Il gigante dell’acciaio russo sull’orlo del default del debito mentre le sanzioni martellano Mosca

Una grande azienda siderurgica russa è sull’orlo del default dopo che Citigroup ha congelato il pagamento del debito.

Severstal, il terzo produttore di acciaio in Europa, non è stato in grado di pagare un’obbligazione di 12,6 milioni di dollari entro un periodo di grazia di cinque giorni, nonostante avesse i fondi per farlo.

In una dichiarazione pubblicata sul sito web della Borsa di Londra, Severstal ha affermato che Citigroup, in qualità di banca corrispondente dell’emittente del prestito, ha bloccato il pagamento a causa di “indagini normative”.

LA RUSSIA INVADE L’UCRAINA: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

Citigroup non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento di FOX Business, ma una persona a conoscenza della questione ha detto a Bloomberg che la banca ha sospeso il pagamento in modo da poter ottenere il permesso dall’Ufficio per il controllo degli asset esteri degli Stati Uniti prima di versare il denaro. Né l’azienda né il suo azionista di controllo sono sanzionati dagli Stati Uniti

Gli uffici amministrativi dell’acciaieria Cherepovets, gestita da Severstal PJSC, a Cherepovets, in Russia, venerdì 12 dicembre 3, 2021. (Andrey Rudakov/Bloomberg via Getty Images/Getty Images)

“Questa è una situazione straordinaria per noi”, ha detto il CEO Alexander Shevelev a Bloomberg News. “Continuiamo a consultarci con i partner e facciamo del nostro meglio per garantire che gli obbligazionisti ricevano fondi in conformità con i termini dell’emissione obbligazionaria. Spero che questa ingiustizia venga risolta presto e che i diritti degli obbligazionisti vengano rispettati”.

Ma Alexey Mordashov, l’uomo più ricco della Russia e il maggiore azionista di Severstal, è stato sanzionato dall’Unione Europea lo scorso febbraio. 28 dopo che il blocco elettorale di 28 membri lo ha identificato come il proprietario di maggioranza di quella che hanno descritto come la “banca personale” di alti funzionari russi. L’UE ha anche affermato che la società di media di Mordashov, Severgroup, promuove la politica di Mosca di destabilizzare l’Ucraina.

LA RUSSIA POTREBBE AVERE EVITATO PER ORA IL DEFAULT DEL DEBITO STORICO

“Non ho assolutamente nulla a che fare con l’emergere dell’attuale tensione geopolitica e non capisco perché l’UE mi abbia imposto sanzioni”, ha detto Mordashov in una nota dopo l’annuncio delle sanzioni. Ha definito i combattimenti in Ucraina una “tragedia”.

Alexey Mordashov, presidente del consiglio di amministrazione di Severstal, partecipa al St. Il Forum economico internazionale di San Pietroburgo (SPIEF) in Russia il 7 giugno 2019. (Reuters / Maxim Shemetov / Foto Reuters)

Poiché Modashov non è incluso in nessuna sanzione americana, Severstal non ha richiesto preventivamente un permesso OFAC, ha detto a Bloomberg una persona che ha familiarità con la questione.

Il ricaduta finanziaria dalla miriade di sanzioni imposte contro la Russia ha spinto le agenzie di rating del credito a declassare il loro rating del debito a lungo termine per il governo russo allo stato di “spazzatura”, con Fitch che avverte che le sanzioni internazionali hanno portato un “enorme shock ai fondamenti del credito russo”. Ha notato che sanzioni aggiuntive rimangono una possibilità concreta.

OTTIENI FOX BUSINESS IN MOVIMENTO FACENDO CLIC QUI

Russia ha temporaneamente evitato un default storico del debito la scorsa settimana dopo aver soddisfatto un pagamento di un tasso di interesse critico di $ 117 milioni su due obbligazioni denominate in dollari. Ma ci sono nuovi ostacoli davanti al Cremlino: Mosca potrebbe anche andare in default su un’obbligazione in valuta locale che doveva essere pagata all’inizio di questo mese ma che gli investitori stranieri non hanno ancora ricevuto.

Il Dipartimento del Tesoro ha affermato che le attuali sanzioni statunitensi non impediscono alla Russia di pagare i debiti.

Leave a Comment