L’UE istituisce il gruppo europeo di riflessione sulla carne suina

La sua riunione iniziale si è tenuta il 10 marzo


23 marzo 2022

icona dell'orologio
2 minuti di lettura

L’UE è il secondo produttore mondiale di carne suina e il più grande esportatore di carne suina e prodotti a base di carne di maiale. Poiché il settore deve affrontare diverse sfide, la Commissione europea (CE) ha istituito un gruppo europeo di riflessione sulla carne suina per esaminare tutti gli aspetti del settore per garantirne la sostenibilità e la resilienza in termini socioeconomici, ambientali, climatici, di salute animale e benessere degli animali.

Secondo un comunicato stampa della CE, il settore delle carni suine sta affrontando gravi difficoltà da diversi mesi a causa della combinazione di una serie di fattori negativi, in particolare le restrizioni sanitarie che incidono sui consumi fuori casa nel contesto del COVID-19, il rallentamento delle esportazioni verso la Cina , ulteriore diffusione della peste suina africana in più paesi dell’UE e aumento dei costi di input.

L’invasione russa dell’Ucraina ha un impatto aggiuntivo sul settore, data la sua necessità di mangimi per animali e la necessità di trovare altri mercati per le esportazioni europee di carne suina.

Rafforzare la resilienza socioeconomica del settore, soprattutto in relazione alle proteine ​​vegetali importate, è più che mai necessario, afferma il comunicato. Ciò richiede una riflessione approfondita, poiché presentano difficoltà al di là delle fluttuazioni stagionali del ciclo dei suini. Questo è il motivo per cui il 10 marzo è stata convocata una riunione di avvio dal commissario per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, Janusz Wojciechowski. Si è tenuta una discussione sulla dipendenza dalle importazioni per i mangimi.

Facilitato dal dipartimento agricolo della Commissione europea, il gruppo europeo di riflessione sulle carni suine assume la forma di riunioni congiunte del gruppo di dialogo civile per i prodotti animali (sezione carne suina) che riunisce le parti interessate e del gruppo di esperti del comitato per l’organizzazione comune dell’agricoltura Mercati (sezione Prodotti di origine animale) che riunisce esperti nazionali di tutti gli Stati membri.

Oltre a questo kick-off meeting, sono previsti cinque incontri fino alla fine dell’anno. I cinque rapporti delle riunioni confluiranno in un rapporto finale con possibili raccomandazioni da consegnare all’inizio del 2023.

La prima riunione plenaria si svolgerà online il 6 aprile. Sarà dedicato alle dinamiche socio-economiche del settore. Gli incontri successivi tratteranno le sfide ambientali e climatiche del settore, nonché considerazioni sulla salute e il benessere degli animali.

Leave a Comment