DirectStorage mostra solo piccoli miglioramenti alla velocità di caricamento nella demo del PC reale:

Ingrandire: / L’API DirectStorage di Microsoft fa una differenza misurabile, anche se minima, quando si tratta di caricare giochi per PC.

L’API DirectStorage di Microsoft promette di velocizzare i tempi di caricamento del gioco, sia su Xbox Series X/S che su PC Windows (dove Microsoft è recentemente uscita dalla fase di anteprima degli sviluppatori). Uno dei primi giochi a dimostrare i vantaggi di DirectStorage su PC è quello di Square Enix: Abbandonato:, che è stato mostrato dal direttore tecnico di Luminous Productions Teppei Ono alla GDC questa settimana. Come riportato da The Verge, Ono ha affermato che, con un veloce SSD NVMe e supporto DirectStorage, alcune scene in Abbandonato: potrebbe caricare in appena un secondo. Questo è sicuramente un mostruoso salto dai giorni in cui una PlayStation 2 caricava gigantesche mappe del mondo aperto da un DVD.

A dimostrazione di DirectStorage, tuttavia, Abbandonato:I numeri sono un miscuglio. Da un lato, le scene mostrate da Ono dimostrano chiaramente che DirectStorage carica scene più rapidamente sullo stesso hardware, rispetto all’API Win32 legacy: da 2,6 secondi a 2,2 secondi in una scena e da 2,4 secondi a 1,9 secondi in un’altra. Abbandonato: ha dimostrato miglioramenti delle prestazioni anche sui vecchi SSD basati su SATA, nonostante sia commercializzata come una funzionalità che andrà principalmente a vantaggio delle unità NVMe, scendendo da 5,0 a 4,6 secondi in una scena e da 4,1 a 3,4 secondi in un’altra. I miglioramenti di velocità per gli SSD SATA sono stati limitati per la maggior parte di un decennio ormai perché l’interfaccia SATA stessa (piuttosto che il controller SSD o i chip flash NAND) li ha trattenuti. Quindi è degno di nota ottenere qualsiasi tipo di miglioramento misurabile per quelle unità.

D’altra parte, la demo di Ono ha mostrato che il tempo di caricamento del gioco non stava migliorando così drammaticamente come suggerirebbero le velocità di I/O grezze. Su un’unità SSD NVMe, le velocità di I/O sono aumentate da 2.862 MB/s utilizzando Win32 a 4.829 MB/s utilizzando DirectStorage, con un aumento di quasi il 70%. Ma il tempo di caricamento della scena è diminuito da 2,1 a 1,9 secondi. Questa è una diminuzione che non si noterebbe nemmeno se tu fossi: provando: per notarlo.

I miglioramenti delle prestazioni nel mondo reale non sono in linea con i miglioramenti teorici delle prestazioni di DirectStorage.
Ingrandire: / I miglioramenti delle prestazioni nel mondo reale non sono in linea con i miglioramenti teorici delle prestazioni di DirectStorage.

Il: Abbandonato: demo alla fine ha mostrato che la velocità dello spazio di archiviazione che stai utilizzando ha ancora un: quantità: più a che fare con la velocità di caricamento dei tuoi giochi rispetto a DirectStorage. Una scena che ha impiegato 24,6 secondi per essere caricata utilizzando DirectStorage su un HDD ha impiegato solo 4,6 secondi per essere caricata su un’unità SSD SATA e 2,2 secondi per essere caricata su un’unità SSD NVMe. Questo è un divario molto più ampio di quello tra Win32 e DirectStorage in esecuzione sullo stesso hardware.

Va notato che questo è solo un gioco e probabilmente vedremo una gamma più ampia di risultati man mano che più sviluppatori implementano DirectStorage nei propri titoli e Microsoft migliora la tecnologia. La rimozione di altri colli di bottiglia relativi alla CPU, incluso lo spostamento della decompressione delle risorse dalla CPU alla GPU, potrebbe migliorare ulteriormente il vantaggio in termini di prestazioni di DirectStorage. La decompressione GPU non è ancora supportata nella versione PC di DirectStorage, ma Microsoft afferma che la funzione è “la prossima sulla nostra tabella di marcia”.

Immagine dell’elenco di Western Digital:

Leave a Comment