Lo studio lega l’attuale tribù dei nativi americani

immagine: il professore di antropologia U. of I. Ripan Malhi e i suoi colleghi hanno trovato prove genomiche che collegano i membri odierni della tribù Muwekma Ohlone nella baia di San Francisco con individui che vivevano nella regione da diverse centinaia a 2.000 anni fa
Visualizza di più

Credito: Foto di L. Brian Stauffer

CAMPAGNA, Ill. — Uno studio genomico dei popoli nativi nella San Francisco Bay Area rileva che otto membri odierni della tribù Muwekma Ohlone condividono l’ascendenza con 12 individui che vissero nella regione da diverse centinaia a 2.000 anni fa.

Segnalato nel Atti dell’Accademia Nazionale delle Scienze, lo studio sfida l’idea che l’Ohlone sia migrato nell’area tra il 500 e il 1.000 d.C., ha affermato Ripan Malhi, professore di antropologia presso l’Università dell’Illinois Urbana-Champaign, che ha guidato la ricerca con il professore di genetica e società della Stanford University Noah Rosenberg in collaborazione con un team di altri scienziati e membri della tribù Muwekma Ohlone. Il Muwekma Ohlone Tribal Council ha richiesto, contribuito e supervisionato lo studio.

Precedenti studi su manufatti e modelli linguistici suggerivano che gli Ohlone fossero relativamente nuovi arrivati ​​nella regione. Ma la ricerca genomica ha trovato un profondo segnale di continuità tra la popolazione antica e quella nuova, ha riferito il team.

“Abbiamo analizzato un gran numero di resti ancestrali per la conservazione del DNA e ci siamo concentrati su quelli con la migliore conservazione del DNA per questo studio”, ha detto Malhi. “Abbiamo anche lavorato con l’Ohlone per campionare la saliva dei membri della comunità di oggi in modo da poter confrontare il DNA di entrambi i gruppi”.

Lo studio si è concentrato sul DNA nucleare e ha sequenziato i genomi quasi completi di diversi individui ancestrali, sfruttando i nuovi approcci di sequenziamento del genoma, ha detto Malhi.

Il team ha anche confrontato il DNA antico di individui che vivevano in California e in altre parti del Nord America per cercare somiglianze genomiche e differenze tra i gruppi.

Gli individui ancestrali appartenevano a due villaggi vicino alla baia di San Francisco, uno che persistette dal 490 a.C. circa al 1775 d.C. e l’altro che risaliva al 1345-1839 d.C. Su richiesta del Muwekma Ohlone Tribal Council, il Far Western Anthropological Research Group ha scavato entrambi i siti prima della costruzione di infrastrutture su larga scala. I membri della tribù Muwekma hanno partecipato a tutti gli aspetti del lavoro sul campo e sono stati i principali scavatori di tutte le sepolture.

“Questo è stato un raro progetto di ricerca collaborativo, impegnato nella comunità, con membri tribali e archeologi che hanno lavorato fianco a fianco per più di un anno di lavoro sul campo, con conseguente enorme rimpatrio di conoscenze alla comunità discendente”, ha affermato il coautore dello studio Brian Byrd, un archeologo del Far Western Anthropological Research Group a Davis, in California.

Il Consiglio Tribale ha anche richiesto e approvato un progetto di studio per il lavoro sulla genomica, ei membri del gruppo di studio si sono incontrati regolarmente con il Consiglio e hanno arruolato membri tribali per rivedere il lavoro.

“Parte di ciò che volevamo fare non era solo fare affidamento sulla genomica, ma avere un approccio più olistico per avere la conoscenza della comunità o la conoscenza tradizionale e le informazioni genealogiche – insieme a tutta la documentazione archeologica – per raccontare la storia”, ha detto Malhi.

I ricercatori hanno riferito che i membri attuali iscritti alla tribù Muwekma Ohlone discendono direttamente dai nativi americani che tra la fine del XVIII secolo e la metà del XIX secolo furono incorporati nelle tre missioni della Bay Area: San Francisco, Santa Clara e San Jose. Dopo la conquista americana della California del 1846-48, le comunità di nativi americani sopravvissute trovarono rifugi sicuri nelle terre stabilite del “Californio rancho” detenute da individui di origine spagnola, messicana, meticcia o indigena. Continuarono a essere battezzati nella Missione San Jose e sepolti nel cimitero di Ohlone della tribù negli anni ’20.

“Muwekma Ohlone comprende tutti i lignaggi che hanno i loro antenati attraverso le missioni della Bay Area di San Francisco, Santa Clara e San Jose, e che erano anche membri della banda di Verona della contea di Alameda, storicamente riconosciuta a livello federale”, hanno scritto i ricercatori.

Utilizzando i documenti di battesimo, matrimonio e morte della missione, la tribù ha tracciato la sua discendenza genealogica dal villaggio aborigeno, dai distretti e dai gruppi tribali circostanti la San Francisco Bay Area. La leadership tribale di Muwekma Ohlone ha sostenuto pienamente gli studi sul DNA antichi e moderni condotti sugli antenati e sui membri iscritti di oggi.

Prima del contatto europeo, il territorio ora noto come California ospitava una delle comunità di nativi americani più popolose e diversificate del continente, hanno scritto i ricercatori.

“Al contatto, più di 15.000 nativi americani di cinque distinti gruppi linguistici risiedevano… entro 20 chilometri dalla baia”, hanno scritto. Gli studi sulla densa storia archeologica della Bay Area rivelano che “l’abitazione sedentaria o semisedentaria intensiva risale a più di 5.000 anni fa” e la documentazione archeologica della regione risale a più di 11.000 anni fa.

La popolazione nativa era diversificata e il contatto europeo ha interrotto i ricercatori nelle comunità esistenti, ha scritto. C’erano 21 missioni spagnole stabilite in California tra la fine del 1700 e l’inizio del 1800, cinque delle quali nella Bay Area. Il Messico rivendicò il territorio nel 1822 e nel 1850 la California divenne uno stato americano. Un anno dopo, il governatore ha promesso che “una guerra di sterminio continuerà ad essere condotta tra le razze fino a quando la razza indiana non si sarà estinta”.

Questi sconvolgimenti portarono alla perdita di popolazione tra i Muwekma Ohlone e altre tribù native e alla mescolanza con gli europei. Ma una firma della storia antica della tribù rimane radicata nel DNA dei membri contemporanei della comunità Ohlone, hanno scoperto i ricercatori.

“Siamo stati in grado di trovare una componente ancestrale dalla loro analisi genomica che è stata condivisa con gli antichi della Bay Area”, ha detto Rosenberg. “Gli Ohlone che vivono oggi che hanno partecipato allo studio potrebbero non essere diretti discendenti degli antichi i cui genomi abbiamo sequenziato, ma l’analisi suggerisce che discendevano dalla popolazione più ampia a cui appartenevano quegli antichi”.

La National Science Foundation, la San Francisco Public Utilities Commission e il Far Western Anthropological Research Group hanno sostenuto questa ricerca.

Note del redattore:

Per raggiungere Ripan Malhi, inviare un’e-mail a malhi@illinois.edu.

Per contattare Noah Rosenberg, inviare un’e-mail a noahr@stanford.edu.

Per contattare la tribù Muwekma Ohlone, invia un’e-mail ad Alan Leventhal all’indirizzo aleventh@muwekma.org.

Per contattare Brian Byrd, inviare un’e-mail a brian@farwestern.com.

Il documento “Ancient and modern genomics of the Ohlone Indigenous Popolazione della California” è disponibile online e presso l’U. of I. News Bureau.


Leave a Comment