I tweet di Tesla di Elon Musk sono un gioco leale per le indagini, afferma la SEC

La Securities and Exchange Commission ha sostenuto in un deposito di martedì presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti a Manhattan che Tesla ed Elon Musk “non hanno basi sostanziali valide” per contestare una citazione emessa dall’agenzia a novembre.

Ticker Sicurezza Scorso Modificare Modificare%
TSLA TESLA INC. 993.98 +72.82 +7,91%

La citazione sta esaminando i “processi di governance intorno alla conformità” di Tesla con una modifica Regolamento 2018 per risolvere le accuse di frode sui titoli, secondo un deposito di 10-K.

GIGA BERLINO DI TESLA UNA GRANDE VITTORIA PER GLI INVESTITORI

L’accordo è stato raggiunto dopo il regolatore ha intentato una causa contro Musk affermando di aver rilasciato dichiarazioni “false e fuorvianti” sui piani di privatizzazione di Tesla quando ha twittato di aver “assicurato finanziamenti” per portare il produttore di veicoli elettrici in privato a $ 420 per azione. La causa ha anche affermato che Musk “sapeva o era sconsiderato nel non sapere” che le sue dichiarazioni erano false e / o fuorvianti.

Oltre a Tesla e Musk che pagano ciascuno $ 20 milioni di multe, il insediamento richiede a Musk di controllare tutti i tweet relativi a Tesla con un avvocato dell’azienda prima di inviarli. A Tesla è stato anche richiesto di aggiungere due nuovi consiglieri di amministrazione indipendenti e Musk è stato privato del suo titolo di presidente. Secondo i termini dell’accordo, Musk e Tesla non hanno né ammesso né negato illeciti.

La SEC sta attualmente indagando se Musk abbia prima rispettato il requisito di pre-approvazione pubblicazione di un sondaggio su Twitter chiedendo ai suoi follower se dovrebbe vendere il 10% della sua quota di Tesla.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO FACENDO CLIC QUI

In una mozione depositata a febbraio presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Manhattan, Musk e Tesla hanno accusato la SEC di armare l’accordo del 2018 per prenderlo di mira con indagini “implacabili” nel tentativo di “raffreddare il suo esercizio dei diritti del Primo Emendamento”.

Oltre a Tesla e Musk che pagano ciascuno $ 20 milioni di multe, il insediamento richiede a Musk di controllare tutti i tweet relativi a Tesla con un avvocato dell’azienda prima di inviarli. (Nathan Dvir e Joshua Roberts / Bloomberg tramite Getty Images)

La SEC ha negato le accuse, definendole “frivole” e “prive di fondamento”. Afferma di avere uno “scopo legittimo” nell’indagare se Tesla e Musk stiano mantenendo e rispettando i controlli e le procedure di divulgazione appropriati come richiesto dalle leggi federali sui titoli.

“Finché Musk e Tesla utilizzino l’account Twitter di Musk per divulgare informazioni agli investitori, la SEC può legittimamente indagare su questioni relative ai controlli e alle procedure di divulgazione di Tesla, inclusi i tweet di Musk su Tesla, nonché l’accuratezza delle dichiarazioni pubbliche di Tesla sui suoi controlli e procedure”, ha scritto l’agenzia.

Ha anche affermato che Musk ha accettato volontariamente di rispettare la politica di pre-approvazione dei tweet quando l’accordo è stato inizialmente raggiunto e che “non può far fronte all’elevato onere” richiesto per annullare la citazione e terminare o modificare il decreto di consenso.

“Musk non può ora rinunciare al giudizio finale modificato semplicemente perché ha ritenuto che il rispetto delle procedure di Tesla sia meno conveniente di quanto avesse sperato, o perché desidera che la SEC non indaghi sul fatto che i controlli e le procedure di divulgazione di Tesla siano effettivamente mantenuti e seguiti, “Il regolatore afferma.

CLICCA QUI PER LEGGERE DI PIÙ SU FOX BUSINESS

L’avvocato di Musk, Alex Spiro, ha affermato che la SEC non può intraprendere azioni relative ai tweet di Musk senza l’autorizzazione del tribunale. Ha anche sottolineato che Musk ha firmato l’accordo quando Tesla era una società meno matura e l’azione della SEC avrebbe messo a repentaglio il finanziamento dell’azienda.

(Photo by Patrick Pleul - Piscina / Getty Images)

Il CEO di Tesla Elon Musk fa un tour dello stabilimento della futura fonderia della Tesla Gigafactory il 13 agosto 2021 a Grünheide vicino a Berlino, in Germania. (Patrick Pleul – Piscina / Getty Images / Getty Images)

Spiro e Tesla non hanno immediatamente restituito la richiesta di commento di FOX Business sul deposito di martedì.

Leave a Comment