Nuovi risultati di ricerca di Oncologica sul rilevamento dei biomarcatori del cancro al cervello mediante il sequenziamento genomico aiuta la gestione clinica per migliori risultati di sopravvivenza

CAMBRIDGE, Inghilterra, 25 marzo 2022–(BUSINESS WIRE)–Il glioblastoma, la forma più aggressiva di cancro al cervello, viene comunemente trattata con chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Tuttavia, uno studio appena pubblicato dal team di ricerca di Oncologica, il laboratorio di test genetici del cancro leader a livello mondiale con sede a Cambridge, nel Regno Unito, spiega come la loro ricerca sul sequenziamento genetico sui biomarcatori predittivi del glioblastoma può consentire a pazienti e medici con modelli di DNA di prendere decisioni terapeutiche più mirate. Ciò potrebbe portare a migliori risultati del trattamento oltre l’attuale tasso di sopravvivenza del 7% entro cinque anni dalla diagnosi.

Questo comunicato stampa contiene contenuti multimediali. Visualizza la versione completa qui: https://www.businesswire.com/news/home/20220324005886/en/

Un nuovo studio sui biomarcatori genetici del cancro al cervello fornisce a pazienti e medici progetti di DNA per decisioni terapeutiche più mirate. (Foto: Business Wire)

Le ultime terapie e immunoterapie mirate contro il cancro sono dirette alle mutazioni genetiche del DNA che sono alla base dello sviluppo e della progressione del cancro al cervello. Gli ultimi farmaci antitumorali mirati offrono grandi vantaggi rispetto agli approcci terapeutici standard poiché attaccano direttamente le cellule tumorali ma lasciano le cellule normali relativamente indisturbate. Questi nuovi farmaci mirati al genoma hanno una maggiore specificità e riducono gli effetti tossici per i pazienti rispetto alla chemioterapia convenzionale.

La rapida implementazione di queste terapie mirate nella pratica clinica di routine è stata limitata dalla mancanza di uno screening genetico completo per queste mutazioni del DNA al momento della diagnosi. Inoltre, l’elaborazione di biopsie tissutali mediante l’inclusione di formaldeide e cera per la diagnosi, provoca la frammentazione del test del DNA che rende l’analisi delle mutazioni una sfida.

Nello studio appena pubblicato di Oncologica, Oncologica mostra come il sequenziamento dei biomarcatori a semiconduttore può essere utilizzato per schermare accuratamente il DNA e l’RNA frammentati da campioni di biopsia/resezione di glioblastoma di routine. Ciò consente di intraprendere una profilazione completa del DNA nel flusso di lavoro diagnostico iniziale di routine per collegare le mutazioni rilevate a un’ampia gamma di potenziali terapie e immunoterapie mirate al genoma, piuttosto che aspettare per vedere se i trattamenti standard non riescono a controllare la malattia.

“Siamo continuamente alla ricerca di nuovi modi per migliorare le opzioni di test genetici alla diagnosi iniziale per fornire preziosi dati personalizzati per aiutare i trattamenti mirati del cancro”, ha affermato il dott. Marco Loddo, co-fondatore e direttore scientifico di Oncologica.

I risultati chiave del documento sono;

  • La maggior parte dei pazienti presentava 3 o più mutazioni attuabili che interessavano le principali reti regolatorie del cancro, comprese le vie di segnalazione mitogena, le vie di riparazione del danno al DNA e i punti di controllo del ciclo cellulare. Il collegamento con l’immunoterapia e gli inibitori della PARP è stato identificato nel 44% dei pazienti con glioblastoma a causa delle alterazioni dei geni di riparazione del danno al DNA.

“Speriamo che i nostri dati aiuteranno a informare gli oncologi sull’ampia gamma di potenziali terapie ora disponibili e che ciò si tradurrà in risultati clinici migliori per i pazienti con glioblastoma in futuro, ha affermato il professor Gareth Williams, co-fondatore e direttore medico di Oncologica.

Maggiori informazioni su www.oncologica.com/news/Newspage e https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0245817

A proposito di Oncologica

Oncologica è un laboratorio di ricerca a contratto genomico e di medicina del cancro di precisione leader a livello mondiale con sede a Cambridge, nel Regno Unito. Il nostro profilo personalizzato del DNA viene utilizzato per aiutare l’identificazione delle terapie mirate più appropriate per i pazienti con cancro in alternativa alla chemioterapia.

Le nostre capacità di test molecolari ora coprono lo screening del cancro, il sequenziamento del DNA del tumore, il profilo delle mutazioni Covid-19 e il test degli allergeni, con oltre 5 milioni di test genetici sulla salute eseguiti negli ultimi due anni. La profilazione completa del DNA NGS di Oncologica con il collegamento a terapie mirate fornisce schemi genomici dettagliati che ottimizzano le scelte terapeutiche, migliorano i risultati sulla salute e aiutano le persone a evitare trattamenti improbabili.

I programmi di ricerca a contratto, le sperimentazioni cliniche e le piattaforme di convalida dei test diagnostici di Oncologica si concentrano su nuove soluzioni terapeutiche genomiche. I dati genomici personalizzati stanno aiutando a consentire ai pazienti e ai medici di migliorare i risultati del trattamento e la salute umana.

Oncologica UK Ltd, Suite 2, The Newnham Building, Chesterford Research Park, CAMBRIDGE UK CB10 1XL. www.oncologica.com

Visualizza la versione sorgente su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20220324005886/en/

Contatti

Interviste alla stampa: Dott. Marco Loddo BSc PhD, Co-Fondatore e Direttore Scientifico
Tel Dir: 01223 785316,
Email Marco.Loddo@oncologica.com

Richieste editoriali e stampa
Christine Modla-Thomas, responsabile marketing
Tel Dir: 01223 981779
Invia un’e-mail a Christine.Modla-Thomas@oncologica.com

Reader Richieste communication@oncologica.com o Tel:01223 785327

Leave a Comment