Taylor Hawkins: Il batterista dei Foo Fighters è morto, dice la band

La causa della morte non è stata rivelata.

“La famiglia Foo Fighters è devastata dalla tragica e prematura scomparsa del nostro amato Taylor Hawkins. Il suo spirito musicale e le sue risate contagiose vivranno con tutti noi per sempre”, ha detto la band su Twitter. “I nostri cuori vanno a sua moglie, ai suoi figli e alla sua famiglia, e chiediamo che la loro privacy sia trattata con il massimo rispetto in questo momento difficile e inimmaginabile”.

Venerdì, la band avrebbe dovuto esibirsi a Bogotá per il Festival Estereo Picnic, seguito da Lollapalooza Brasil domenica, secondo il suo sito web.

La performance di venerdì è stata cancellata proprio mentre i fan si stavano radunando alle 23:00, secondo Romeo Reyes, che ha detto alla CNN di aver viaggiato da El Salvador a Bogotá per partecipare al festival.

“Ci stavamo mettendo in posizione quando hanno annunciato che i Foo Fighters non si sarebbero esibiti, ma non hanno detto perché. Circa 10 minuti dopo, è arrivata la notizia della morte di Taylor”, ha detto Reyes.

“Nessuno sapeva il motivo della cancellazione… Eravamo tutti tristi. Ma come ho detto, nessuno sapeva che Taylor fosse morto. Abbiamo scoperto circa 10-15 minuti dopo”, ha detto.

Successivamente, le candele sono state collocate sul palco principale come veglia per Hawkins e gli schermi su cinque livelli hanno proiettato il messaggio “Taylor Hawkins Por Siempre”, che si traduce come “Taylor Hawkins Forever”.

La notizia della morte di Hawkins è arrivata il giorno dopo che la band aveva annunciato che sarebbe salita sul palco dei Grammy Awards a Las Vegas il 3 aprile.

Ricordava Hawkins

I Foo Fighters sono stati formati nel 1994 da Dave Grohl, che era stato il batterista dei Nirvana.

Tre anni dopo, con la partenza del batterista William Goldsmith, Hawkins, nato in Texas, si è unito alla band dopo essere stato in precedenza il batterista con la band di Alanis Morissette.
Nel 2019, Hawkins ha ricordato alla rivista britannica Kerrang! come ha ottenuto il lavoro: aveva sentito che Goldsmith era partito e ha chiamato Grohl, un conoscente che aveva incontrato per strada.

“Ho detto, ‘Ho sentito che state cercando un dummer’, e lui ha detto: ‘Beh, ne conoscete qualcuno?’ Pensavo che Alanis volesse andare in una direzione più rilassata, e sembrava il momento giusto per saltare. Alanis non aveva bisogno di me! In pratica ho detto a Dave: “Suonerò la batteria per te” e abbiamo suonato un un paio di volte, “Hawkins ha detto a Kerrang!

In un’intervista con Anderson Cooper per “60 Minutes” nel 2014, Grohl ha parlato dell’impatto di Hawkins sul gruppo.

“Quando hai un batterista come Taylor Hawkins nella tua band, non mi manca necessariamente essere il batterista, perché ho il più grande batterista del mondo”, ha detto Grohl. “Taylor è un batterista molto più tecnico di me.”

Nella stessa intervista, Hawkins ha riconosciuto che gli ci è voluto del tempo per trovare il suo posto nella band, ma che Grohl “non l’ha mai reso difficile”.

Ha anche parlato del suo primo amore musicale, la band britannica Queen.

“Volevo essere Roger Taylor e volevo essere nei Queen”, ha detto Hawkins. “Volevo giocare negli stadi quando avevo 10 anni”.

La band è stata inserita nella Rock & Roll Hall of Fame lo scorso anno, il suo primo anno di idoneità.

L’ultima esibizione di Hawkins è stata al Lollapalooza Argentina il 20 marzo. La notizia della sua morte ha provocato un’ondata di dolore sui social media da parte di fan e colleghi musicisti – e gli omaggi includevano video di quell’ultimo spettacolo.

Il concertista Franco Tolone twittato filmato di Hawkins che canta una cover di “Somebody to Love” dei Queen in quell’apparizione del 20 marzo.
Dave Grohl dice che sta leggendo le labbra a causa della perdita dell'udito

“Chi avrebbe mai pensato che stavamo assistendo all’ultima esibizione di Taylor Hawkins nella sua vita… Uno shock. Addio, bestia della musica”, si legge nel post di Tolone.

Tom Morello di Rage Against the Machine twittato: “Dio ti benedica Taylor Hawkins. Ho amato il tuo spirito e il tuo inarrestabile potere rock. Riposa in pace amico mio.”

Miley Cyrus, che sabato dovrebbe esibirsi al Lollapalooza Brasil, ha detto su Instagram che dedicherà la sua esibizione a San Paolo a Hawkins.

Ha anche condiviso una foto di Hawkins che suona la batteria, sottotitolando: “È così che ti ricorderò per sempre”.

Ringo Starr twittato: “Dio benedica Taylor pace e amore a tutta la sua famiglia e pace e amore alla band.”

E il cantante Ozzy Osbourne ha parlato del personaggio di Hawkins, dicendo che era “veramente una grande persona e un musicista straordinario”.

“Il mio cuore, il mio amore e le mie condoglianze vanno a sua moglie, ai suoi figli, alla sua famiglia, alla sua band e ai suoi fan. Ci vediamo dall’altra parte”, ha scritto Osbourne su Twitter.

Sara Smart, David de Sola e Melissa Alonso della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

.

Leave a Comment