Cosa ricordare, riassunto della seconda stagione

Donald Glover e Bryan Tyree Henry nella seconda stagione di Atlanta

Donald Glover e Bryan Tyree Henry nella seconda stagione di Atlanta
Foto: Guy D’Alema / FX

Atlanta ha concluso la sua seconda stagione con una reputazione come uno dei migliori programmi televisivi. Ed è stato ben meritato: la serie combinava commedia sublime, dramma elevato, verità penetranti su relazioni e razza, ed escursioni sconvolgenti nella farsa, nel surrealismo e nell’orrore, occasionalmente all’interno dello stesso episodio.

In esso, Donald Glover interpreta Earn, un abbandono di Princeton che sta cercando di lanciare la carriera di suo cugino rapper, Alfred “Paper Boi” (Bryan Tyree Henry) mentre (una specie di) persegue una relazione con Van (Zazie Beetz), la madre di sua figlia Lottie. A completare il quartetto principale c’è il compagno di Al, Darius (Lakeith Stanfield), un filosofo astuto e scaltro.

Sono passati quattro anni – sì, un intero mandato presidenziale vale il tempo – dalla fine della seconda stagione. Ecco le cose importanti da sapere prima che la terza stagione, ambientata in gran parte durante il primo grande tour europeo di Paper Boi, arrivi giovedì. (Assicurati di controllare le nostre recensioni di ogni episodio.)

Earn e Al si alternano

Nel terzo posteriore della seconda stagione, Earn è sul ghiaccio con Al, che si è alzato da un rapper sconosciuto chiedendo foto nel club per essere riconosciuto per strada da fan entusiasti. Mentre Earn è passato da senzatetto a tenue alloggio, è perennemente sopra la sua testa, fingendo fino a quando non si avvicina a farlo, e sospetta che Al potrebbe lasciarlo da un momento all’altro.

Quei sospetti sono confermati in “North Of The Border” (stagione 2, episodio 9), quando, dopo un disastroso concerto al college – che li porta nel mezzo di un rituale di nonnismo surreale e leggermente terrificante della confraternita nuda – Al dice di non essere impressionato da Earn’s decisioni aziendali sbagliate e sta pensando di far salire di livello la sua gestione.

Nell’ultimo episodio della seconda stagione, Darius ed Earn si dirigono all’ufficio passaporti di punta prima dell’imminente tour europeo. Quando Earn esprime paura che Al stia per licenziarlo, Darius dice che se lo è, è probabile che lo sarà una volta che saranno in Europa, perché è solo il modo di Al. Sorso.

Zazie Beetz e Donald Glover nella seconda stagione di Atlanta

Zazie Beetz e Donald Glover nella seconda stagione di Atlanta
Foto: Guy D’Alema / FX

Guadagna e Van sono anche on-and-off

La seconda stagione ha visto anche la specie di relazione tra Earn e Van, ma non proprio la tensione e la frattura sotto stress. Nel “Elena”(Stagione 2, episodio 4, che ha ottenuto a Beetz una nomination agli Emmy come attrice non protagonista In / A Commedia), i due intraprendono un viaggio notturno per partecipare a un wackadoodle Evento in costume tedesco dall’infanzia di Van. (Van, come Beetz, è birazziale e per metà tedesco.) Guadagna non riesce a partecipare alla banalità, che porta a una resa dei conti su chi sta dando e prendendo e provando troppo nella loro relazione, che si è giocata su un ping – partita di pong.

Guadagna ha problemi di soldi (ma potrebbe esserci qualche speranza)

La stagione si conclude con Earn sotto una seria pressione finanziaria, poiché il suo futuro professionale con Al sembra al massimo debole. Allo stesso tempo, l’insegnante di scuola materna di Lottie la consiglia per una costosa scuola privata. (“Questa scuola è terribile”, osserva in una delle scene più divertenti della stagione.) Durante il testo, Van fa balenare l’idea che Lottie si trasferisca dai suoi genitori, l’ultima cosa che Earn vuole.

Alla linea di sicurezza dell’aeroporto, Earn scopre qualcosa che potrebbe far saltare tutto in aria: una pistola d’oro nello zaino, datagli settimane prima da suo zio sgangherato (Katt Williams in un’eccellente esibizione discreta per lui) che ha dimenticato buttare. Decide impulsivamente di riporre la pistola in una borsa appartenente a un membro dell’entourage del compagno di tour della contea di Clark, che viene arrestato.

Sull’aereo, Al ammette di aver visto tutto. Quindi dà a Earn un voto di fiducia professionale. “Te ne frega un cazzo”, dice. “Ne ho bisogno.”

Lakeith Stanfield nella seconda stagione di Atlanta

Lakeith Stanfield nella seconda stagione di Atlanta
Foto: Curtis Baker / FX

Lo spettacolo può saltare tra i generi (ma i personaggi mantengono le cose con i piedi per terra)

Uno degli episodi più discussi della seconda stagione, “Teddy Perkins, “È una visione inquietante (e una buona preparazione per il tono del primo episodio della terza stagione). Darius si dirige verso una villa per prendere un pianoforte pubblicizzato gratuitamente, dove incontra un eccentrico pesantemente sottoposto a chirurgia plastica (Glover con un trucco pesante) che ha una forte somiglianza con una certa pop star scomparsa. Questo porta a colpi di scena gotici degni di nota Uscire (interpretato anche da Stanfield).

Mentre Atlanta ‘Il formato di s sfida le categorizzazioni, in fondo è un insieme di personaggi ben scritti e rappresentati come qualsiasi altro in televisione. Darius, ad esempio, è un discendente spirituale dei classici sociologi da marciapiede della storia della TV (Dott. Johnny Fever e Rev. Jim Igdopomi viene in mente towski). Ma nelle mani di Stanfield, si sente sempre prima di tutto una persona pienamente abitata.

Guadagna, anche, è rimpolpato. Autodidatta e combattendo contro venti contrari da più direzioni, è un millennial che ama la compagna e la figlia ma non riesce a scendere a compromessi nelle relazioni, che non può accettare un lavoro d’ufficio per paura di perdersi, e che ha ritrovato la sua passione ma ne è completamente sopraffatto. È assolutamente riconoscibile.

La seconda stagione stabilisce che il successo di Earn è tutt’altro che assicurato mentre si cementa Atlantala reputazione di una delle migliori mezz’ore della TV. In un tweet del novembre 2020, Glover ha dichiarato che la terza e la quarta stagione di Atlanta, che sono state girate contemporaneamente, “saranno alcune delle migliori televisioni mai realizzateSoprano solo chi può toccarci”. In seguito ha cancellato il tweet, ma si è guadagnato il diritto di vantarsi.

.

Leave a Comment