Monitoraggio delle macchie solari da vicino

Credito: Agenzia spaziale europea

La navicella spaziale ESA/NASA Solar Orbiter sta accelerando verso il suo storico primo passaggio ravvicinato del sole, che avverrà a mezzogiorno del 26 marzo 2022.

Nei giorni che precedono e intorno al passaggio del perielio, i team dell’ESA hanno lavorato intensamente a una campagna di osservazione e tutti e dieci gli strumenti funzioneranno simultaneamente per raccogliere quanti più dati possibile.

Questo sforzo includerà l’uso dei suoi strumenti di telerilevamento, come l’Extreme Ultraviolet Imager per visualizzare il sole, nonché strumenti in situ per misurare il vento solare mentre scorre oltre il veicolo spaziale.

L’osservazione di obiettivi specifici di interesse scientifico sul sole richiede uno stretto coordinamento tra le squadre di controllo del volo e gli esperti di dinamica di volo presso il centro di controllo della missione ESOC dell’ESA, in Germania, e le squadre presso il centro operativo scientifico dell’ESAC, in Spagna.

I team dell’ESA stanno utilizzando i telescopi a disco intero a bordo di Solar Orbiter per identificare l’attività dinamica, come le macchie solari in movimento, sulla superficie, quindi utilizzeranno queste posizioni specifiche per calcolare il puntamento accurato dell’imager ad angolo stretto per una successiva osservazione dettagliata.

Poiché gli strumenti sono fissati in posizione al corpo del veicolo spaziale, l’intero veicolo spaziale deve essere puntato con alta precisione per indicare macchie solari specifiche.

Questo ciclo di utilizzo di immagini grandangolari per selezionare specifici bersagli ad angolo stretto, quindi reinserire il puntamento necessario nelle istruzioni di controllo del volo avviene quotidianamente, con ogni iterazione che impiega tre giorni dall’imaging iniziale all’uplink di nuove istruzioni di puntamento.

Sebbene una tale stretta coordinazione avvenga durante la missione, il ciclo è molto accelerato durante il passaggio del perielio per garantire il miglior valore scientifico possibile da vicino al sole.


Solar Orbiter attraversa la linea Terra-sole mentre si dirige verso il sole


Fornito dall’Agenzia spaziale europea

Citazione: Monitoraggio delle macchie solari da vicino (2022, 25 marzo) recuperato il 26 marzo 2022 da https://phys.org/news/2022-03-tracking-sunspots.html

Questo documento è soggetto a copyright. Al di fuori di qualsiasi correttezza commerciale a fini di studio o ricerca privati, nessuna parte può essere riprodotta senza il permesso scritto. Il contenuto è fornito a solo scopo informativo.

Leave a Comment