La Gran Bretagna rivelerà i piani di regolamentazione delle stablecoin, affermano le fonti

Il Cancelliere dello Scacchiere britannico Rishi Sunak lascia l’11 di Downing Street, a Londra, il 23 marzo 2022.

Daniel Leal | AFP | Getty Images

LONDRA – Il governo del Regno Unito rivelerà presto i piani per regolamentare il mercato delle criptovalute, concentrandosi su un tipo di token in rapida crescita noto come stablecoin, secondo quattro fonti del settore che hanno familiarità con la questione.

Il ministro delle finanze britannico Rishi Sunak dovrebbe fare un annuncio nelle prossime settimane su un nuovo regime normativo per le criptovalute, hanno detto fonti alla CNBC, preferendo rimanere anonime poiché le informazioni non sono state ancora rese pubbliche.

Il Tesoro ha rifiutato di commentare quando gli è stato chiesto dei piani della CNBC.

I dettagli dei piani sono ancora in fase di definizione, tuttavia fonti che hanno parlato con CNBC affermano che è probabile che siano favorevoli al settore, fornendo chiarezza giuridica per un settore che finora è stato per lo più privo di regolamentazione.

Secondo le fonti, i funzionari del Tesoro hanno mostrato la volontà di comprendere le complessità del mercato delle criptovalute e delle cosiddette stablecoin, asset digitali che traggono il loro valore dalle valute esistenti come il dollaro USA.

Il dipartimento ha discusso con diverse aziende e gruppi commerciali. Ciò include lo scambio di criptovalute dei fratelli Winklevoss Gemini, ha detto una delle fonti. Gemini emette la propria stablecoin chiamata dollaro Gemini, ancorata al dollaro USA.

Leggi di più sulle criptovalute da CNBC Pro

Le stablecoin hanno visto una crescita esponenziale in termini di utilizzo negli ultimi anni, di pari passo con il crescente interesse per le criptovalute più in generale. Tether, la più grande stablecoin del mondo, ha ora un’offerta circolante totale di oltre $ 80 miliardi, in aumento rispetto a circa $ 4 miliardi di due anni fa.

Ma quei token hanno anche suscitato preoccupazione per le autorità di regolamentazione, che temono di non essere completamente garantiti da un importo equivalente di riserve e di essere utilizzati per riciclaggio di denaro e altre attività illecite.

Nel frattempo, le autorità di regolamentazione sono preoccupate per la possibile esposizione del sistema finanziario a bitcoin e altre valute digitali, nonché per il loro potenziale utilizzo per eludere le sanzioni imposte alla Russia durante l’invasione dell’Ucraina.

Rischi per la stabilità finanziaria

Giovedì la Banca d’Inghilterra ha chiesto ai responsabili politici di espandere i quadri normativi per limitare i rischi posti dalle criptovalute alla stabilità finanziaria.

Il vice governatore della BOE Sam Woods ha scritto una lettera a diversi amministratori delegati di banche affermando che c’è stato “un maggiore interesse” da parte di banche e società di investimento nell'”entrare in vari mercati delle criptovalute”.

La mossa del Tesoro è vista come una risposta all’ordine esecutivo del presidente Joe Biden che richiede il coordinamento di diverse agenzie federali statunitensi sulla regolamentazione delle criptovalute, hanno affermato le fonti. Diversi addetti ai lavori del settore si sono lamentati della mancanza di un’azione simile da parte del Regno Unito

Diverse società, tra cui Revolut, Blockchain.com e Copper, potrebbero essere costrette a chiudere le loro operazioni crittografiche nel Regno Unito questa settimana se non riusciranno a entrare nel registro delle criptovalute della Financial Conduct Authority in tempo per il mese di marzo. 31 termine.

La FCA ha affermato che un “numero elevato” di attività crittografiche non soddisfa gli standard antiriciclaggio richiesti. Solo 33 aziende sono entrate nel registro. Oltre l’80% delle aziende valutate dall’autorità di regolamentazione ha ritirato la domanda o è stata respinta.

.

Leave a Comment