L’esopianeta ha pioggia di rubini e zaffiri

Ciao Natura lettori, vorresti ricevere gratuitamente questo Briefing nella tua casella di posta ogni giorno? Iscriviti qui.


Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha posto fine all’Iniziativa cinese il 23 febbraio, ma ha affermato che continuerà a perseguire i casi pendenti avviati nell’ambito del programma.Credito: Samuel Corum/Getty

Questa settimana inizia un processo penale per l’ingegnere chimico Feng ‘Franklin’ Tao, ritenuto il primo ricercatore accademico arrestato nell’ambito della China Initiative, un controverso programma lanciato dal governo degli Stati Uniti nel 2018 per proteggere i laboratori e le imprese statunitensi dallo spionaggio economico. Il processo arriva appena un mese dopo che il governo degli Stati Uniti ha annunciato la fine del programma, criticato per presunti pregiudizi razziali e per la criminalizzazione degli errori amministrativi. Studiosi legali e accademici affermano che il processo a Tao, che è di origine cinese, è un banco di prova per come gli Stati Uniti tratteranno le libertà civili dei ricercatori con eredità cinese in un’era post-iniziativa.

Natura | 7 minuti di lettura

Gli scienziati affermano che possono sequenziare quasi l’intero genoma di un embrione di giorni creato per in vitro fecondazione (IVF). Sono stati in grado di realizzare l’impresa con così poche cellule riempiendo gli spazi vuoti con la loro conoscenza del DNA dei genitori. I ricercatori hanno quindi calcolato il rischio che una persona con quel genoma possa sviluppare determinate malattie, come il cancro al seno e il diabete di tipo 2. Questi “punteggi di rischio poligenico” potrebbero essere utilizzati ipoteticamente per selezionare quali embrioni vengono trasferiti.

L’etica di tali test preimpianto è oscura e l’utilità genetica non è chiara, scrivono i bioetici Josephine Johnston e Lucas Matthews. “Per ora, ai potenziali genitori che cercano la fecondazione in vitro non dovrebbero essere offerti punteggi di rischio poligenico per le malattie a meno che non facciano parte di rigorosi studi clinici”, afferma un Natura editoriale.

Scienza | 8 min di lettura, Notizie e opinioni sulla medicina della natura | 6 min di lettura & Editoriale Natura | 6 minuti di lettura

Riferimento: Medicina della Natura carta

Non tutti gli sforzi di ripristino delle foreste offrono gli stessi benefici in termini di biodiversità. I ricercatori hanno confrontato le prestazioni delle piante arboree in monocoltura con diverse foreste native in 53 paesi. Quest’ultimo ha fornito un migliore stoccaggio del carbonio e distribuzione dell’acqua ed è stato più efficace nel prevenire l’erosione del suolo. Il primo ha prodotto più legno. La Cina ha investito molto nella riforestazione, basandosi principalmente su enormi piantagioni di alberi di specie a crescita rapida. “Questa è in realtà un’opportunità in gran parte persa per la conservazione”, afferma il coautore dello studio ed ecologista della conservazione, Hua Fangyuan.

Sesto tono | 3 minuti di lettura

Riferimento: Scienza carta

Un caldo esopianeta gigante, chiamato WASP-121b, potrebbe subire piogge di rubini e zaffiri. Gli astronomi hanno sviluppato un modello tridimensionale del pianeta basato su osservazioni effettuate da una telecamera spettroscopica a bordo del telescopio spaziale Hubble. L’esopianeta ha un lato diurno caldo che è sempre rivolto verso la sua stella e gira in un’orbita di sole 30 ore. I venti potrebbero soffiare titanio e alluminio vaporizzati dal lato caldo al lato notte, dove piove sotto forma di goccioline di metallo liquido, rubino e zaffiro.

Mondo della fisica | 6 minuti di lettura

Riferimento: Astronomia della natura carta

Caratteristiche e opinioni

L’antropologa Christen Smith si era così stancata di vedere il suo lavoro usato senza attribuzione che ha realizzato una maglietta da indossare alle conferenze con la scritta: “Cita le donne nere”. Le magliette sono state un successo strepitoso. “C’erano così tante donne nere che hanno avuto esperienze molto simili”, dice Smith. Le valutazioni bibliometriche confermano che ci sono pregiudizi persistenti nei modelli di citazione che svantaggiano le donne e le persone di colore. Coloro che cercano di ristabilire l’equilibrio sottolineano che inserire qualche nome in più in una lista di riferimento non è l’obiettivo. “Stiamo parlando di riconoscimento. Stiamo parlando di fidanzamento,” dice Smith. “Stiamo parlando di riconoscimento e di valorizzazione delle idee”.

Natura | 14 minuti di lettura

Disuguaglianze nelle citazioni: grafico che mostra le citazioni medie ricevute per argomenti di scienze della salute per genere, razza o etnia.

Fonte: rif. 8

L’invasione russa dell’Ucraina ha fatto salire i prezzi del grano a livelli record, minacciando la sicurezza alimentare in alcune delle regioni che almeno possono sopportare le regioni. Nel frattempo, le forti piogge hanno intaccato il raccolto di grano invernale della Cina. La situazione “evidenzia la follia di avere 2,5 miliardi di persone che dipendono così pesantemente da tre regioni principali”, sostiene Alison Bentley, direttrice del Global Wheat Program presso l’International Maize and Wheat Improvement Center di Texcoco, in Messico. Descrive come creare una fornitura di grano più resiliente e distribuita.

Natura | 5 minuti di lettura

11%

La percentuale stimata delle calorie mondiali che provengono da colture coltivate in Russia e Ucraina.

CITAZIONE DEL GIORNO

L’ex capo scienziato australiano Ian Chubb lamenta le debolezze di un sistema di finanziamento che ha devastato il morale degli scienziati in Australia. (The Sydney Morning Herald | 12 min di lettura)

La lumaca cubana dipinta (Polimita picta) è il mollusco dell’anno 2022. Sicuramente una delle lumache più belle del mondo, la lumaca è un ermafrodita incrociato che spara ‘dardi dell’amore’ di gesso, ricoperti di ormoni, al suo partner post-coitale. La lumaca ha vinto il voto convocato dal Loewe Center for Translational Biodiversity Genomics in Germania e riceverà il sequenziamento dell’intero genoma.

Grazie per aver letto,

Flora Graham, caporedattore, Nature Briefing

Con il contributo di Smriti Mallapaty

Leave a Comment