TN non consente più ricerche senza mandato da parte di funzionari della fauna selvatica

Di Anita Wadhwani, Tennessee Lookout

23 marzo 2022

La pratica di lunga data di condurre perquisizioni senza mandato su proprietà private da parte di ufficiali della Tennessee Wildlife Resources Agency è incostituzionale, ha stabilito martedì una giuria di tre giudici che ha ascoltato un caso presso il tribunale del circuito della contea di Benton.

Scopri cosa sta succedendo in Across Tennesseecon aggiornamenti gratuiti in tempo reale da Patch.

La sentenza invalida la legge del Tennessee su cui la TWRA ha fatto affidamento per condurre ricerche e sorveglianza senza mandato su terreni privati ​​al fine di adempiere alla sua missione di far rispettare le leggi statali su caccia, pesca e fauna selvatica.

È un’autorità che non è esplicitamente estesa ad altre forze dell’ordine statali o locali. La legge, hanno scritto i giudici, dà luogo a un “rischio intollerabile di perquisizioni abusive” e viola le tutele della proprietà della Costituzione del Tennessee. È “incostituzionale, illegale e inapplicabile”, ha affermato la loro sentenza.

Scopri cosa sta succedendo in Across Tennesseecon aggiornamenti gratuiti in tempo reale da Patch.

Un avvocato che rappresenta Hunter Hollingsworth e Terry Rainwaters, due uomini della contea di Benton che hanno intentato una causa contro la TWRA per perquisizioni senza mandato nelle loro terre, ha definito la sentenza una “cosa importante”.

“Questa è una decisione che avrà un impatto davvero enorme sui proprietari terrieri privati ​​del Tennessee”, ha affermato Joshua Windham, un avvocato dell’Institute for Justice, uno studio legale di orientamento libertario.

Windham ha affermato che la sentenza potrebbe avere implicazioni oltre il Tennessee. Il linguaggio di protezione della proprietà della Costituzione del Tennessee, citato dai giudici, è ripreso nelle costituzioni di altri 16 stati, portando potenzialmente a sfide legali di simili pratiche di applicazione della fauna selvatica altrove. La pratica della TWRA di pattugliare la proprietà privata senza il consenso del proprietario o un mandato non è rara.

Un portavoce della TWRA mercoledì non ha risposto immediatamente alle domande sulla sentenza o se i funzionari statali intendono presentare ricorso.

Gli ufficiali statali della fauna selvatica pattugliano le terre private in tutto lo stato tutto l’anno senza avvisare i proprietari, ottenere il consenso o comparire davanti a un giudice per presentare un caso per un mandato, hanno affermato i registri del tribunale.

Gli ufficiali della TWRA a volte indagano sui reati di caccia a tacchini, colombe e cervi accovacciandosi tra i cespugli e registrando segretamente i cacciatori, nascondendosi all’interno della linea di tiro in alcuni casi citati nella causa. L’agenzia non tiene traccia di quando o con quale frequenza gli agenti entrano nella proprietà privata. Gli ufficiali della TWRA non hanno bisogno del permesso di un supervisore prima di entrare in terreni privati. Non ci sono regole dell’agenzia che limitino il tempo che gli agenti possono spendere per la ricerca di proprietà private.

Gli avvocati della TWRA hanno affermato che gli ufficiali statali della fauna selvatica devono avere la flessibilità di entrare in terreni privati ​​​​per svolgere il loro lavoro. La missione dell’agenzia è proteggere la fauna selvatica e far rispettare le leggi sulla caccia, la pesca e la nautica. La stragrande maggioranza della caccia nel Tennessee si svolge su proprietà privata e la fauna selvatica non è confinata nelle terre pubbliche, hanno osservato.

TWRA ha anche citato un precedente consolidato della Corte Suprema degli Stati Uniti, noto come “dottrina dei campi aperti”, in cui si afferma che i proprietari non hanno “ragionevoli aspettative di privacy” sulla proprietà privata considerata un campo aperto – proprietà al di fuori delle immediate vicinanze di la casa o il cortile di un proprietario, come un campo di colture ben oltre la fattoria di un agricoltore.

Ma la giuria di tre giudici della contea di Benton ha concluso che la Costituzione del Tennessee offre ai proprietari una maggiore protezione. L’articolo I, sezione 7 della Costituzione del Tennessee fornisce una “garanzia di sicurezza più ampia per la proprietà immobiliare di un individuo rispetto alla sua controparte federale”, hanno scritto.

La costituzione del Tennessee protegge tutta la “proprietà, reale o persona, effettivamente posseduta o occupata”, ha osservato la corte. In base al precedente della Corte Suprema del Tennessee, la terra posseduta o occupata si estende oltre una fattoria. Sono escluse da tali tutele solo le “terre selvagge o incolte” non utilizzate, coltivate, recintate o altrimenti utilizzate, ha rilevato la Corte Suprema dello Stato.

I giudici hanno anche concluso che lo statuto che concedeva alla TWRA il diritto di entrare in terreni privati ​​equivaleva a un “mandato generale”, dando ai funzionari un’ampia libertà di condurre le perquisizioni. “I mandati generali sono pericolosi per la libertà e non dovrebbero essere concessi”, ha stabilito la corte.

Hollingsworth, un lavoratore delle ferrovie della contea di Benton, ha detto mercoledì di essersi sentito vendicato dopo anni passati a sfidare più ufficiali della TWRA incursioni nella sua proprietà, dove si sono nascosti segretamente dietro i cespugli per filmare Hollingsworth, la sua ragazza e i suoi amici mentre cacciavano e socializzavano.

Hanno pattugliato la sua terra e controllato i suoi movimenti.

“Penso che sarà molto più rilassante essere nella mia proprietà e non dovrai essere paranoico sul fatto che ti guardino tutto il tempo”, ha detto Hollingsworth. “Penso che sia fantastico che altre persone possano godersi la loro proprietà senza preoccuparsi di essere osservate”.
Allo stesso modo Rainwaters ha espresso “grande sollievo per il fatto che la corte riconoscesse che perquisire la mia proprietà senza permesso e senza mandato era incostituzionale”.

“È ancora meglio sentire che la corte non crede che nessun altro nel Tennessee dovrebbe vedere violati i propri diritti allo stesso modo”, ha detto. “Dormirò un po’ meglio stanotte sapendo che i funzionari statali devono rispettare i miei diritti di proprietà”.

Il caso è stato esaminato in base a una nuova legge statale che richiedeva a un collegio di tre giudici, uno per ciascuna divisione dello stato, di ascoltare le sfide al diritto statale. Il giudice Donald Parish, il cancelliere Jerri Bryant e il giudice Russel Parkes hanno presieduto il caso.

Parish, che ha concordato con la maggioranza della decisione, ha presentato un parere dissenziente in cui ha sostenuto che il tribunale avrebbe dovuto andare oltre.

L’Institute for Justice aveva richiesto un’ingiunzione che vietasse alla TWRA di entrare nella proprietà privata, cosa che è stata respinta dalla giuria perché aveva già concluso che la legge del Tennessee non era valida.

Ma Parish ha osservato che gli avvocati della TWRA hanno sostenuto che la loro autorità di condurre perquisizioni senza mandato risiede anche nel riconoscimento della Costituzione del Tennessee di un diritto personale di cacciare o pescare, soggetto a una regolamentazione ragionevole.

Parish ha anche citato la conversazione di un ufficiale della TWRA con Hollingsworth nel verbale della corte. Hollingsworth ha detto a un ufficiale che si è presentato nella sua proprietà di non essere stato invitato.

“Quando hai comprato la tua licenza di caccia, mi hai invitato”, ha detto l’ufficiale a Hollingsworth.
In assenza di un’ingiunzione, Parish ha scritto: “Credo che persista un ‘rischio intollerabile’ di perquisizioni improprie da parte della TWRA”.

Tennessee Lookout fa parte della States Newsroom, una rete senza scopo di lucro di siti di notizie del governo statale supportati da sovvenzioni e una coalizione di donatori.

Leave a Comment