Per favore, salva le nostre foreste e la fauna selvatica

Immagina una grande concentrazione di foreste protette, che ospita una varietà di fauna selvatica come alci, orsi neri, linci rosse, martore, lontre di fiume, castori, procioni, visoni e mammiferi più piccoli, inclusi scoiattoli volanti e pipistrelli.

Complessivamente, 53 specie conosciute di mammiferi, 35 specie di rettili e anfibi e innumerevoli uccelli, uccelli acquatici, insetti e pesci vivono nel suo mix di latifoglie e conifere (ad es. faggio, cicuta orientale, quercia, acero da zucchero, pino, abete rosso ). L’area è controllata da migliaia di laghi e stagni e migliaia di chilometri di fiumi, fornendo spartiacque che aiutano a spiegare la sua ricca diversità biologica.

Dov’è questo posto meraviglioso che copre un’area più grande di Yosemite, Glacier, Grand Canyon, Yellowstone e Great Smokies National Parks messi insieme? Purtroppo, non è in Massachusetts, ma a poche ore da Boston, Burlington, New York, Montreal e Ottawa. Per più di 127 anni, questo è stato uno dei segreti di conservazione meglio custoditi al mondo.

Con 6 milioni di acri, l’Adirondack Park a nord di New York è la più grande area protetta pubblicamente negli Stati Uniti contigui. Quasi la metà è una riserva forestale di proprietà pubblica designata “Forever Wild”, protetta dalla Costituzione dello stato di New York “per preservare l’eccezionale valore paesaggistico, ricreativo ed ecologico”. La Costituzione afferma che “queste terre non devono essere affittate, vendute o scambiate, o prese da alcuna società, pubblica o privata, né il legname su di esse deve essere venduto, rimosso o distrutto”.

L’uso del suolo di porzioni di proprietà privata (compresi paesi, villaggi e fattorie) è regolato dall’Agenzia del Parco Adirondack. Nel complesso, il parco ha all’incirca le dimensioni del Vermont, ma è sconosciuto a molti americani e ospita in realtà circa 60 milioni di visitatori all’anno.

Perché mi soffermo su questo esempio di grande leadership legislativa progressista che promuove la conservazione delle foreste, dell’acqua e della fauna selvatica e le attività ricreative all’aperto? È perché vaste foreste incontaminate, laghi, fiumi e opportunità ricreative all’aperto esistono allo stesso modo in Massachusetts se necessariamente grandi aree contigue sono protette dal disboscamento e dallo sviluppo. La protezione della conservazione è necessaria per prevenire le estinzioni, invertire il declino delle popolazioni di specie, stabilizzare gli ecosistemi e i servizi naturali e ripristinare le terre degradate.

I progetti di legge attualmente allo studio su Beacon Hill, H.912 e H.1002, sono una grande opportunità per i nostri legislatori di intraprendere azioni audaci dal punto di vista ambientale: proteggere le foreste pubbliche del Massachusetts e le loro reti micorriziche dai danni umani (come pesticidi, disboscamento, compattazione del suolo ). , parchi solari); per combattere la crisi climatica in corso (gli alberi più vecchi sequestrano più carbonio degli alberi più giovani e il tasso di assorbimento del carbonio accelera con l’età); per proteggere i bacini idrografici dall’inquinamento (gli alberi trattengono il suolo e alla fine filtrano / puliscono la nostra acqua potabile e l’aria); per la protezione di una vasta gamma di specie selvatiche e vegetali (molte rare o in via di estinzione); per la protezione delle aree ricreative all’aperto che attirano più visitatori (e entrate) ogni anno quando la pandemia di COVID-19 diminuisce (i visitatori non sono attratti da aree sgombre o paesaggi solcati ed erosi); e per proteggerci dai vettori di malattie animali che comunemente si riversano nelle abitazioni umane quando le foreste vengono disturbate o rimosse (pensa all’encefalite equina orientale, al virus del Nilo occidentale e alla rabbia).

Questi due progetti di legge andrebbero lontano per creare uno scenario nel Commonwealth che imiterebbe le riserve forestali “Forever Wild” di New York e migliorerebbe la protezione generale delle foreste combattendo contemporaneamente la crisi climatica e promuovendo la salute pubblica. Le foreste indisturbate nel tempo sono uno dei nostri approcci più semplici ed economici per massimizzare il sequestro del carbonio e dipende totalmente dai processi ecosistemici naturali che beneficiano anche della fauna selvatica. È una situazione vantaggiosa per tutti i legislatori del Massachusetts e le persone che servono nello Stato della Baia, in particolare i nostri figli e nipoti.

Stephen C. Frantz è un patobiologo ricercatore che vive a South Hadley.

.

Leave a Comment