Lo spesso disco della Via Lattea è molto più vecchio di quanto pensi

Una straordinaria scoperta ha appena aggiunto un altro livello alla nostra ricerca per ricostruire la storia della nostra galassia con dettagli senza precedenti.

Un team di scienziati del Max-Planck Institute for Astronomy in Germania ha scoperto che il “disco spesso” della Via Lattea si è formato 13 miliardi di anni fa, circa due miliardi di anni prima di quanto si pensasse, secondo un comunicato stampa.

Nel caso ve lo foste perso, significa che ha iniziato a formarsi solo 0,8 miliardi di anni dopo il Big Bang.

Creazione di una linea temporale della formazione della Via Lattea

La Via Lattea è composta da due parti: l’alone e il disco. Il disco è diviso in due parti: il disco sottile, che comprende la maggior parte delle stelle, e il disco spesso, che è alto più del doppio del disco sottile ma contiene solo una piccola percentuale delle stelle della Via Lattea. Il team è stato in grado di costruire una storia della formazione della Via Lattea rilevando stelle subgiganti in queste varie aree.

Per fare questa scoperta, gli astronomi Maosheng Xiang e Hans-Walter Rix del Max-Planck Institute for Astronomy hanno combinato i dati della missione Gaia dell’Agenzia spaziale europea (ESA), che è un’impresa ambiziosa che mira a creare una mappa tridimensionale della nostra Galaxy, con le misurazioni delle composizioni chimiche delle stelle compilate dal telescopio spettroscopico in fibra multioggetto per la grande area del cielo cinese (LAMOST).

I ricercatori hanno analizzato un’indagine su circa 250.000 stelle di età compresa tra 13,8 miliardi e 15 miliardi di anni per tracciare l’espansione della nostra galassia incrociando i loro cicli vitali con i movimenti della Via Lattea.

Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Naturale ere stellari riflettono due periodi della storia della nostra galassia: il disco spesso ha iniziato a generare stelle nella prima fase, iniziata solo 0,8 miliardi di anni dopo il Big Bang, e il disco sottile di stelle che contiene il Sole ha avuto origine durante il secondo successivo della galassia fase di sviluppo.

Alla scoperta della Via Lattea

L’analisi mostra anche che dopo il boom di formazione stellare causato dalla fusione della nostra galassia della Via Lattea con una galassia nana nota come Gaia-Sausage-Enceladus, il disco spesso ha continuato a generare stelle fino a quando il gas si è esaurito circa 6 miliardi di anni dopo il Big Bang .

“Dalla scoperta dell’antica fusione con Gaia-Sausage-Enceladus, nel 2018, gli astronomi hanno sospettato che la Via Lattea fosse già lì prima che si formasse l’alone, ma non avevamo un quadro chiaro di come fosse quella Via Lattea, ha detto Maosheng, che è attualmente un post-dottorato presso il Max-Planck Institute for Astronomy. “I nostri risultati forniscono dettagli squisiti su quella parte della Via Lattea, come il suo compleanno, il suo tasso di formazione stellare e la storia dell’arricchimento dei metalli. Mettere insieme queste scoperte utilizzando i dati di Gaia sta rivoluzionando la nostra immagine di quando e come si è formata la nostra galassia”.

Questa è una scoperta intrigante che prefigura ciò che accadrà in futuro. L’innovativo James Webb Space Telescope, ad esempio, è stato progettato per esaminare le più antiche galassie simili alla Via Lattea dell’universo e potremmo aspettarci di assistere a molte altre nuove osservazioni nel prossimo futuro una volta che sarà completamente operativo.

Gaia, d’altra parte, rilascerà anche il suo terzo rilascio di dati completo il 13 giugno di quest’anno, che includerà spettri e informazioni derivate come età e metallicità. Grazie a questo, gli astronomi potranno arricchire la gloriosa storia della nostra galassia con dettagli ancora più emozionanti.

.

Leave a Comment