Wall Street spinge i rendimenti dei Treasury, le azioni al rialzo

  • Le azioni statunitensi avanzano, facendo eco ai guadagni in Europa
  • I rendimenti dei Treasury a 10 anni hanno raggiunto il livello più alto dal 2019
  • I prezzi del petrolio restituiscono alcuni guadagni
  • L’oro scende, Bitcoin avanza

BOSTON / LONDRA, 22 marzo (Reuters) – Le azioni statunitensi hanno riguadagnato terreno martedì, mentre i rendimenti dei Treasury sono saliti e il petrolio è sceso, mentre gli investitori hanno modificato le loro aspettative di rialzi dei tassi a seguito dei commenti aggressivi della Federal Reserve statunitense.

Il Dow Jones Industrial Average (.DJI) è salito di 281,07 punti, o dello 0,81%, a 34.834,06; l’S&P 500 (.SPX) ha guadagnato 27,59 punti, ovvero lo 0,62%, a 4.488,77; e il Nasdaq Composite (.IXIC) ha aggiunto 87,88 punti, o 0,64%, a 13.926,34.

I titoli in rialzo includevano banche che potenzialmente beneficiavano di tassi di interesse più elevati come Morgan Stanley (MS.N) e Wells Fargo & Co (WFC.N) e il gigante dell’abbigliamento sportivo Nike Inc (NKE.N), che è avanzato di circa il 5,5% dopo aver battuto aspettative trimestrali di utili e ricavi. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato lunedì che la banca centrale potrebbe agire “in modo più aggressivo” per aumentare i tassi per combattere l’inflazione, possibilmente di oltre 25 punti base (bps) contemporaneamente. Per saperne di più

I mercati stavano ricalibrando la maggiore possibilità di un aumento di 50 punti base. Martedì mattina, i mercati monetari stavano scontando una probabilità dell’80% di un aumento di 50 punti base a maggio, sebbene questo valore sia sceso al 70% intorno a mezzogiorno.

Intorno alle 1345 GMT, il rendimento dei Treasury USA a 10 anni era al 2,366%, dopo aver raggiunto il suo massimo dal 2019.

Tom Porcelli, capo economista statunitense di RBC Capital Markets, ha scritto in una nota ai clienti che durante il discorso “era facile chiedersi se fosse possibile un aumento di 75 punti base o addirittura andare all’interno della riunione”.

“Entrambi i risultati sembrano incredibilmente estremi, ma quando sentiamo parlare di inflazione da parte di Powell, ci appare incredibilmente ansioso”.

Anche i rendimenti dei titoli di Stato della zona euro sono aumentati, con il rendimento di riferimento a 10 anni della Germania che ha raggiunto circa lo 0,515%, il livello più alto dal 2018.

Sebbene Wall Street abbia chiuso in ribasso lunedì dopo i commenti di Powell, i mercati azionari europei sono aumentati. Lo STOXX 600 è salito dello 0,65%, dopo essere salito in alto nelle ultime sessioni per raggiungere il massimo di un mese (.STOXX). Il FTSE 100 di Londra è salito dello 0,54% (.FTSE).

L’indice azionario mondiale MSCI, che replica le azioni di 50 paesi, è salito dello 0,63% nel corso della giornata (.MIWD00000PUS).

Matthias Scheiber, responsabile globale della gestione del portafoglio multiasset di Allspring Global Investments, ha affermato che il ritiro delle azioni potrebbe essere dovuto agli investitori che acquistano il calo, ma che la crescita delle azioni sarebbe difficile se il rendimento a 10 anni degli Stati Uniti si avvicinasse al 2,5%.

“Ieri abbiamo assistito al forte aumento dei rendimenti e vediamo che continua anche oggi sul lato lungo, quindi è probabile che ciò metta sotto pressione le azioni. … Sarà difficile per le azioni avere una performance positiva”.

Ma JPMorgan ha affermato che l’80% dei suoi clienti prevede di aumentare l’esposizione azionaria, che è un record.

“Con il posizionamento leggero, il sentimento debole e i rischi geopolitici che potrebbero diminuire nel tempo, riteniamo che i rischi siano orientati al rialzo”, hanno scritto gli strateghi di JPMorgan in una nota ai clienti.

“Riteniamo che gli investitori dovrebbero aumentare il rischio in aree che hanno superato il ribasso come innovazione, tecnologia, biotecnologie, ME/Cina e small cap. Questi segmenti stanno scontando una grave recessione globale, che a nostro avviso non si concretizzerà”.

Il conflitto in Ucraina ha continuato a pesare sul sentimento. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha lanciato uno dei suoi più forti avvertimenti che la Russia sta valutando l’utilizzo di armi chimiche. Per saperne di più

I prezzi del petrolio hanno perso terreno guadagnato lunedì dopo la notizia che alcuni membri dell’Unione Europea stavano considerando di imporre sanzioni al petrolio russo, anche se la Germania ha affermato che il blocco era troppo dipendente dal petrolio e dal gas russi per potersi isolare. Per saperne di più

Il greggio statunitense è sceso dell’1,08% a $ 110,91 al barile e il Brent si è attestato a $ 115,53, in calo dello 0,08% rispetto alla giornata.

L’indice del dollaro USA è rimasto stabile a 98,38, mentre l’euro è salito dello 0,2% a 1.103 dollari. Per saperne di più

Martedì i prezzi dell’oro sono scesi, spinti dall’approccio aggressivo del capo della Fed nell’affrontare l’inflazione. L’oro spot è sceso dello 0,6% a $ 1.923,60 l’oncia. Per saperne di più

La principale criptovaluta Bitcoin è aumentata del 4,3% a circa $ 42.803, aggiungendosi ai suoi guadagni dal minimo intraday di $ 34.324 di febbraio. 24 quando la Russia invase l’Ucraina. Per saperne di più

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reportage di Lawrence Delevingne a Boston e Elizabeth Howcroft a Londra; montaggio di Jonathan Oatis

I nostri standard: i principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Leave a Comment