“La nostra bandiera significa morte” dà un colpo a Queerbaiting

Per il mese di marzo 2022, il cast e i creativi dietro la brillante commedia sui pirati della HBO La nostra bandiera significa morte hanno detto che stavano raccontando una storia d’amore. I fan – queer e non – sono saliti a bordo con crescente entusiasmo mentre la serie andava avanti e la rappresentazione si approfondiva. L’equipaggio meravigliosamente inclusivo ha servito relazioni LGBTQIA + e un pirata non binario sfumato, insieme a colpi di razzismo, sessismo, colonialismo e buffoneria inglese georgiana in generale. E così, armati di speranza da questo promettente allestimento, abbiamo aspettato con il fiato sospeso per vedere se fossimo stati trascinati dalla coppia queer principale dello spettacolo, o se La nostra bandiera significa morte era davvero una storia d’amore.

In La nostra bandiera significa morte cuore è il legame in via di sviluppo tra i “co-capitani” Stede Bonnet (Rhys Darby) e Edward “Blackbeard” Teach (Taika Waititi). Sono stati ritratti in un classico stile da opposti agli amanti, un affetto e un’attrazione a combustione lenta scaturiti dal trovare gioia in un partner che è il tuo dritto. Ma i fan queer sono stati delusi così tante volte da una rappresentazione irrisoria che era difficile crederlo La nostra bandiera significa morte avrebbe effettivamente consegnato dove sembrava andare. Troppo spesso siamo stati costretti a sussistere su frammenti di sottotestuale, “primi personaggi gay” nelle principali proprietà presentate fuori fuoco sullo sfondo, molto rumore per “bromance” o creativi che affermano dopo il fatto che erano raccontare una storia d’amore queer per tutto il tempo – semplicemente non siamo riusciti a vederla affermata o parlata. Nella peggiore delle ipotesi, alcune proprietà ricorrono ancora al queerbaiting: dare lievi accenni allusivi alle “navi” o alla sessualità popolari del fandom come se il riconoscimento fosse lo stesso dell’attualizzazione, o centrare promozioni e premere su una coppia carica che lo spettacolo o il film non intende mai realizzare canone.

Quindi immagina il nostro profondo sollievo quando gli ultimi due episodi di La nostra bandiera significa morte ha spazzato via dall’acqua questi vecchi standard traballanti. Si è scoperto che avevano, in effetti, creato una storia d’amore. Capita anche di essere orgogliosamente queer. “Sono molto orgoglioso di questa commedia romantica che abbiamo realizzato”, la star e produttrice Taika Waititi ha scritto su Twitter post-finale, allegando un video realizzato dai fan della relazione tra Stede ed Ed. “Molto orgoglioso. Non è ‘bromantico’, è ROMANTICO.”

*** Spoiler avanti per la prima stagione di La nostra bandiera significa morte***

Nell’episodio 9, “Act of Grace”, Barbanera cerca disperatamente di salvare Stede dall’esecuzione per mano della marina britannica. Finisce per offrirsi volontario per servire re Giorgio come corsaro per dieci anni se ciò significa salvare la vita di Stede. I due vanno in una sorta di scherzoso campo di riaddestramento dei pirati, dove Barbanera è felice di diventare “Ed”, rinunciando alla sua tipica barba e considerando un futuro con Stede molto diverso dalla vita violenta e sconsiderata che conduceva prima. “È carino solo per scaricare un carico. Solo per… Solo per essere Edward “, dice Ed a Stede mentre si siedono da soli insieme su una spiaggia. “Non so se voglio tornare ai vecchi tempi.”

“Supponiamo che quello che sto dicendo è che io… In questo momento, voglio solo fare ciò che rende felice Ed”, continua Ed, a cui Stede chiede gentilmente: “E cosa rende felice Ed?”

Poi è arrivato un momento che mi ha fatto davvero, udibilmente applaudire in mezzo al mio soggiorno. Ed analizza i suoi pensieri:

Queste ultime settimane… sono state… le più divertenti che ho avuto da secoli, anni. Forse mai. Quindi… Quindi, uh, penso che ciò che rende felice Ed… è… Bene, questo è tutto, uh, sei tu.

Ed bacia Stede, un’azione sia impulsiva che tenera. Stede sembra non aspettarsi il bacio, ma lo accoglie e ricambia con gioia. Quando si tirano indietro, Stede dice: “Rendi Stede felice” e proprio così, la storia d’amore che ci era stata promessa si realizza. Tutti gli ammiccamenti timidi, gli sguardi bramosi, i combattimenti con la spada come sostituti delle scene d’amore e i personaggi esterni che osservavano la fiorente storia d’amore di Stede ed Ed non erano una presa in giro: erano la preparazione per guadagnarsi questo momento perfetto. (“Sta succedendo questo,Dichiarò Lucius, il braccio destro di Stede, mentre guardava Stede ed Ed flirtare nell’episodio 7, un episodio intitolato “Questo sta accadendo”. Avremmo dovuto crederci pienamente La nostra bandiera significa morte poi.)

L’intera scena è stata uno degli scambi più sinceri e romantici che abbia mai visto sullo schermo. Tutti i complimenti sono dovuti allo showrunner, creatore e scrittore David Jenkins, che ha detto di aver riscritto la scena “circa una dozzina di volte”. È interpretato con cura e dolcezza dagli amici di lunga data Darby e Waititi, che bilanciano la linea dell’umorismo assicurandosi che nulla delle sincere dichiarazioni dei loro personaggi o del bacio sembri uno scherzo. Stede ed Ed innamorati non è una battuta finale. È il guadagno dello spettacolo.

Le reazioni entusiastiche ed esuberanti a La nostra bandiera significa morte Le conclusioni sui social media – che hanno preso la forma di smashing in maiuscolo di chiavi ed esclamazioni incredule, nonché un’esplosione di adorabili fan art e fiction – sono una testimonianza di quanto la rappresentazione realizzata significhi per così tanti. I livelli di puro stupore dimostrano anche quanto spesso siamo stati ustionati prima, costretti ad accontentarci di briciole o a soffrire con gay sepolti o un’affermazione, come alcuni storici sono soliti fare, che le persone che sembrano molto innamorate sono semplicemente estremamente buoni amici.

Forse la parte migliore della presentazione dell’amore queer qui è quanto sia naturale e facilmente accettabile. Per la sua stessa esistenza, lo spettacolo potrebbe fare una dichiarazione politica nel nostro mondo, ma all’interno dell’universo quasi storico di La nostra bandiera significa morte, essere queer è proprio quello che sei. Nessuno si torce le mani sulla propria sessualità o viene trattato in modo diverso a causa di ciò. Il senso di conflitto interno dei personaggi deriva dal non sapere quale percorso vogliono intraprendere nella vita, non con chi vogliono percorrerla.

È vero che la rappresentazione LGBTQIA+ in televisione è cresciuta a passi da gigante negli ultimi anni. Questo non è certo il primo spettacolo in cui personaggi omosessuali si baciano, e nemmeno il primo a mostrare omosessuali marinai del 18° secolo che si baciano (ti vedo, Vele nere). Ma la differenza qui è che La nostra bandiera significa morte ha apertamente inclinato il suo cappello a tricorno al comportamento di adescamento che abbiamo visto prima solo per capovolgere il copione e in realtà essere queer. È sovversivo in bella vista, una nuova invenzione miracolosa. Sulla superficie, all’inizio sembrava essere una stravagante commedia pirata slapstick con protagonisti alcuni noti comici, e si è conclusa come una storia d’amore tanto necessaria per la nostra era.

Non tutto è sole e noci di cocco alla fine, ovviamente, perché essere umani è difficile, e questa serie “commedia” è anche capace di melodramma intenso e devastante. Il finale di stagione ci porta in direzioni nuove e talvolta strazianti; come ha detto sopra un utente di Twitter, l’esperienza di guardare è stata sia curativa che ha anche causato “morte psichica violenta”. Tale è il genio di uno spettacolo che può fare osservazioni catastroficamente profonde sulla natura dell’amore perduto nello stesso episodio che presenta una risata divertente e assurdo che coinvolge un grosso attacco di gatto e un corpo schiacciato da un pianoforte che cade. I tanti toni di La nostra bandiera significa morte sono suonati magistralmente, ma potrebbero non essere adatti a tutti. Va bene. Chi è a cui è destinato l’ha trovato e chi ne ha bisogno lo scoprirà in futuro. Nel frattempo, ogni altra proprietà e studio che ha attirato il pubblico in passato è ufficialmente in avviso. Siamo qui solo per storie d’amore ora.

(immagini: HBO Max)

Vuoi più storie come questa? Diventa abbonato e sostieni il sito!

—The Mary Sue ha una rigorosa politica di commento che proibisce, ma non si limita a, insulti personali verso chiunqueincitamento all’odio e trolling.—

Hai un consiglio che dovremmo sapere? [email protected]

.

Leave a Comment