Il mal di testa della trasmissione televisiva dell’Accademia rischia di finire dopo la notte degli Oscar – The Hollywood Reporter

Mancava solo un giorno alla trasmissione televisiva della 94a edizione degli Oscar domenica, i sentimenti di “rabbia” e “mancanza di rispetto” per l’annuncio dell’Accademia che otto categorie non sarebbero state presentate dal vivo durante la trasmissione non si sono placati, né ha il senso di ciò che alcuni descrivono come mancanza di trasparenza. L’Academy continua a sostenere la sua controversa decisione, ma anche quando il sipario si chiude sulla notte degli Oscar, è probabile che il conflitto interno non finirà.

Il piano è di presentare otto premi – cortometraggio documentario, montaggio, trucco/acconciatura, colonna sonora originale, scenografia, cortometraggio animato, cortometraggio live-action e suono – a partire dalle 16:00 PT di domenica, prima della trasmissione televisiva in diretta degli Oscar , che inizia alle 17:00, con versioni modificate di quelle categorie riprodotte come parte della trasmissione. L’Accademia ha detto che ci sarebbe un seduto pubblico per la presentazione anche se il tappeto rosso dovrebbe durare fino alle 16:45 o alle 16:50.

Al di fuori della dirigenza dell’Accademia, la decisione è stata accolta con ampie critiche. I membri dell’Accademia, tra cui Steven Spielberg e Guillermo de Toro, si sono espressi contro il piano. Le dichiarazioni sono state fatte da circa 10 società e corporazioni. Sono state firmate più petizioni. Alcuni hanno parlato di mostrare disapprovazione domenica indossando le loro spille dell’Accademia o della Gilda a testa in giù.

Come riportato per la prima volta in Il giornalista di Hollywoodil veterano del suono vincitore dell’Oscar Tom Fleishman ha rassegnato le dimissioni dalla sua iscrizione all’Accademia per la decisione e il quattro volte candidato al missaggio del suono Peter Kurland dice che intende dimettersi, mentre altri due recenti vincitori dell’Oscar hanno raccontato THR che stavano considerando mosse simili.

L’Accademia è rimasta fedele al suo messaggio. Proprio giovedì durante una conferenza stampa, il produttore degli Oscar Will Packer ha affermato: “Queste sono le persone con cui lavoriamo e le persone che amiamo. E vogliamo assicurarci che tutti abbiano il loro momento in questo show, e che sia gestito con la stessa riverenza ed eleganza che ci si aspetta dagli Oscar. E quindi una delle idee sbagliate è che le cose vengono tolte dallo show e non è così. Non è. “

Lo affermano diversi candidati nelle filiali interessate avere sentito dal presidente dell’Accademia David Rubin o dal CEO Dawn Hudson da quando è stata presa la decisione, ma le loro parole sono vuote.

Mentre tutto ciò accade, dicono i membri dell’Accademia in vari rami colpiti THR che c’è stato un silenzio assordante da parte di un gruppo chiave: i Governatori del ramo dell’Accademia. Membri di almeno tre di tali rami, parlando in condizione di anonimato, dire che, tra le proteste, non hanno ricevuto alcuna comunicazione formale dai loro rappresentanti di filiale da quando è stato fatto l’annuncio. Il che pone la domanda, perché?

Diversi membri dell’Accademia che hanno parlato con THR affermano che i governatori sono stati effettivamente spinti a mantenere il silenzio. “La rabbia è ancora lì. E frustrazione per il fatto che i loro stessi governatori non siano stati in grado di esprimersi”, ha detto un membro dell’Accademia THR questa settimana.

Fonti anche dire che la decisione all’interno dell’Accademia è stato fatto da un piccolo gruppo della sua leadership e del suo Comitato dei Premi, e molti Governatori ne hanno appreso poco prima o nello stesso momento in cui è stato fatto l’annuncio il 12 febbraio 22. “Molti pensano che abbiamo una leadership canaglia”, ha detto un membro dell’Accademia.

La decisione sulla trasmissione televisiva è stata presa con ABC, che è il detentore dei diritti di trasmissione fino al 2028 e la fonte della maggior parte delle entrate annuali dell’Accademia (Gli Oscar portano all’Academy un canone annuo di licenza di circa $ 100 milioni, più una parte delle entrate pubblicitarie, dicono le fonti.) La mossa ha seguito la trasmissione televisiva degli Oscar con il punteggio più basso di sempre – e la più non convenzionale, poiché a causa del COVID, i premi sono stati assegnati in un evento ridotto alla Union Station nel centro di Los Angeles piuttosto che nel mezzo di una sontuosa cerimonia al Dolby .

Il premio Oscar Bill Corso, governatore del ramo truccatori e parrucchieri (una delle categorie interessate) e membro del comitato dei premi, afferma di aver partecipato quando ai governatori è stato detto del cambiamento appena prima dell’annuncio, ma ha descritto il incontro come “positivo”. Ha detto: “C’erano un paio di preoccupazioni, ma nessuno batteva il pugno sul tavolo. … Si era capito che bisognava apportare dei cambiamenti e questo era un modo rispettoso di farlo.

“Stiamo cercando di fare la migliore scelta possibile per gli artisti e la consegna dei premi”, afferma, sottolineando che ciò include “celebrare il lavoro” e allo stesso tempo rendere lo spettacolo “più divertente”.

Il 1° marzo, la governatrice del ramo musicale Laura Karpman ha scritto sui social media: “Sono scioccata dal fatto che i funzionari dell’Accademia abbiano negato al Consiglio di amministrazione l’opportunità di votare e partecipare alla decisione di escludere il ramo musicale dalla trasmissione in diretta. Questa è letteralmente una ferita nel cuore della comunità musicale. Grazie ai tanti membri del ramo musicale che si sono espressi. Ti sento forte e chiaro. Sono con te. ”

Vieni lunedì, inizia la fase successiva. Quest’estate, l’Accademia eleggerà un nuovo presidente, come ha dichiarato Rubin. L’Academy cercherà anche un nuovo CEO per sostituire Hudson in uscita. “C’è così tanta cattiva volontà”, ha detto un membro dell’Accademia. “Qualcosa dovrà cambiare”.

Leave a Comment