Il vaccino contro il Covid-19 potrebbe diventare un vaccino annuale? Alcuni esperti la pensano così

Gli esperti di salute pubblica non sono del tutto chiari su cosa riserva il futuro per i vaccini Covid-19, ma alcuni dicono che sembra sempre più che questi vaccini potrebbero essere necessari su base annuale, in modo simile a come si raccomandano i vaccini antinfluenzali ogni autunno.

“Per tenerlo sotto controllo, probabilmente avremo bisogno di una qualche forma di vaccinazione periodica. Ora, che sia annuale o ogni due anni o ogni cinque anni, non lo sappiamo ancora. Penso che emergerà man mano che ci riuniamo più dati, “Dott. Archana Chatterjee, preside della Chicago Medical School presso la Rosalind Franklin University, ha detto lunedì.

“Ma prevedo che ciò sarà necessario su base periodica per tenerlo sotto controllo”, ha affermato Chatterjee, che è anche membro del comitato consultivo per i vaccini e i prodotti biologici correlati della Food and Drug Administration degli Stati Uniti. Ha aggiunto che i suoi commenti non riflettono le opinioni del comitato o della FDA.

La FDA ha dichiarato lunedì che parteciperanno all’incontro anche i rappresentanti dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie e del National Institutes of Health.

L’incontro ha lo scopo di assistere la FDA nello sviluppo di un “quadro generale” che informerà quando potrebbero essere necessarie ulteriori dosi di richiamo del vaccino Covid-19 e cosa potrebbe giustificare l’aggiornamento della composizione dei vaccini per prendere di mira specifiche varianti di coronavirus.

Non è prevista alcuna votazione ufficiale e non si discuterà di autorizzazione o approvazione per prodotti specifici.

“Mentre ci prepariamo per le esigenze future per affrontare il COVID-19, la prevenzione sotto forma di vaccini rimane la nostra migliore difesa contro la malattia e qualsiasi conseguenza potenzialmente grave”, ha affermato il dott. Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research della FDA, ha dichiarato lunedì in un comunicato stampa.

“Ora è il momento di discutere la necessità di futuri booster mentre miriamo ad andare avanti in sicurezza, con il COVID-19 che sta diventando un virus come altri come l’influenza che ci prepariamo, ci proteggiamo e trattiamo”, ha affermato Marks. “Riunire il nostro gruppo di esperti consulenti scientifici esterni in una discussione aperta e trasparente sulla vaccinazione di richiamo è un passo importante per ottenere informazioni, input e consigli di esperti mentre iniziamo a formulare la migliore strategia normativa per affrontare il COVID-19 e le varianti del virus in futuro . “

“Si sta dirigendo verso questo vaccino che diventa un vaccino annuale”

Il giorno prima che la FDA annunciasse la data dell’incontro, l’ex commissario della FDA Dr. Scott Gottlieb ha detto che pensa anche che i vaccini Covid-19 possano diventare un vaccino annuale.

“Penso che si stia dirigendo verso questo vaccino che diventa un vaccino annuale, almeno per il prossimo futuro, fino a quando non comprenderemo davvero l’epidemiologia di questa malattia e capiremo se questo coronavirus inizia a passare in secondo piano come i quattro ceppi circolanti del coronavirus che noi ‘Gottlieb, un membro del consiglio di Pfizer, ha detto a Margaret Brennan alla CBS “Face the Nation“Di domenica.
I coronavirus noti per infettare gli esseri umani sono stati identificati per la prima volta negli anni ’60 e tra questi ci sono quattro ceppi circolanti che causano raffreddori comuni. Gli altri coronavirus umani sono la sindrome respiratoria mediorientale, o MERS; sindrome respiratoria acuta grave o SARS; e SARS-CoV-2, il virus che causa il Covid-19.

Quando si tratta di Covid-19, “Penso che questo sia davvero un vaccino di sei mesi in termini di protezione davvero significativa contro malattie e infezioni sintomatiche”, ha detto Gottlieb. “E questo è probabile che diventi un vaccino annualizzato per la maggior parte degli americani”.

Resta chiaro che il coronavirus che causa il Covid-19 non scomparirà presto. Piuttosto, alcuni ricercatori affermano che possiamo aspettarci che la pandemia passi a una fase endemica. Endemica significa che una malattia ha una presenza costante in una popolazione ma non colpisce un numero allarmante di persone, come si vede tipicamente in una pandemia.

Quindi SARS-CoV-2 potrebbe ancora circolare, ma si spera che sia a livelli abbastanza bassi da non sopraffare più i nostri sistemi sanitari.

“In termini di virus stesso, quello che possiamo aspettarci è che non andrà via, che avremo picchi ricorrenti e che la nostra immunità diminuirà nel tempo”, ha affermato il dott. Abraar Karan, ricercatore di malattie infettive presso la Stanford University.
Diversi studi hanno dimostrato che l’immunità contro il Covid-19 suscitata dai vaccini Pfizer / BioNTech, Moderna e Johnson & Johnson può diminuire nel corso di diversi mesi, soprattutto tra gli anziani che potrebbero avere un sistema immunitario più debole.

“Quindi la combinazione della nostra immunità in declino e poi del virus mutante significa che i picchi futuri sono imprevedibili”, ha detto Karan.

“Avremo ancora bisogno di booster in futuro – probabilmente entro la fine dell’anno è la mia ipotesi – e dovranno essere ottimizzati più da vicino a quale sia la varietà più recente che si sta diffondendo”, ha detto. “Lo facciamo, ovviamente, ogni anno per l’influenza… Ma l’influenza ha una stagionalità più prevedibile”.

Come potrebbe essere un futuro booster

I futuri booster di Covid-19 potrebbero essere formule completamente diverse dai vaccini che vengono somministrati ora.

Un quarto colpo di Covid-19 potrebbe essere raccomandato questo autunno, dato che i funzionari & # 39; continuamente & # 39;  guarda i dati emergenti

Alcune aziende, tra cui Pfizer e Moderna, stanno sviluppando vaccini specifici per varianti che potrebbero colpire qualsiasi variante del virus SARS-CoV-2 sta circolando quando potrebbe essere necessario il richiamo.

Pfizer e Moderna hanno affermato che stanno lavorando a un vaccino che proteggerebbe in modo specifico dalla variante Omicron, anche se non è chiaro se sia necessario.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato che la società spera anche di realizzare un vaccino che protegga dall’Omicron e da tutte le altre varianti di SARS-CoV-2.

L’obiettivo è creare “qualcosa che possa proteggere per almeno un anno”, ha detto Bourla alla CBS questo mese. “E se siamo in grado di raggiungere questo obiettivo, penso che sia molto facile da seguire e ricordare in modo da poter tornare davvero al modo in cui [we] viveva. “

Un vaccino universale potrebbe essere il futuro della lotta al coronavirus

Moderna e la società di biotecnologie Novavax stanno anche lavorando a vaccini combinati due in uno in grado di offrire protezione sia contro l’influenza che contro Covid-19.

“Il nostro obiettivo è poter avere un unico booster annuale, in modo da non avere problemi di conformità in cui le persone non vogliono ottenere da due a tre colpi in inverno, ma ottengono una dose in cui ottengono un booster per la corona e ottengono un richiamo per l’influenza e l’RSV, per assicurarsi che le persone ricevano i loro vaccini “, ha dichiarato l’amministratore delegato di Moderna Stéphane Bancel al World Economic Forum di gennaio di un vaccino unico per Covid-19, influenza e virus respiratorio sinciziale, un virus comune che provoca sintomi simili al raffreddore.

Potrebbe esserci un vantaggio nell’avere una combinazione di vaccino contro il Covid-19 e l’influenza, ha detto Chatterjee.

“Ci sono vantaggi logistici: il numero di iniezioni che devono essere somministrate è ridotto; i vantaggi per le strutture di stoccaggio che stanno consegnando, la somministrazione di questi vaccini non devono conservare tanti vaccini perché sono in una forma combinata”, lei disse.

Ma ha aggiunto che ci sono anche alcune limitazioni.

“Ci sono un paio di problemi diversi con le combinazioni. Devi assicurarti che funzionino insieme, cosa che non sempre accade. A volte, i componenti del vaccino possono interferire tra loro e non si ottiene una risposta immunitaria così buona .come vorresti,” disse Chatterjee. “E poi c’è il fattore sicurezza. Man mano che aggiungi più vaccini insieme, spesso ottieni più reazioni, in particolare reazioni locali”.

Secondo l'analisi della CNN, l'assorbimento di colpi di richiamo di Covid-19 è ai minimi storici negli Stati Uniti

Un altro elemento: un numero sufficiente di persone prenderà il vaccino?

Il ritmo dell’amministrazione del richiamo di Covid-19 negli Stati Uniti è rallentato. Sebbene oltre il 65% della popolazione statunitense sia completamente vaccinata almeno con la serie iniziale, solo il 29% della popolazione ha ricevuto una terza dose.

Anche l’adozione dei vaccini antinfluenzali negli Stati Uniti ha margini di miglioramento.

Tradizionalmente, circa la metà degli adulti si vaccina contro l’influenza. Durante la stagione influenzale 2020-21, tra gli adulti di età pari o superiore a 18 anni, la copertura è stata del 50,2%, secondo i dati CDC.

Chatterjee ha affermato che una combinazione di vaccino contro l’influenza e il Covid-19 potrebbe migliorare tale assorbimento.

“Presumo – e questa è un’ipotesi da parte mia – che coloro che attualmente ricevono il vaccino antinfluenzale continuerebbero probabilmente a riceverlo e, se fossero offerti come combinazioni, la maggior parte di loro probabilmente assumerebbe la combinazione di vaccini”, ha detto Chatterjee .

“E poi per coloro che hanno ricevuto il vaccino Covid, forse saranno incoraggiati a prendere anche la combinazione, in modo da ottenere una doppia protezione contro l’influenza”, ha aggiunto. “Sono ottimista? Sono che otterremo una migliore copertura per entrambi i tipi di virus attraverso il vaccino combinato”.

.

Leave a Comment