Questo nuovo capo sindacale dei Teamsters potrebbe iniziare il più grande sciopero degli ultimi decenni

O’Brien, un “militante” autodefinito, sta giurando di adottare una linea molto più dura con i datori di lavoro rispetto al suo predecessore. E ciò potrebbe portare a uno sciopero presso il più grande datore di lavoro sindacale della nazione quando i Teamsters UPS (UPS) il contratto scade il 31 luglio 2023.

Se ciò accadesse, sarebbe lo sciopero più grande e dirompente della nazione in diversi decenni.

Il sindacato dei Teamsters non ha più una stretta sul sistema di autotrasporti della nazione, come faceva negli anni ’60 quando il padre di Hoffa lo gestiva. Ma rappresenta ancora 327.000 dipendenti di UPS, di gran lunga la più grande società di trasporto e gestione delle forniture della nazione.

O’Brien sembra avere voglia di una rissa. “Non entri in nessuna situazione volendo scioperare”, ha detto alla CNN Business questa settimana. “Ma questi datori di lavoro devono capire che non avremo paura di premere quel grilletto se necessario”.

Indica i profitti record di UPS e il fondo di sciopero di 350 milioni di dollari del sindacato nel discutere le dinamiche dei colloqui imminenti, i negoziati che intende condurre lui stesso, qualcosa che i suoi predecessori non hanno mai fatto.

“UPS ha avuto successo. Utilizzeremo questo successo”, ha affermato O’Brien. “La gente è stanca di vedere queste società realizzare miliardi di profitti e non condividere la ricchezza”.

Nonostante i profitti record, UPS afferma di aver bisogno di un accordo competitivo

UPS non ha voluto commentare direttamente la posizione di O’Brien, ma ha affermato che la società crede di poter trovare un modo per lavorare con il sindacato.

“UPS e i Teamster collaborano da quasi 100 anni per soddisfare le esigenze dei dipendenti UPS, dei clienti e delle comunità in cui viviamo e lavoriamo”, ha affermato la società in una dichiarazione alla CNN Business. “Riteniamo che continueremo a trovare un terreno comune con i Teamster e raggiungeremo un accordo positivo per tutte le parti coinvolte”.

La dichiarazione della società sembra implicare che non accetterà di annullare alcuni dei suoi guadagni nei contratti precedenti che hanno sconvolto le critiche alla leadership di Teamster come O’Brien, come il sistema salariale a due livelli per alcuni membri del sindacato di UPS.

“Il settore delle consegne e della logistica sta diventando sempre più competitivo. Il nostro obiettivo durante le negoziazioni sarà quello di concordare un contratto che fornisca la flessibilità di cui UPS ha bisogno per mantenere il suo track record di servizi affidabili leader del settore”, ha aggiunto la società.

Uno sciopero ‘quasi certo’

Alcuni osservatori esterni ritengono che uno sciopero all’UPS l’anno prossimo sia inevitabile.

“Non ho una sfera di cristallo, ma a meno che UPS non stia leggendo la scritta sul muro, uno sciopero è quasi certo”, ha affermato Todd Vachon, assistente professore e direttore dell’istruzione del lavoro presso la Rutgers University.

Vachon fa riferimento ad altri recenti scioperi, in cui i lavoratori hanno rifiutato lucrosi patti provvisori tra la propria leadership sindacale e la direzione aziendale.

L’anno scorso, circa 10.000 membri del sindacato United Auto Workers hanno rifiutato due volte tali accordi presso il produttore di macchine agricole e movimento terra John Deere & Co. (DE), poiché quella società stava registrando profitti record. I membri del sindacato sono rimasti in sciopero per cinque settimane prima di accettare finalmente un accordo che ha dato loro un aumento immediato del 10%, un bonus alla firma di $ 8.500, aumenti fissi aggiuntivi, pagamenti forfettari e aumenti del costo della vita.
“Penso che questi imminenti colloqui UPS facciano molto rima con John Deere”, ha detto Vachon. L’elezione di O’Brien è giusta l’ultimo segno di crescente militanza tra i membri del sindacato di base, ha aggiunto.

L’attuale contratto con UPS è stato stipulato nel 2018 a seguito delle obiezioni del 54% dei Teamster di base che hanno votato contro. Le regole del sindacato all’epoca consentivano l’entrata in vigore del patto se al voto di ratifica hanno partecipato meno di due terzi di tutti i membri.

Il lavoro flette i suoi muscoli come suggerimenti di leva dai datori di lavoro ai lavoratori
L’accordo impopolare è stato un fattore importante nelle elezioni di O’Brien a novembre. Ha sconfitto un candidato sostenuto da Hoffa dopo che Hoffa ha scelto di non cercare un altro mandato.

Camion marroni che trasportano il 6% del PIL degli Stati Uniti

Uno sciopero a UPS sarebbe abbastanza grande da prendere un morso dall’economia generale degli Stati Uniti. UPS stima che i suoi camion trasportino oltre il 6% del prodotto interno lordo degli Stati Uniti, la misura più ampia dell’attività economica della nazione. L’azienda gestisce anche il 2% del PIL mondiale.

UPS è cresciuta in modo significativo dal suo ultimo sciopero, uno sciopero di 16 giorni nel 1997, quando il sindacato rappresentava 180.000 dipendenti. È stata la più grande interruzione del lavoro negli Stati Uniti in 30 anni, secondo le statistiche del Dipartimento del lavoro.

Uno sciopero dell’UPS ora sarebbe il più grande degli ultimi decenni e forse il più grande sciopero degli Stati Uniti mai contro una singola società.

Il background di O’Brien è molto diverso da quello di James Hoffa, che era un avvocato sindacale prima di diventare presidente. O’Brien è un Teamster di quarta generazione che si è unito al sindacato all’età di 18 anni come pilota di mezzi pesanti nell’area metropolitana di Boston.

“Una cosa è che avremo un leader che si è fatto strada attraverso la base”, ha detto O’Brien quando gli è stato chiesto della più grande differenza tra lui e il suo predecessore.

O’Brien è soddisfatto dei recenti segnali di forza nel movimento operaio statunitense e ritiene che l’ambiente attuale possa rappresentare un punto di svolta nelle relazioni tra la gestione del lavoro dopo anni di sindacati che accettano concessioni, come i sistemi salariali a due livelli.

“C’è voglia di combattere il capo”, ha detto O’Brien. “[Workers] vogliono raccogliere i frutti del proprio lavoro e non essere vittime dei profitti di un bilancio”.

.

Leave a Comment