Google, Apple dovrà essere rimossa “forzatamente” dalle attività a pagamento delle app, afferma l’analista

Google (GOOG, GOOGL) ha recentemente rivelato un programma pilota che consentirà agli utenti di Spotify (SPOT) di aggirare il sistema di fatturazione di Google Play.

Spotify è tra le aziende che si sono pubblicamente battute contro la presa di Google e Apple sui rispettivi app store. Apple prende una commissione del 30% sugli acquisti di app e in-app per gli sviluppatori più grandi, mentre Google Play prende una commissione del 30% o del 15%, a seconda di una varietà di fattori. Questo sembra un piccolo ma sostanziale punto di svolta per i critici, ma è improbabile che la mossa indichi che Google è pronto ad andare avanti, ha detto a Yahoo Finance Live Anurag Rana, Bloomberg Intelligence Senior Software e IT Analyst (video sopra).

“Si tratta di un’attività con margini molto elevati sia per Google che per Apple”, ha affermato. “Non lo daranno [up] facilmente. Dovrai togliergli questo dalle loro mani con la forza. Quindi, penso che stiano cercando di placare le autorità di regolamentazione in questo momento, ma non credo che andrà via così facilmente. ”

Nel 2020, Google ha incassato 11,6 miliardi di dollari in acquisti in-app a livello globale, come riportato in precedenza dalla CNBC, che ha citato una stima fornita dalla società di analisi Sensor Tower. La stessa partnership Google-Spotify, dal punto di vista delle entrate, potrebbe essere una grande vittoria per Spotify e trascurabile per Google, ha aggiunto Rana.

“La domanda a portata di mano è se, sai, il contributo alle entrate o la perdita di entrate per Google è sufficiente per intaccare”, ha detto. “… Il vero impatto è per le aziende più piccole, come Spotify, come Match (MTCH), quindi sono loro che ne traggono vantaggio”.

Sia gli sviluppatori che le autorità di regolamentazione inseguono da tempo le tariffe degli app store. Sviluppatori come Spotify hanno da tempo inveito contro le commissioni che Google e Apple prendono e che sono costretti ad accettare, mentre le autorità di regolamentazione temono che le pratiche degli app store delle aziende siano anticoncorrenziali. Giovedì scorso, l’UE ha approvato il Digital Markets Act, che afferma che Apple potrebbe dover consentire app store alternativi su iPad e iPhone.

Le pratiche dell’App Store di Google e Apple sono state messe in discussione. Immagine: Getty

Allontanando i critici, i regolatori

Questa partnership con Spotify potrebbe essere uno sforzo per l’azienda per allentare la presa sulle tariffe degli app store alle sue condizioni, poiché il settore è sempre più soggetto a controllo normativo. La mossa potrebbe essere uno sforzo per evitare le spinte normative, in quella che potrebbe essere una vittoria per tutti i soggetti coinvolti, secondo Rana.

“Stanno sperimentando per vedere quanti utenti effettivamente lasciano l’ecosistema e vanno fuori a pagare”, ha detto. “… se la perdita non è molto, possono allentare un po’ di più le regole. Rende tutti felici”.

Altrove, i giganti della tecnologia stanno anche affrontando pressioni legali per cambiare il modo in cui funzionano i loro app store. Epic Games è in una situazione di stallo ormai famosa nell’app store, poiché il produttore di Fortnite ha avviato una causa contro Apple nel 2020 proprio su questo problema. Il caso è ancora in corso oggi, poiché entrambe le società stanno facendo appello alla decisione del giudice del 2021 sul caso.

La saga risale ai primi di agosto 2020, quando Epic ha offerto ai giocatori di Fortnite la possibilità di pagarli direttamente utilizzando una nuova funzionalità in-app. Quando Apple ha risposto al ritiro del gioco, Epic ha intentato la sua causa iniziale contro il produttore di iPhone presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto settentrionale della California.

Google Play ha anche rimosso l’app Fortnite nel 2020 e da allora non è più disponibile.

Allie è una giornalista tecnologica per Yahoo Finance. Può essere contattata all’indirizzo allie.garfinkle@yahooinc.com. Seguila su Twitter @agarfinks.

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finance.

Segui Yahoo Finanza su Twitter, Instagram, Youtube, Facebook, Flipboarde LinkedIn.

Leave a Comment