sui social media che era tornato al lavoro mentre condivideva un’immagine dalla stanza del trucco mentre si preparava a girare una scena per la sua serie TV di successo.

“Torna al lavoro su Better Call Saul!” iniziò la sua nota. ‘Così felice di essere qui e vivere questa vita specifica circondato da persone così buone. A proposito, questa è la professionista del trucco Cheri Montesanto che non mi rende brutto per le riprese! ‘

Ricoverato in ospedale: il mese scorso, Bob ha detto che in modo scioccante non aveva polso quando ha avuto l'infarto, che lo ha visto

Ricoverato in ospedale: il mese scorso, Bob ha detto che in modo scioccante non aveva polso quando ha avuto l’infarto, che lo ha visto “diventare grigio-bluastro” e ci sono volute tre scariche per riavviare il suo cuore

Da allora la star ha concluso le riprese della sesta e ultima stagione del suo spin-off Breaking Bad, ammettendo su Lorraine che è stato “molto difficile” dire addio al personaggio e alla “fantastica troupe”.

Ha detto: “Abbiamo appena terminato l’ultima stagione circa un mese fa, è stato molto difficile dire addio, interpreto il personaggio da quasi 12 anni e lo spin off da sei anni”.

La serie è incentrata sull’avvocato Jimmy McGill [Odenkirk] che, nel corso di diversi anni, disavventure e discutibili scelte etiche, si rinomina il viscido avvocato penalista Saul Goodman in Breaking Bad.

Uno spin-off prequel della serie di Bryan Cranston, Better Call Saul è riuscito a ritagliarsi una casa tra i grandi drammi televisivi.

Il ritorno: a settembre la star ha fatto sapere ai suoi follower sui social media che era tornato al lavoro mentre condivideva un'immagine dalla stanza del trucco mentre si preparava a girare una scena per la sua serie TV di successo

Il ritorno: a settembre la star ha fatto sapere ai suoi follower sui social media che era tornato al lavoro mentre condivideva un’immagine dalla stanza del trucco mentre si preparava a girare una scena per la sua serie TV di successo

Il produttore esecutivo di Better Call Saul, Peter Gould, ha precedentemente confermato che l’ultima stagione dello show sarà composta da 13 episodi invece dei soliti 10.

“Dall’inizio, quando abbiamo iniziato, penso che tutte le nostre speranze e sogni fossero in grado di raccontare l’intera storia”, ha detto Gould in una dichiarazione.

Ha aggiunto: “E falla diventare una storia completa dall’inizio alla fine. Proveremo come l’inferno a mantenere l’atterraggio di questi 63 episodi.’

La sesta e ultima stagione di Better Call Saul inizia in onda lunedì 18 aprile su AMC.

.

Leave a Comment