La domanda di rifinanziamento ipotecario crolla del 14%, poiché i tassi di interesse aumentano

I potenziali acquirenti di casa arrivano con un agente immobiliare in una casa in vendita a Dunlap, nell’Illinois.

Daniel Acker | Bloomberg | Getty Images

Un forte aumento dei tassi di interesse sui mutui sta mettendo a dura prova la domanda di prestiti, in particolare i rifinanziamenti. Il volume totale delle domande di mutuo è sceso dell’8,1% la scorsa settimana rispetto alla settimana precedente, secondo l’indice destagionalizzato della Mortgage Bankers Association.

Il tasso di interesse medio del contratto per i mutui a tasso fisso a 30 anni con saldi prestiti conformi ($ 647.200 o meno) è aumentato al 4,50% dal 4,27%, con punti che salgono a 0,59 da 0,54 (compresa la commissione di origination) per i prestiti con un 20% acconto.

“Il balzo dei tassi arriva quando i mercati si sono spostati a un ritmo molto più rapido di rialzi dei tassi, così come le aspettative di un minor numero di acquisti di MBS dalla Federal Reserve”, ha affermato Mike Fratantoni, capo economista dell’MBA. “Le nuove previsioni di marzo dell’MBA prevedono che i tassi ipotecari continueranno a crescere verso l’alto nel corso del 2022”.

Di conseguenza, le richieste di rifinanziamento di un mutuo per la casa, che sono molto sensibili alle variazioni dei tassi settimanali, sono diminuite del 14% rispetto alla settimana precedente ed erano inferiori del 54% rispetto alla stessa settimana di un anno fa. La quota di rifinanziamento dell’attività ipotecaria è scesa al 44,8% delle richieste totali dal 48,4% della settimana precedente.

“Il numero di candidati refi di alta qualità era già diminuito di oltre il 75% durante la scorsa settimana: questi ultimi salti probabilmente ridurranno ulteriormente quella popolazione”, ha affermato Andy Walden, vicepresidente della ricerca aziendale presso Black Knight. “Ma, mentre ora stiamo assistendo a un calo dell’attività complessiva di prestito, i volumi di cash-out lock continuano a essere più forti dei refis rate/term contro l’aumento dei tassi. Questo sarà un segmento di mercato importante per gli istituti di credito, in particolare considerando il record di $ 10 trilioni di l’equità toccabile disponibile è ulteriormente aumentata dal mercato immobiliare ancora rovente. “

Le domande di mutuo per l’acquisto di una casa, che sono meno sensibili alle variazioni dei tassi settimanali, sono diminuite del 2% per la settimana ed erano inferiori del 12% rispetto alla stessa settimana di un anno fa. Gli economisti stanno iniziando a rivedere al ribasso le loro previsioni di vendita di case, a causa dell’aumento dei tassi. Il mercato immobiliare è già costoso, poiché uno squilibrio tra domanda e offerta esercita pressioni al rialzo sui prezzi. L’aumento dei tassi sta indebolendo ulteriormente l’accessibilità economica.

Sebbene il volume complessivo delle richieste di acquisto sia leggermente diminuito, si è registrato un calo maggiore nella domanda di prestiti FHA e VA. Questi prestiti sono popolari tra gli acquirenti di case a basso reddito.

“Gli acquirenti di case per la prima volta, che fanno affidamento su questi programmi governativi, sono sempre più sfidati sia dal rapido aumento dei prezzi delle case che dai tassi dei mutui più elevati”, ha aggiunto Fratantoni.

.

Leave a Comment