Esperti climatici preoccupati poiché le regioni artiche hanno raggiunto 50° sopra il normale mentre le temperature del Polo Sud sono aumentate di 70° allo stesso tempo

SAN FRANCISCO (KGO) – Fai un giro ad alta risoluzione intorno al nostro pianeta natale al Morrison Planetarium della California Academy of Sciences di San Francisco e inizi a farti un’idea della vasta distanza e delle differenze geografiche tra le regioni artiche settentrionali della Terra, e il continente meridionale dell’Antartide.

Ma negli ultimi giorni, i poli opposti hanno condiviso più dei ghiacciai in comune. Mentre le aree dell’Artico sperimentano temperature di 50 gradi sopra il normale, allo stesso tempo, le stazioni meteorologiche vicino al Polo Sud hanno registrato letture di circa 70 gradi più calde della media. Il picco è tutt’altro che normale, secondo Peter Roopnarine, Ph.D. dell’Accademia.

Quindi le temperature calde, in primo luogo sono insolite. La seconda cosa insolita è che sono entrambe calde allo stesso tempo, perché sono stagioni opposte. Sì. Sono stagioni opposte. E questo non dovrebbe essere, questo dovrebbe non sta accadendo contemporaneamente a entrambi i poli”, spiega Roopnarine.

CORRELATI: La scoperta della colonia di pinguini in Antartide sembra essere un altro segno di crisi climatica

Gli esperti affermano che le forze esatte al lavoro possono essere complicate, specialmente in Antartide, dove i dati storici sulla temperatura sono limitati. È probabile che anche le fluttuazioni del riscaldamento degli oceani e del calore superficiale abbiano un ruolo.

“E non lo sappiamo, è qualcosa che accade ogni 50, 70 anni o giù di lì in Antartide e non è insolito? Non lo sappiamo davvero. Inoltre, è legato al riscaldamento globale? Inizierà ad accadere ogni anno? Non lo sappiamo “, sostiene Roopnarine.

VIDEO: Perché il rapido scioglimento dei ghiacci della Groenlandia potrebbe rappresentare una minaccia climatica per la baia di San Francisco

Nel nord, gli studi hanno già suggerito che l’Artico si sta riscaldando a una velocità di molte volte superiore a quella del resto del pianeta. I team del Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena hanno monitorato l’effetto sulle enormi calotte glaciali, in aree come la Groenlandia. Dicono che mentre i recenti picchi di temperatura possono essere insoliti, lo scioglimento già osservato solleva notevoli preoccupazioni.

“Queste sono anomalie. Non sappiamo perché si verificano, ma sappiamo che si sta verificando un riscaldamento, specialmente negli oceani intorno all’Antartide. Sappiamo che l’atmosfera e il clima si stanno generalmente riscaldando nell’Artico”, spiega lo scienziato della NASA-JPL Erik Ivans.

Le risposte all’enigma polare potrebbero in definitiva avere implicazioni dirette per la Bay Area.

Se sei sull’app ABC7 News, fai clic qui per guardare in diretta

Lo scioglimento delle calotte glaciali nell’Artico e potenzialmente nell’Antartide è già considerato un importante fattore di rischio per l’innalzamento del livello del mare e uno dei rischi a lungo termine dell’aumento delle temperature.

E c’è un’altra misurazione appena arrivata dalla NASA. I ricercatori affermano che l’area coperta dal ghiaccio nell’Artico quest’anno è stata la decima più bassa mai registrata.

Copyright © 2022 KGO-TV. Tutti i diritti riservati.

.

Leave a Comment