Le compagnie aeree vogliono abbandonare le precauzioni di viaggio per il COVID-19. Adesso è il momento giusto?

Dopo uno dei periodi più turbolenti nella storia del viaggio aereo – carico di nuove regole e regolamenti e un sacco di passeggeri indisciplinati e dirompenti – le compagnie aeree vogliono disfarsi COVID precauzioni di sicurezza per i voli.

Gli amministratori delegati delle principali compagnie aeree della nazione questa settimana hanno inviato una lettera alla Casa Bianca esortando l’amministrazione Biden a recedere test pre-partenza e requisiti di vaccinazione per i viaggiatori internazionali e abbandonare il mandato federale della maschera sui voli, sostenendo che le misure non sono più necessarie poiché le infezioni da coronavirus diminuiscono drasticamente negli Stati Uniti

Le precauzioni “non sono più allineate con le realtà dell’attuale ambiente epidemiologico”, si legge nella lettera.

Gli epidemiologi non sono così sicuri, dicendo che potrebbe essere troppo presto per eliminare le regole del COVID-19 nell’aria. Consentire ai passeggeri di volare senza maschera potrebbe anche dissuadere i clienti più anziani e immunocompromessi dal viaggiare, danneggiando anche il business delle compagnie aeree.

Quando possiamo rilassarci?

“È ragionevole parlare di quando dovremmo allentare queste restrizioni”, ha detto a CBS MoneyWatch David Dowdy, professore di epidemiologia delle malattie infettive presso la Johns Hopkins Bloomberg School of Public Health. “Quando il [Biden] l’amministrazione dovrebbe rispondere revocando tali restrizioni è una questione diversa. Potrebbe essere un mese o giù di lì troppo presto per prendere quelle decisioni”.

Prima che i protocolli COVID-19 vengano revocati sugli aerei, è necessario impostare una soglia per l’abbandono delle precauzioni e un’altra per ripristinare i mandati se i casi di virus ricominciano a crescere.

“Dobbiamo determinare ‘quando allentare le precauzioni’ e ‘quando ripristinarle’ se vediamo che i casi si ripresentano. Altrimenti si potrebbe obiettare che li manterremmo in vigore fino a quando non ci sarà più COVID sulla terra”, ha detto Dowdy .

“Mi piacerebbe vedere i casi diminuire di nuovo e vedere l’ultimo degli hotspot attenuarsi un po’ di più”, ha aggiunto.

I dirigenti delle compagnie aeree sostengono che è ora di revocare i mandati delle maschere perché non sono più necessari in molti altri ambienti pubblici, come ristoranti e negozi al dettaglio, dove il rischio di trasmissione è maggiore.

“Non ha senso che le persone siano ancora obbligate a indossare maschere sugli aerei, ma siano autorizzate a riunirsi in ristoranti, scuole e eventi sportivi affollati senza maschere, nonostante nessuno di questi luoghi abbia il sistema di filtraggio dell’aria protettivo degli aerei”, gli amministratori delegati di quasi una dozzina di compagnie aeree, tra cui American, Delta, JetBlue e United, hanno scritto nella loro lettera.

Possibile “esplosione di casi”

La qualità dell’aria sugli aerei è generalmente buona perché gli aerei sono dotati di filtri HEPA di livello ospedaliero che fanno ricircolare costantemente l’aria fresca nell’abitacolo. Ma il rischio di trasmissione aumenterebbe notevolmente se la maggior parte dei passeggeri, in particolare gli individui infetti, smettessero di indossare le mascherine.

Mercedes Carnethon, vicepresidente del dipartimento di medicina preventiva presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine, ha affermato che per la maggior parte degli americani sani vaccinati contro COVID-19, è improbabile che eliminare le maschere sui voli rappresenti un rischio serio. Ma il calcolo cambia se sei seduto vicino a qualcuno infetto.

“La qualità dell’aria è buona su un aereo. Tuttavia, quando sei seduto fianco a fianco con qualcuno che ha un’infezione da COVID, forse qualcuno 10 file dietro di te non lo contrarrà, ma non proteggerà la persona seduta accanto tu, “Carnethon ha detto a CBS MoneyWatch.


Poiché la sottovariante Omicron altamente trasmissibile si diffonde, cosa devono sapere gli americani?

03:37

“Se annulli tutte le strategie di mitigazione in una sola volta, hai un grande potenziale per vedere un’esplosione di casi, ed è rischioso”, ha aggiunto.

Quando si tratta di ripristinare la fiducia nei viaggi aerei, Carnethon ha anche affermato che la fine dei mandati delle maschere potrebbe finire per avere l’effetto opposto a quello previsto dalle compagnie aeree.

“Il motivo per cui stanno spingendo per abbandonarli sono ragioni economiche che secondo loro aiuterebbe a promuovere i viaggi, ma finiranno per escludere una fascia demografica per la quale non è sicuro trovarsi in uno spazio chiuso senza maschere, compresi gli anziani e gli adulti che sono immunocompromesso”, ha detto. “Dal punto di vista degli affari, non so se produrrà i guadagni economici che pensano che sarebbero se le persone a rischio prendessero la decisione di non viaggiare”.

Un onere per il personale della compagnia aerea

Nel spingere ad abbandonare le regole sui virus in volo, gli amministratori delegati delle compagnie aeree sottolineano anche il tributo che l’applicazione delle misure sanitarie pandemiche ha avuto sul personale delle compagnie aeree. Ciò include gli agenti di biglietteria incaricati di verificare i risultati del test COVID-19 e gli assistenti di volo assegnati in modo efficace al ruolo di agenti delle maschere, provocando litigi con passeggeri indisciplinati che si sono rifiutati di mascherarsi.

“Questa non è una funzione che sono addestrati a svolgere e li sottopone a sfide quotidiane da parte di clienti frustrati. Questo a sua volta ha un impatto sul loro stesso benessere”, hanno affermato i CEO.


37 casi di passeggeri indisciplinati riferiti all’FBI

00:26

In effetti, i passeggeri irritati che si sono rifiutati di rispettare i mandati delle maschere sono stati una sfida per gli assistenti di volo.

“Era già un lavoro abbastanza difficile fare l’assistente di volo, ma poi dover essere un buttafuori e farlo a 30.000 piedi in aria, francamente è chiedere troppo”, Scott Keyes, un esperto di volo e fondatore di Scott’s Cheap Flights, un sito web che trova offerte sui biglietti aerei per i suoi membri, ha detto a CBS MoneyWatch. “Ci sono state così tante interruzioni e incidenti di furia aerea, e penso che molto di ciò possa essere ricondotto a queste regole: persone che si arrabbiano per dover indossare maschere e altre persone che non indossano le loro maschere correttamente. Penso che una volta non sia più così più una regola, probabilmente ne vedremo molto meno. “

Una soluzione migliore?

Keyes ritiene che l’eliminazione del requisito per cui i viaggiatori internazionali mostrino un risultato negativo del test COVID-19 avrebbe un effetto più significativo sulle decisioni di viaggio dei passeggeri, dato che il test può essere scomodo e che un risultato positivo del test potrebbe significare dover mettere in quarantena all’estero.

“Non puoi fare un test a casa. Devi dedicare una parte significativa dell’ultimo giorno del tuo viaggio a ottenere un test negativo. E il cielo proibisce che tu abbia un’infezione e rimani bloccato per un po’ – smorza l’entusiasmo delle persone per i viaggi internazionali “, ha detto.

È anche in parte il motivo per cui pensa che i viaggi internazionali debbano ancora riprendersi completamente ai livelli pre-pandemia.

“Il requisito del test impedisce a molte persone di fare viaggi che altrimenti avrebbero potuto fare”, ha affermato Keyes.

Carri Chan, professore di decisioni, rischi e operazioni presso la Columbia Business School, ha convenuto che il requisito dei test è stato una barriera più significativa per viaggiare rispetto al mandato della maschera.

“Certamente per i voli internazionali di ritorno negli Stati Uniti, ci sono persone preoccupate per le conseguenze finanziarie di non poter tornare se risultano positive”, ha detto a CBS MoneyWatch. Ha anche affermato che la rinuncia alle precauzioni COVID-19 potrebbe smorzare la domanda di viaggio da parte delle famiglie con bambini piccoli, che non sono ancora idonei per il vaccino COVID-19.

“Ciò potrebbe potenzialmente influire sulla domanda in un altro modo”, ha affermato. “Penso che eliminare il mandato della maschera sia probabilmente più un deterrente, mentre l’eliminazione dei requisiti di test potrebbe probabilmente aumentare la domanda”.

Leave a Comment