Shortwave ha appena salvato la mia casella di posta dalla fatica di Gmail:

Quando Google ha eliminato la sua Posta in arrivo alternativa a Gmail nel 2018, ha promesso che molte delle sue idee sarebbero arrivate su Gmail. Sebbene alcuni siano arrivati, la maggior parte di ciò che ha reso Inbox un successo, come i “bundle”, non è mai arrivato. Invece, negli anni successivi, Google ha inserito la sua intera suite di produttività in Gmail per spingere le persone a utilizzare il resto dei suoi servizi Workspace. E sta per peggiorare mentre Google si prepara a lanciare un importante aggiornamento di Gmail che è più disordinato che mai.

L’interfaccia in evoluzione di Gmail funziona per coloro che hanno investito nell’ecosistema di Google, ma fa ben poco per salvare le persone dalla fatica di setacciare le loro disordinate caselle di posta ogni giorno. È facile capire perché: scarica ancora su di te un elenco di e-mail senza una struttura reale oltre a un insieme imprevedibile di filtri per tenere fuori messaggi promozionali, spam e aggiornamenti sui social media.

Le app di posta elettronica che offrono di correggere le carenze di Gmail sono state ugualmente deludenti per me: Newton Mail non poteva mantenere un proprietario, né la mia fiducia. Spark aveva troppe funzioni di cui non avevo bisogno. Superhuman, un’app di posta elettronica da $ 30 al mese che vuole farti “sentire di avere dei superpoteri”, promesse eccessive e consegne insufficienti. Ma dopo anni di app hopping, la mia ricerca di un successore di Google Inbox potrebbe finalmente volgere al termine, grazie a un nuovo client Gmail piacevolmente minimalista chiamato Shortwave.

Shortwave è stato progettato da un gruppo di ex Googler, tra cui Andrew Lee, che in precedenza ha fondato e venduto Firebase, una piattaforma di sviluppo di app, a Google. Shortwave – al prezzo di $ 9 / mese a meno che tu non stia bene con solo tre mesi di cronologia delle e-mail – non fa mistero delle sue ambizioni di entrare nei panni di Inbox. Sembra e funziona anche con un tema con accento blu, ma è più di un semplice clone. Si basa sulle scelte di design efficaci che hanno alimentato Inbox con alcune delle sue e nelle due settimane che ho trascorso con esso, mi ha reso molto più produttivo nella gestione della mia posta elettronica.

Quando accendo Shortwave – disponibile sul Web, iOS e Android – non mi affoga in una valanga di e-mail. Invece, gli elementi non essenziali, come gli aggiornamenti dai social media e le conferme automatiche come quelli di Amazon, sono raggruppati in modo ordinato e i thread che ho etichettato in precedenza, ad esempio, per un progetto sono ordinati in un altro per impostazione predefinita. Tutto ciò accade all’interno della stessa casella di posta, non in varie schede come Gmail, che mi consente di tenerlo d’occhio ed evitare che la spazzatura si accumuli.

Posta in arrivo di esempio di Shortwave.
Immagine: Onda corta:

Poiché la maggior parte della mia casella di posta è già organizzata quando ci entro, ci sono molte meno email che richiedono la mia attenzione immediata. Sembra che il mio lavoro sia stato tagliato a metà: So che i messaggi in bundle come “Newsletter” possono aspettare e posso raggiungere rapidamente le e-mail che contano senza stressarmi per il conteggio dei non letti (che comunque non esiste su Shortwave).

La qualità più sorprendente di Shortwave per me, tuttavia, è il modo in cui mi ha costretto a ripensare a come affronto la mia casella di posta elettronica. Prima, mi ci immergevo frontalmente senza un piano, gestendo prima tutto ciò che era in alto e probabilmente perdendo quello che era in basso.

Ora, quando accedo, c’è una certa routine. Per prima cosa archivio tutta la spazzatura in una volta sola con il pulsante “sweep”, sbloccando istantaneamente la mia casella di posta. Successivamente, controllo se ci sono messaggi non letti nella sezione “Preferiti”, che ospita le e-mail delle persone che ho contattato più frequentemente, per sapere se ho aggiornamenti dai miei editori e rispondo a quelli nel caso lo faccia, dato che di solito è il mio priorità assoluta e ora posso trovarli senza passare manualmente attraverso innumerevoli pile di altri messaggi.

Quindi posso comodamente triage il resto: Appunto gli elementi più urgenti nella parte superiore della posta in arrivo, posticipo ciò che può attendere, trascinando e rilasciando le e-mail correlate l’una sull’altra per inserirle in un nuovo pacchetto che posso rivedere in seguito. Oltre a rispondere effettivamente alle mie e-mail, niente di tutto ciò mi richiede più di pochi minuti e puoi fare praticamente tutto con le scorciatoie da tastiera.

Shortwave raggruppa i thread di routine sotto un singolo elemento nella tua casella di posta.
Immagine: Onda corta:

Come molte persone, soffro di una tendenza ansiosa a passare al telefono e controllare le mie e-mail per prima cosa al mattino, ma la modalità Non disturbare di Shortwave ora tiene tutte le e-mail fino a tardi e tiene sotto controllo il mio cervello ansioso di posta elettronica. L’app mi consente anche di scegliere il tipo di e-mail di cui voglio essere informato e libera del tutto il mio pannello delle notifiche di spazzatura come offerte e aggiornamenti di marketing.

E a differenza di molti nuovi client di posta elettronica, sembra che Shortwave trovi il giusto equilibrio quando si tratta di densità di informazioni. La sua interfaccia è abbastanza spaziosa da consentire alla mia casella di posta di mostrare molte e-mail alla volta, non appare come un gigantesco glob disordinato di testo ed è facile da navigare, a differenza di Inbox, il cui design è stato criticato per la sua bassa densità di informazioni. Trovo anche molto meglio strutturare i thread occupati, mostrando chiaramente quando c’è un nuovo destinatario in una catena di posta elettronica o quando qualcuno fa un ping a me direttamente invece che a tutti suddividendo la risposta in un sotto-thread.

Per portare questo tipo di comodità su Gmail, dovevo fidarmi che Shortwave non venderà o leggerà le mie e-mail, cosa che tecnicamente può fare. Sebbene consegnare le redini dei miei dati a nuove aziende sia diventato più difficile che mai per me, Shortwave è un caso convincente. Oltre a politiche chiare che affermano che Shortwave non monetizza i dati personali, afferma di aver superato un audit annuale imposto da Google, che può costare a terzi oltre $ 75.000 e comporta lo stress test delle loro protezioni di sicurezza. Aiuta anche il fatto che il suo modello di business dipenda da un abbonamento premium, non da pubblicità o intermediazione di dati.

(Google e la società che ha eseguito l’audit di Shortwave, NCC Group, si sono rifiutati di commentare.)

Sebbene Shortwave sia ora la mia casella di posta predefinita, devo comunque tornare a Gmail ogni tanto perché non è ancora in grado di pianificare le e-mail e mancano alcune cartelle standard, come lo spam. Anche l’assenza di un’opzione di eliminazione è stata una delusione. Lee afferma che tutti questi sono “in cima alla lista delle priorità”, ma non può commentare quando arriveranno quegli aggiornamenti.

Un’altra cosa che potrebbe dare una svolta all’esperienza di Shortwave per me sono le grandi ambizioni della startup di sostituire app come Slack con la posta elettronica. Su Shortwave, le organizzazioni possono creare “spazi di lavoro” in cui i dipendenti possono chattare in tempo reale come farebbero su un servizio di messaggistica. Tranne nel caso di Shortwave, tutti i messaggi sono e-mail. Al momento, questi strumenti aziendali vivono nella loro divisione separata e non si intromettono, ma resta da vedere se ciò cambierà (e ingombra la posta in arrivo pulita di Shortwave nello stesso modo in cui Google ha fatto con Gmail).

Shortwave ti consente anche di trasformare la posta elettronica in chat.
Immagine: Onda corta:

Sono scettico sul piano di Shortwave di trasformare l’e-mail nel proiettile d’argento per tutte le comunicazioni di lavoro, ma se la mia casella di posta perfettamente pulita è indicativa, può sicuramente ripristinare uno stato di calma nella tua relazione caotica con le e-mail e rattoppare quel buco delle dimensioni di Inbox in il mondo.

Shortwave non tenta di reinventare o complicare la posta elettronica e la sua casella di posta intelligente è semplice e pratica. Tanto che durante l’utilizzo, tutto ciò che potevo chiedermi era perché Google non ha mai portato tutte le funzionalità di Inbox su Gmail. Molte delle sue funzionalità possono sembrare aggiunte minori a Gmail, ma messe insieme, si sommano a un’esperienza di posta elettronica meno frustrante e più funzionale.

Leave a Comment