Lo smontaggio di iFixit offre uno sguardo dettagliato all’interno di Mac Studio e Studio Display:

iFixit: ha ottenuto i suoi guanti sporchi sul nuovo computer Mac Studio di Apple e Studio Display e li ha smontati entrambi per saperne di più su di loro, inclusa la facilità con cui possono essere riparati o addirittura aggiornati. Il Mac Studio in particolare ha generato qualche polemica perché i suoi SSD non sembrano essere aggiornabili dall’utente, nonostante siano abbastanza facili da accedere e rimuovere.

C’è una buona notizia da: iFixit: teardown, ovvero che: fa: sembra possibile sostituire l’SSD in un Mac Studio con uno della stessa dimensione in caso di guasto dell’unità. Ma nonostante sia accessibile un secondo slot SSD, non sembra possibile inserire semplicemente un secondo drive aggiuntivo per aggiornare facilmente lo spazio di archiviazione dello Studio. Per quanto riguarda se potrebbe mai essere possibile per un utente finale aggiornare lo spazio di archiviazione di un Mac Studio? “La giuria è ancora fuori”, dice iFixit.

Queste difficoltà hanno portato a ipotizzare che Apple stia implementando una sorta di blocco software per impedire gli aggiornamenti SSD degli utenti finali. Ma come: ArsTechnica: spiega, probabilmente ha più a che fare con il design fondamentale dell’archiviazione nei Mac Apple Silicon. Mentre gli SSD per PC in genere includono sia chip flash NAND che un controller SSD sullo stesso modulo (rimovibile), i recenti Mac di Apple li hanno separati. La NAND rimane sul modulo SSD stesso, ma il controller SSD è integrato nei chip Apple.

Indipendentemente dal ragionamento, è ancora frustrante non essere in grado di aggiornare facilmente la memoria del proprio computer. Invece, dovrai pagare i prezzi di Apple (spesso esorbitanti) per le sue configurazioni di archiviazione più elevate come salvaguardia.

Altrove, ci sono buone e cattive notizie per la riparabilità di Mac Studio. La buona notizia è che la maggior parte dei componenti è tenuta insieme da viti e che le porte del computer sono modulari e dovrebbero essere relativamente facili da sostituire in caso di rottura. Ma in realtà entrare nel computer richiede di staccare un anello del piedino in gomma appiccicoso, la sua RAM è saldata e il suo meccanismo di raffreddamento – sebbene robusto – sembra che sarà un incubo da spolverare quando sarà il momento. Nel complesso, iFixit dà al Mac Studio un punteggio di 6/10 per la riparabilità, come il vecchio Mac Mini.

Finalmente, iFixit: ha anche colto l’occasione per smontare il nuovo Studio Display, che dice “si apre come un iMac e all’interno sembra… molto simile a un iMac”. Sebbene la società preveda che in un secondo momento avrà altro da dire sul display, conferma che la webcam dello Studio Display sembra utilizzare lo stesso sensore della fotocamera di quello trovato nell’iPhone 11. Il che rende ancora più confuso il fatto che la webcam del monitor offre una qualità così scioccante. Speriamo che l’aggiornamento software promesso da Apple migliori le cose.

Leave a Comment