Perché le cotte infantili dovrebbero essere prese sul serio



CNN

Di recente ho chiesto a mio figlio di terza elementare delle cotte nella sua classe. Dopo due anni di limitata interazione con gli esseri umani, ho dovuto rivolgermi a lui – l’unica persona in casa nostra che socializza regolarmente, anche se con i suoi compagni di 8 e 9 anni – per una soluzione di pettegolezzi.

Mi ha parlato di alcune cotte, inclusa la sua, e ha anche chiarito che ce n’erano alcune di cui non poteva parlarmi perché aveva giurato di mantenere il segreto. Ho rispettato i suoi segreti e non ho spinto di più.

Nonostante sembrasse felice ea proprio agio durante la nostra conversazione, mi chiedevo se stavo facendo troppe domande o se non rispettavo i confini. Stavo trasgredendo lo spazio sacro e privato delle cotte infantili?

Gli esperti dicono di no: buone notizie per tutti gli adulti curiosi là fuori. Le cotte sono pietre miliari importanti e a lungo ignorate nella vita relazionale dei bambini preadolescenti che genitori e tutori dovrebbero discutere e disfare rispettosamente con loro.

Queste infatuazioni d’amore per cuccioli aiutano i bambini a esplorare i sentimenti romantici prima che siano pronti per le relazioni romantiche. Attraverso di loro, imparano ad affrontare alcune delle parti più difficili del desiderarne un altro.

Una cotta è nella sua stessa categoria di relazioni, separata dall’amicizia o dagli appuntamenti. A volte le cotte sono per persone che conosciamo, e altre volte sono per personaggi di fantasia. Spesso, anche se conosciamo l’oggetto del nostro desiderio, la cotta ce lo fa idealizzare, e spesso è la versione idealizzata di quella persona che non riusciamo a toglierci dalla testa, piuttosto che l’essere vivente, che respira, imperfetto.

L’esperienza di avere una cotta può iniziare già in età prescolare e le cotte possono continuare a verificarsi per tutta la vita. Di solito le cotte sono a senso unico, anche se a volte sono ricambiate. In qualsiasi forma, le cotte sono comuni tra i bambini in età prepuberale e soddisfano bisogni importanti.

“Questi ragazzi hanno idee romantiche emergenti e sentimenti romantici emergenti, ma in realtà non sono pronti a tradurli in comportamenti o relazioni romantiche”, ha affermato Julie Bowker, professoressa associata di psicologia all’Università di Buffalo a New York, aggiungendo che le cotte generalmente non sono sessuale o sugli appuntamenti alle elementari.

Emergere, tuttavia, non significa mancare di potere. I sentimenti sono reali e i bambini possono usare l’aiuto dei genitori per capirli e imparare cosa fare con loro. Inizia con i genitori che prendono sul serio questi sentimenti.

“C’è una componente emotiva molto forte lì, e per alcuni bambini è difficile sapere cosa fare con quelle forti emozioni”, ha detto Catherine Bagwell, professoressa di psicologia all’Oxford College of Emory University in Georgia.

I bambini potrebbero parlare di cotte tutto il giorno con i loro amici e ancora li capiscono a malapena. È qui che entrano in gioco i genitori, anche se non apprendiamo mai tutti i succosi dettagli di chi ha una cotta per chi. I genitori sono lì per fornire un contesto e assicurarsi che i bambini sappiano che tutto ciò che sentono è stato probabilmente provato prima, ha affermato Amy Lang, un’educatrice genitoriale e sessuale e conduttrice di “Just Say This”, un podcast sulla sessualità sana.

Quando parli di cotte con i bambini, chiedi loro perché gli piace chi gli piace, che tipo di cose potrebbero voler fare con le loro cotte e se potrebbero considerare di invitarli a casa. Parla anche di cosa succede se entrambe le persone non si sentono allo stesso modo.

Come trattiamo la persona a cui “piaciamo, ci piace”, che non “piaciamo, mi piace”? Come gestiamo la cosa quando la persona che “ci piace, piace” non ci piace? Anche nel caso di un amore top-secret e non corrisposto, questa linea di domande può aiutarli a collegare i punti tra l’essere premurosi, rispettosi e curiosi e l’essere in una relazione romantica con qualcuno. “Stabilire il fatto che l’amicizia fa parte delle relazioni romantiche”, ha detto Lang.

Parlare ai bambini delle cotte aiuta a normalizzarli, riducendo la vergogna che potrebbero provare nel parco giochi. Nel tentativo di normalizzarli, tuttavia, i genitori dovrebbero stare attenti a non fare delle cotte per qualcosa che non sono.

“A volte agli adulti piace quasi sessualizzare i bambini e dire cose come: ‘Oh, sei così carino! Ti sposerai.’ Nel mio universo, tutto quel tipo di linguaggio non va bene “, ha detto Lang, spiegando che questi discorsi non sono il luogo in cui i bambini sono evolutivi e rendono le relazioni più grandi di loro. Andare lì crea una serie di aspettative che i bambini non possono comprendere o soddisfare del tutto.

Allo stesso tempo, i genitori dovrebbero stare attenti a non minimizzare le cotte.

“Sono importanti per loro e contano”, ha detto Bagwell. Scontarli o non prenderli sul serio può essere potenzialmente dannoso per i bambini e potrebbe renderli meno desiderosi di condividere i propri sentimenti. Quando i genitori prendono sul serio i sentimenti dei loro figli, insegnano ai loro figli a prenderli sul serio, che è il primo passo per imparare a elaborare i propri sentimenti.

Se la semplice menzione delle cotte rende tuo figlio silenzioso, parla comunque. Lang consiglia di fare domande generiche sulle cotte a scuola, se stanno accadendo piuttosto che su chi ha una cotta per chi. Se ciò fallisce, i genitori possono raccontare le loro storie di cotte da bambini, cosa ricordano e come ci si sentiva.

“Questo dice a tuo figlio che lo sai, e va bene parlarne”, ha detto. Potrebbe sembrare imbarazzante o come andare oltre, ma Lang ha detto di andare oltre. “Il tuo lavoro è aiutare tuo figlio ad avere relazioni sane”.

Lang ha aggiunto: “Mio figlio fino ad oggi non mi dice per chi ha una cotta, quindi parlo solo della cotta in generale e ci costruisco sopra. Non è compito loro dirci nulla o fare domande. Dobbiamo dirglielo”.

Un’informazione che vorrei che i miei genitori mi dicessero quando ho avuto una cotta precoce è che la maggior parte delle cotte non si traduce in relazioni. Dopotutto non ero un fallimento romantico. Meno del 20% dei bambini delle scuole medie ha relazioni sentimentali reciproche, ha detto Bowker, e il 20% dei bambini delle scuole superiori si diploma senza avere una relazione seria e duratura. I bambini in età scolare potrebbero trarre vantaggio dal sapere che la maggior parte non è pronta per una relazione fino all’età di 10-14 anni. Fino ad allora, e anche dopo, non c’è niente di sbagliato o di strano nell’avere cotte non ricambiate.

Sebbene le cotte siano un po’ ossessive per natura, possono andare troppo oltre.

Aiuta i bambini a capire che alcuni comportamenti potrebbero mettere a disagio l’oggetto dei loro affetti, ha suggerito Bowker. C’è un modo rispettoso di ammirare un’altra persona e uno che attraversa i confini, ed è importante spiegare la differenza. “C’erano due ragazzi nella scuola di mia figlia che avevano una cotta per lei e la guardavano tutto il tempo, e questo la metteva a disagio”, ha detto.

Se tuo figlio si trova in una situazione simile, ha raccomandato ai genitori di parlare loro di “consenso, rispetto e limiti”. L’attenzione indesiderata può facilmente oltrepassare i limiti e i bambini hanno bisogno dell’aiuto dei genitori per capire quali sono quei limiti e come esprimerli agli altri e difendere se stessi. Ha detto che i genitori dovrebbero resistere alla normalizzazione di qualsiasi comportamento solo perché erano comuni quando erano bambini – non più “i maschi saranno maschi” per strapparsi i capelli e altre simili espressioni di affetto – e ascoltare ciò che sembra giusto per il loro bambino.

Man mano che i bambini crescono, Bagwell ha detto di tenere d’occhio se la loro cotta impedisce loro di fare altre cose che dovrebbero fare. Se è così, la cotta potrebbe essere andata troppo oltre.

Le cotte e le conversazioni genitore-figlio sulle cotte possono essere gli elementi costitutivi di sane relazioni romantiche in futuro. I bambini hanno la possibilità di superare i confini e il rifiuto, si spera sviluppando empatia lungo il percorso.

“Guardando al quadro generale, questi odorano di relazioni e hanno le componenti delle relazioni”, ha detto Lang, fornendo ai bambini gli elementi costitutivi per imparare come affrontare e parlare di relazioni a lungo termine.

“Parla di qualcosa di normale e comune come le cotte, e hai creato lo spazio per tante altre conversazioni che potrebbero essere più importanti a lungo termine”, ha detto Lang. Questi possono includere domande su genere, sessualità e relazioni sessuali.

Proprio come le cotte sono prove per relazioni romantiche per i miei figli, ora capisco che parlare di cotte è una prova per conversazioni future sulle relazioni romantiche.

Mentre imparano a connettersi in modo romantico, spero di imparare anche alcune cose. Voglio essere in grado di fare spazio alla loro vulnerabilità e ai loro sentimenti rispettando la loro privacy, offrire consigli non richiesti che devono essere pronunciati anche quando incontrati dal silenzio e cercare di assicurarmi attraverso gli alti e bassi rocciosi dell’amore precoce che conoscono non sono né strani né soli.

.

Leave a Comment